Roma, Raggi rimuova immediatamente manifesto schifoso esposto al Macro

Il sindaco Raggi rimuova immediatamente questo schifo esposto al Museo di arte contemporanea di Roma. Non riesco a capacitarmi di come qualcuno abbia potuto autorizzare uno scempio di questa gravità all’interno di un museo comunale della Città Eterna. Questa vergogna deve sparire subito e i responsabili siano sanzionati.

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Gino Cerutti il 17 Dicembre 2019 alle 14:39

    MA COME ?? CONTINUANO A SINISTRA A BLATERARE CONTRO CHI SEMINA ODIO E PREDICA DISPREZZO CONTRO LO STRANIERO, LO IMMIGRATO, LA GRETA, LE SARDINE… MA NOSTRO SIGNORE DISEGNATO E INSULTATO COME UN TURPE PEDOFILO, ALLORA DOBBIAMO ACCETTARLO COME SE NIENTE FOSSE ? COSA NE PENSANO AVVENIRE E FAMIGLIA CRISTIANA ?? E IL PAPA BERGOGLIO ? IMMAGINATE SE SI DISEGNASSE COSI’ MAOMETTO…CHE PURE EBBE TRA LE MOGLI SUE…UNA BAMBINA DI DIECI ANNI…!

    • Giuseppe il 17 Dicembre 2019 alle 15:16

    MI AUGURO CHE QUESTA BESTEMMIA VENGA RIMOSSA!!! SE UNO NON CREDE IN NOSTRO SIGNORE, NON È AUTORIZZATO AD INSULTARLO E AD INSULTARE CHI PROFESSA LA FEDE CRISTIANA. COSA STA FACENDO LA SINDACA RAGGI? LATITA IPOCRITAMENTE? E IL PAPA SI È ACCORTO DI TALE NEFANDEZZA?? SPERO DI SI!!!

    • Riccardo Crocetti il 17 Dicembre 2019 alle 17:45

    Bene! Quand’è che i vari Vauro e pseudo-artsti rossi che infestano l’occidente ci regaleranno qualcosa di simile con Maometto e con l’Islam?

    • Giuseppe il 17 Dicembre 2019 alle 18:28

    PER CHI CREDE, AL GIUDIZIO DI DIO NON SFUGGIRÀ NESSUNO. IL CONTO SI PAGA ALLA FINE, E COLORO CHE HANNO OFFESO DIO E LA SENSIBILITÀ DEI CREDENTI, DOPO LA LORO INUTILE VITA PASSATA A INSULTARE E A SEMINARE BARBARIE, COMPRESO IL CLERO CHE SEMBRA FACCIA FINTA DI NIENTE, AVRANNO DI CHE TEMERE. NON HO ANCORA SENTITO PRENDERE UN POSIZIONE FORTE E CONTRARIA IN MERITO A QUESTA ENNESIMA VERGOGNA.

    • Giuseppe il 17 Dicembre 2019 alle 18:30

    A proposito, chi è questo “eccelso” artista????

    • Gino Cerutti il 17 Dicembre 2019 alle 22:55

    S’ODE UN SILENZIO DI TOMBA, MA ESSO E’ ASSORDANTE COME UN TUONO. CHI SI INDIGNA CONTRO IL “RAZZISMO, FASCISMO, LEGHISMO, ANTISEMITISMO. ..” E QUANT’ ALTRO, STRIZZA L’OCCHIO A QUESTO ARTISTA DA LETAMAIO, LA CUI SPIRITUALITA’ E’ A LIVELLO DI UNA TURCA COLMA DI LIQUAME ORGANICO… SARDINE, GRETINI, PIDDINI O PIDIOTI, CINQUE STALLE, CATTO COMUNISTI E PRETONZOLI AMBIGUI CHE TRASFORMANO LE CHIESE IN SUCCURSALI DEI CENTRI “OKKUPATI”… TACCIONO DA PRUDENTI O MEGLIO, DA VIGLIACCHI QUALI SONO. SI RISVEGLIERANNO ALLA PROSSIMA USCITA DI SALVINI O MELONI, RIPETENDO A PAPPAGALLO I SOLITI SLOGAN DA DECEREBRATI, QUALI SONO. MA QUANDO, QUANDO, QUANDO E ANCORA QUANDO POTREMO, NOIALTRI CITTADINI ITALIANI, FINALMENTE VOTARE?
    COME MINIMO LE RIVISTE CATTOLICHE DOVREBBERO PRONUNCIARSI E QUESTO PAPA, SE RITIENE DI ESSERE DAVVERO TALE, DOVREBBE ESPRIMERE UN PUBBLICO COMMENTO, OLTRE Ai SOLITI, ANTI RAZZISTI, ANTI FASCISTI… AI QUALI CI HA DALUNGA PEZZA ABITUATO!!

    • Franco Cordiale il 17 Dicembre 2019 alle 23:08

    Ogni limite di decenza e’ stato oltrepassato. Gent. On Giorgia Meloni: davanti a Gesu’ Cristo trasformato in una macchietta turpe e oscena di pedofilo insidiatore di fanciulli, scriva per favore una LETTERA APERTA AL PAPA E ALLA CHIESA DI ROMA. Il sarcasmo cinico e ripugnante di questa vignetta “umoristica” supera ogni preteso oltraggio contro Maometto e i suoi seguaci, invece ASSOLUTAMENTE INTOCCABILI DALLA VIGNETTISTICA DI SINISTRA (almeno in Italia). SE DIFENDERE NOSTRO SIGNORE VIENE CONSIDERATO… “SEGNO DI RIGIDITA’ E CHIUSURA AL DIALOGO VERSO IL DIVERSO”… AVREMO SOLTANTO LA CHIESA CRISTIANA ORTODOSSA IN CUI RIPORRE RISPETTO E FIDUCIA. IL GIUDIZIO DELLA STORIA SARA’ DURO, SENZA APPELLO CONTRO CHI SI ALLEA ALLA MENZOGNA E ALLA DISSACRAZIONE SISTEMATICA. LA BESTEMMIA CONTRO LO SPIRITO SANTO… NON VERRA’ PERDONATA! E non sono parole mie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.