Dl rilancio, Meloni: Basita da Bellanova commossa per regolarizzazione immigrati

 

Centinaia, forse migliaia di italiani in queste settimane hanno pianto, magari di notte, di nascosto dai loro figli, schiacciati dalla disperazione per aver perso tutto, o per timore di perdere tutto. Aspettando un aiuto che non è arrivato mai. Stasera il Ministro Bellanova si è commossa. Ma per la regolarizzazione degli immigrati. Io sinceramente sono basita.

Condividi

21 commenti

Scrivi un commento

    • fabrizio cagnolati on 14 Maggio 2020 at 09:10
    • Rispondi

    sapete chi è l’uomo che ha avuto il coraggio di convivere con qella ?
    ecco perchè si è commossa

    • Rosetta on 14 Maggio 2020 at 09:55
    • Rispondi

    Già uno spettacolo vergognoso! È per il popolo Italiano che dovrebbe piangere.

    • Riccardo Crocetti on 14 Maggio 2020 at 09:56
    • Rispondi

    Dobbiamo trovare il moro di cacciare a pedate questa feccia,che ripeto,non ha il diritto di voto e men che meno quello di eleggere “rappresentanti” da mandare in Parlamento.
    L’incompetenza,l’arroganza, l’ignoranza e la superficialità non dovrebbero MAi aver posto nella “stanza dei bottoni”.

    • Giorgio on 14 Maggio 2020 at 10:27
    • Rispondi

    La bella gnocca per modo di dire si commuove con le lacrime da coccodrillo,assomiglia ad altra sagoma la fornero.
    . Purtroppo si ripete il solito copione che sanno fare solo quello.la sensibilità che questa ministro poche balle!! Questo che dice è uno sfruttamento legalizzato con quella gente.vedo a Reggio Emilia con le leggine dell’amico renzi questa gente fanno contratti usa e getta per trattare questa gente.alla faccia della costituzione e democrazia.questa ministro si vergogni!!!!!!

    • ENRICA on 14 Maggio 2020 at 10:33
    • Rispondi

    Quello che non capisco è perché riescano sempre ad attuare quello che vogliono. Bonafede rimane lì. Zingaretti ,scandalo mascherine nella Regione Lazio , non risponde alle “balle” dei giornalisti, l opposizione non riesce ad ottenere niente, siamo in piena Dittatura. E non andremo più a votare…scordatevelo!

    • enrica iotti on 14 Maggio 2020 at 10:58
    • Rispondi

    Quello che mi chiedo e perché riescano ad attuare tutto quello che vogliono…Bonafede rimane lì, Zingaretti dopo lo scandalo delle mascherine in Regione Lazio non risponde “alle balle” dei giornalisti.. siamo in piena dittatura, non capisco come mai l opposizione non ottiene mai nulla?Va bene così? Non andremo mai più a votare, in ogni caso non cambia nulla.

    • Nicoletta on 14 Maggio 2020 at 11:15
    • Rispondi

    Abbiamo già avuto un altro personaggio travolto dalle lacrime e mi dispiace rilevare che si trattava anche in quel caso di una donna,ricordate la Fornero? Dio ci salvi! Speriamo che le lacrime della Belladonna abbiano effetti migliori.Il ridicolo è che abbiamo centinaia di persone con il reddito di cittadinanza,tutti laureati od al minimo diplomati tra i quali non si poteva cercare o trovare persone adatte ali lavori agricoli offerti. La risposta non è mia ma dell’amico Bersani che con una faccia angelica l’ha spiattellata recentemente in tv e non e’ stato il solo.

    • Tullio Limiti on 14 Maggio 2020 at 12:31
    • Rispondi

    Cara Giorgia, scusami se ti do del tu, sono un pensionato del Ministero della Salute di 70 anni. Hai perfettamente ragiona. Hai tutto il mio appoggio per le battaglie quotidiane che porti avanti. se posso…: chi percepisse il reddito di cittadinanza dovrebbe lavorare in tutti i settori dove manca il personale, compresa l’agricoltura, e comunque bisognerebbe aiutare prima gli italiani (non sono razzista) che oggi non se la passano molto bene. ultima cosa, stamperei di nuovo la Lira, da spendere all’interno del nostro Paese.
    Grazie per l’attenzione.
    Tullio Limiti

    • Maurizi Mauro on 14 Maggio 2020 at 12:34
    • Rispondi

    vorrei sapere quale è il motivo vero per cui bellanova si è battuta per avere la regolarizzazione. io non credo che sia per i migranti, sono convinto che gli non frega un accidente di loro in quanto persone. Se qualcuno mi illumina?

