Lavoro donne, serve welfare per le famiglie e asili nido gratis

Per risolvere il problema del lavoro in Italia basterebbe occuparsi della questione femminile. Attualmente il nostro Paese ha un tasso di occupazione del 60% mentre la media europea è del 70%. L’obiettivo dell’Ue è arrivare al 75%. Una percentuale che si raggiungerebbe senza sforzi semplicemente facendo lavorare le donne. Come? Rendendo i servizi pubblici essenziali gratuiti.
La proposta di FdI è una rivoluzione sul welfare delle famiglie: asili nido gratis, per prima cosa. Poi il congedo parentale retribuito al 100% i primi sei mesi e all’80% i primi sei anni. Infine il reddito di infanzia, un rafforzamento dell’assegno di natalità destinato ai genitori meno ricchi. Dove trovare le risorse? Per gli asili nido gratuiti basterebbero 2 miliardi di euro, a fronte degli 8 spesi inutilmente per il reddito di cittadinanza.

Condividi

3 commenti

    • Franco Cordiale il 20 Novembre 2019 alle 01:11

    TANTO IL REDDITO DI CITTADINANZA INCORAGGIA UN ASTRATTO SOGGETTO SOCIALE DALLA VOCAZIONE SOCIALE ED ECONOMICA IGNOTA E ALEATORIA, DI FATTO GENTE CHE RISULTA DISOCCUPATA , MA LAVORA IN NERO O ANCHE PEGGIO…QUANTO INVECE LA DONNA ALL’ INTERNO DELLA FAMIGLIA E’ L’ ASSE PORTANTE VERO DI QUELLA CHE CHIAMIAMO CIVILTA’. OGGI FARE FAMIGLIA E’ SCELTA EROICA, SE CONSAPEVOLE. Ma senza di essa, solo apolidi cinici e sradicati. Marionette che si credono libere, ma vengono usate finche’ serve e sostituite, quando si rompono

    • Franco Cordiale il 20 Novembre 2019 alle 20:05

    Fratelli di Italia a guida di Meloni , svolge un’azione politica concreta in senso sociale e popolare. Si chiama SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA, RISPETTO DELLA DOPPIA FATICA DELLA DONNA, tra casa, marito, lavoro, figli…Nella certezza che se la famiglia tiene, esistono ancora speranze di essere un POPOLO e non ridurci a quel che i GLOBALIZZATORI LAICI ED ECCLESIASTICI
    vogliono: una ACCOZZAGLIA CASUALE E DISORDINATA DI APOLIDI AMBOSESSI, ridotti alla legge unica del capriccio egoistico e consumistico. Un caotico mescolamento di caratteri, culture che porta a imporre il lato istintivo e peggiore di ciascuna ! Una assoluta “LIQUIDITA'” anarcoide in totale balia del MERCATO.

    • Erminio C il 20 Novembre 2019 alle 20:56

    In Italia, tra i tanti problemi da risolvere ve ne sono tre, molto importanti per la sopravvivenza stessa della Nazione Italiana. Il primo è il calo demografico, il secondo è lo spopolamento dei piccoli paesi in tutta Italia, il terzo è la secolare mancanza di lavoro in Italia. Gli Italiani, siamo un popolo pericolosamente in via d’estinzione se non si fanno leggi intelligenti adeguate ed efficaci.
    Per quanto riguarda il calo demografico sono molte le motivazioni per cui si fanno pochi o niente figli. Il primo motivo in assoluto è la mancanza o precarietà del lavoro e l’incertezza del futuro che spaventa le persone. La speranza e la certezza di un reddito/posto sicuro è stato ucciso dal pensiero unico globalista, inculcato dai POLITICANTI PROSTITUTI dei “MERCANTI MONDIALISTI”. I Privati privatizzatori hanno privato ai popoli tutto ciò che apparteneva ai cittadini che avevano realizzato con il proprio denaro e lavoro. Vedi per esempio, in Italia è stata derubata e privata di tutte le aziende operanti in settori strategici d’interesse nazionale, come per esempio: i settori della ricerca, dell’energia, dei trasporti, aereo spaziale, delle industrie dei metalli, delle telecomunicazioni, dell’ambiente, della salute in generale, ecc. In tutti questi anni di sfascio Italiano ci hanno voluto inculcare che i privati fanno meglio e a meno costi del pubblico. Invece la verità e sotto gli occhi di qualsiasi cretino che non è così. Oltre ai cretini lo specifica anche il dizionario: privato, “privare”, che appartiene al singolo, individuale, personale, più chiaro di così. Purtroppo ancora oggi ancora molti super cretini non l’hanno capito e si ostinano a dire che il privato è meglio del pubblico. Se qualsiasi cosa pubblica è controllata, funziona meglio del privato.
    Tornando al tema, l’impiego nel pubblico offre più garanzia di lavoro e di conseguenza un uomo e una donna possono più facilmente formare una famiglia con figli. Naturalmente non tutto il lavoro può o deve essere creato dallo stato, ma lo stato deve agevolare molto le imprese Italiane ed estere che creano lavoro stabile e sviluppo nel nostro Paese. Per favorire le giovani coppie a fare figli si potrebbe dare alle future mamme sostanzioso aiuto economico. Per tutte le donne che hanno un impiego, dal primo mese di gravidanza, potranno mettersi in maternità retribuita per due anni dallo Stato. La retribuzione di maternità potrà essere di mille e duecento euro netti al mese. Pertanto tutti i datori di lavoro saranno esentati da tutti gli oneri, anche quelli previdenziali. I datori di lavoro, avranno solo l’obbligo di assumere per i due anni un’altra lavoratrice. Per quanto riguarda le donne disoccupate avranno pari trattamenti economici e previdenziali delle donne che lavorano. La copertura finanziaria si potrà ottenere dalla caccia alle truffe e sprechi di denaro pubblico istituendo uno speciale Ministero per l’anti spreco e truffe, inoltre si potrebbero tassare maggiormente le società telefoniche che fanno fatturati miliardari. Oltre a ciò per la stessa nobile causa si potrebbero tassare le multinazionali della morte quelle che inquinano. Come per esempio le multinazionali petrolifere, chimiche e le multinazionali che utilizzano materiale radioattivi in tutte le sue forme, le multi nazionali delle armi, ecc. Una nuova vita potrà nascere dalle tasse di coloro che producono e fanno profitti sulla morte e distruzione all’intero pianeta. Con l’incremento massiccio delle fonti pulite e rinnovabili si possono creare moltissimi posti di lavoro, soprattutto per i giovani. Per quanto riguarda lo spopolamento dei piccoli paesi in tutta Italia. Si potrebbe fare questo: tutte le abitazioni vuote e abbandonate nei vari paesi d’Italia possono essere date in comodato d’uso gratuito, messe a disposizione per tutti gli Italiani anche quelli che risiedono e vivono all’estero. Il comodato uso gratuito di un immobile è un contratto attraverso il quale è possibile, per un certo periodo, consegnare gratuitamente un immobile a terzi, con l’obbligo di restituirlo alla fine del periodo contrattuale. In questo modo moltissimi paesi e borghi tornerebbero a rivivere con giovani coppie e anziani in pensione che vogliono fare un’altra storia di vita. Così tutti vissero felici e contenti. In questo modo finiscono le favole, ma questo progetto di vita, se veramente ci credi si può realizzare, cara Signora Giorgia Meloni, questa mia idea te la sto regalando, spero che l’apprezzi e la renda concreta nel prossimo Tuo Governo nel segno del bene del popolo italiano.

Rispondi