Manovra, con tassa su plastica monouso Governo fa cassa su aziende e cittadini italiani

Latte, acqua in bottiglia, saponi, shampoo, detersivi, verdura in busta, bibite, merendine, prodotti farmaceutici, carne e pesce confezionati e qualsiasi altro genere che contiene plastica tetrapak o polistirolo sarà tassato. Praticamente quelli che sono nati per non aumentare l’IVA l’hanno aumentata dandole un nome diverso. Che senso ha tassare oggi la plastica monouso quando sarà messa al bando in tutta la UE dal 2021, se non quello di fare cassa sulla pelle di aziende e cittadini italiani?

Condividi

4 commenti

Skip to comment form

    • Ugo Edoardo Leone on 2 Novembre 2019 at 19:08
    • Reply

    Queste norme all’estero ci sono da tempo. Sono stato in Portogallo per 35 giorni e non da turista. Non ci sono le bottiglie-litro ma damigiane da 5 litri si usano le borracce di alluminio. Non esistono più i piatti ed i bicchieri di plastica. Cosa c’è di sbagliato in questo? Penso che dovremmo darci tutti una mossa senza piangerci addosso a tutti i costi. Purtroppo spesso si confonde la politica con la civiltà e solo adesso comprendo perché la gente va via dall’Italia e guarda caso tutti si adattano a quello che trovano all’estero. Anzi lo lodano. La gente van via perché qui la qualità della vita è troppo scadente rispetto a quello che si paga in tassazione. Mi spiace ma è la verità.

    • Marco Giacinto on 2 Novembre 2019 at 22:52
    • Reply

    Quasi sempre d’accordo con te, Giorgia. Non stavolta. Quale altro modo ha un governo per dissuadere le aziende a non utilizzare materiale inquinante?

    • Arnaldo on 3 Novembre 2019 at 17:43
    • Reply

    Per non utilizzare materiali plastici il governo avrebbe dovuto dare incentivi per utilizzare le ” plastiche vegetali ” che esistono già da tempo ma sono molto piu’ costose. Le industrie non possono cambiare in un attimo ( con perdite colossali … e rischio di chiusura…. ) ..Quindi invece di caricare i costi si fà un’ operazione positiva……che sicuramente darebbe migliori ” risultati ecologici”..incentivando metodi nuovi commerciali ( p.es. le bottiglie di vetro a riciclo…. ) e materie ecologici ( tra cui la carta oleata di una volta…. ) per gli ” involti “.

    • Pino 007 on 5 Novembre 2019 at 03:11
    • Reply

    La tassa sulla plastica oggi, e’ solo un modo per fare “CASSA” ben sapendo che la plastica verra’ annullata entro il 2021 se non prima. Perche’ 2021 e non ieri? Perche’ le aziende che producono prodotti che vengono avvolti in plastica, non possono modificare il sistema dall’oggi al domani. Si necessitano nuovi sistemi
    ( gia’ allo studio) nuovi macchinari e nuovi prodotti biodegradabili per tale uso, quindi investimenti. Ma i 5 pinocchietti con la nuova tassa si rimpizzano le tasche alla faccia di chi deve comprare. Auguri.

Rispondi