Festa mamma, Meloni: Diritti e bisogni delle madri siano al centro del dibattito politico per la ripartenza

Più che gli auguri, oggi le mamme meritano risposte. Ripartono alcune attività produttive, ma nessuno – tra governo, task force e decine di consulenti vari – che abbia previsto per le mamme lavoratrici strumenti adeguati che consentano loro di poter tornare al lavoro tranquillamente.Si parla tanto di diritti delle donne, eppure le mamme continuano a rimanere una categoria dimenticata da tutti. Continueremo a batterci affinché i diritti e i bisogni delle mamme vengano messi al centro del dibattito politico per la ripartenza: migliaia di lavoratrici sono a rischio.

Condividi

4 commenti

Scrivi un commento

    • Riccardo Crocetti on 11 Maggio 2020 at 09:00
    • Rispondi

    Buona festa della mamma,ma il problema n.° 1 è dire NO AL MES.
    ATTENTI A BERLUSCONI E A SALVINI.
    Anche se ci sarà una tempesta finanziaria senza precedenti contro l’Italia, OBIETTIVO N.° UNO DA DISTRUGGERE, bisogna uscire dall’euro e prendere in seria considerazione la possibilità ( ammesso che ciò sia ancora possibile),
    di stampare segretamente nuove lire e in fretta e poi, all’improvviso, dire addio all’Europa e al suo sistema finanziario-mafioso.
    Rischiamo di fare la fine del regno del Tibet.

    • Giorgio on 11 Maggio 2020 at 09:49
    • Rispondi

    Continuate così ,purtroppo guardando la tv la tra programmi demenziali e il governo manda informazioni nelle tv e si vede esclusivamente terrorismo politico e giornalistico, voi avete dei valori ai fini di rimettere in carreggiata questo stato che non merita così!!!!

    • Daniela cp on 11 Maggio 2020 at 13:06
    • Rispondi

    Come sempre le donne, che spesso sono anche mamme e quindi hanno un doppio ruolo in questa società, non vengono prese sul serio.
    Non solo stanno perdendo posti di lavoro, non solo a parità di ruolo lavorativo non hanno la stessa remunerazione ma per fare carriera devono avere il doppio degli attributi degli uomini !
    Credo che si dovrebbe dare larga voce alle donne che in ogni campo hanno da sempre dimostrato impegno e dedizione e proprio perché anche mamme, quando assumono un impegno lavorativo lo curano come una creatura e cercano di trovare sempre soluzioni adatte e concrete ad ogni problema che si presenti.
    La nostra carissima Giorgia Meloni è l’esempio di come si dovrebbe ricoprire un qualsiasi ruolo in ambito lavorativo. Sia tu insegnante, sia tu scienziata, sia tu pasticcera, sia tu imprenditrice, sia tu parrucchiera, sia tu agente di commercio, sia tu …. l’impegno e il cercare la gratificazione personale in primis fanno di ogni lavoratrice impegnata un esempio per tutti ma soprattutto una necessità reale in una società in cui la la leadership dovrebbe essere riconosciuta appieno alla categoria di cui sono fiera di far parte….. l’essere donna !

    • Riccardo Crocetti on 11 Maggio 2020 at 13:59
    • Rispondi

    A proposito dell’ultima oca convertita all’islam, che ci è costata quattro milioni( se non di più) di Euro, è ora di dire basta.
    Se le oche e gli struzzi di casa nostra hanno voglia di andare in giro per il mondo a far cavolate,sono liberi di farlo!
    NON SONO LIBERI PERO’ DI CHIEDERE SOLDI A NOI. Che si prendano le loro responsabilità!
    Hanno dei guai una volta fuori dalla “barbara e incivile” Italia? Che paghino il riscatto con i propri soldi,oppure che chiedano la cancellazione del debito alle “superiori e civilissime” civiltà extraeuropee.
    In un futuro prossimo ricordate di fare una legge che proibisca il pagamento di riscatti a chi se le va a cercare e che, contemporaneamente,obblighi le O.N.G. da cui di pendono certi irresponsabili a sganciare la grana.

Rispondi