    • ENRICA on 14 Maggio 2020 at 14:34
    • Rispondi

    Per dare un’altra mano alla mafia

  1. Sono lacrime di coccodrilla!!!!!
    Prima chi ha il reddito ci cittadinanza GRATIS!
    poi reintrodurre i Vaucher per chi di noi è senza lavoro e per ultimo se serve riaprire i corridoi verdi!!!!!

    • Emanuele Bianco on 14 Maggio 2020 at 17:09
    • Rispondi

    Solo demagogia hanno fatto…….parole parole……per le famiglie solo fuffa……per poi scoprire che i congedi parentali sono prolungati solo x il settore privato, ma per noi dipendenti pubblici nulla, onorevole faccia sentire la voce dei dipendenti pubblici, emarginati da questo decreto.

    • Rosario on 14 Maggio 2020 at 20:46
    • Rispondi

    BRAVISSIMA GIORGIA…….fai cadere ‘sto governo di BURATTINI INCAPACI….ATTACCA la loro incapacità….

    • Pietro Buccilli on 15 Maggio 2020 at 08:17
    • Rispondi

    La signora Bellanova piange, si commuove!!! Anche la Fornero pianse…. Aveva combinato il guaio degli esodati, poi salvaguardati falcidiando le loro pensioni !!!
    Nel frattempo ci fosse un parlamentare a proporre di prendere uno stipendio di 1200 euro al mese per i prossimi 2 anni!! Perché chi lavora in fabbrica, alla Ilva, in cantiere deve campare con questa cifra…. E nel frattempo col covid aspettare ancora la cig?
    E ora aspettiamoci questa mega regolarizzazione e teniamo in piedi il reddito di cittadinanza, con tanti italiani disposti ad andare a lavorare nei campi…. Ma per la Bellanova no, non sono adatti gli italiani a lavorare nei campi…

    • Vincenzo Mancini on 15 Maggio 2020 at 13:44
    • Rispondi

    Bellanova doveva fare la bracciante, era il suo lavoro #

    • Luigi on 15 Maggio 2020 at 13:56
    • Rispondi

    La signora bellanova vuole eliminare il lavoro nero in agricoltura? Con questa sanatoria aumenterà, perché il perido
    Coronavirus che ci ha colpito non consente agli agricoltori di aumentare i costi per la raccolta e di conseguenza dovranno
    usufruire di lavoratori irregolari. Lavoro irregolare che moltissimi italiani in questo momento accetterebbero ,molti agricoli ma anche muratori,camerieri ecc (come da loro affermato) accettano questa situazione pur di lavorare.
    Ttogliere loro questa possibilità sarebbe costringerli alla fame.
    Sia chiaro che io non difendo chi assume lavoratori in nero,ma regolarizzare 200000 immigrati X 6 mesi e dare reddito emergenza non è certo la soluzione .
    Credo invece in un vertiginoso aumento di manovalanza criminale,perché chi darà lavoro saranno le mafie.

    • Federico on 15 Maggio 2020 at 23:02
    • Rispondi

    La regolarizzazione dei migranti è solo una questione ideologica.
    Purtroppo questo governo incapace e poltronaro ha solo in mente migranti,frau Merkel ,poltrone e tirare a campare.

    Per combattere il lavoro nero già i corpi dello stato ci sono. L’ ispettorato del lavoro è più che sufficiente.

    Fra un pò torneranno all’ attacco con lo ius soli e ci racconteranno che “cura la calvizie maschile ed il corona virus assieme “, quindi dovranno approvarlo con decreto legge per non farci spendere soldi in lozioni per capelli.

    Certo che questa poltronara radical chic privilegiata con stipendio a 5 zeri che piange per falsi profughi mentre la gente finisce sul lastrico fa tanto arrabbiare!

    • Vincy on 16 Maggio 2020 at 07:31
    • Rispondi

    Buongiorno ragazzi prima di raccontare stronzate cercate di capire sono anche un imprenditore agricolo il problema che si può chiedere agli Italiani con reddito di cittadinanza su base volontaria e capacità…ma non basta …lavorare nei campi vuol dire veramente farsi il culo …serve anche capacità….richiede molti sacrifici gli Italiani non vogliono farlo più e credo che sono pochi disposti a farlo …vogliono fare tutti gli intellettuali i nostri figli devono studiare finale della storia…le campagne si sono svuotate….se non si lascia lavorare gli agricoltori nell’arco max di un anno ci saranno problemi di approvvigionamento nella grande distribuzione pertanto regolarizziamo gli immigrati….non è un problema ideologico ma di esigenza ne abbiamo bisogno….. questo non vuol dire per forza che saranno Italiani ….nei campi e quasi impossibile regolarizzare gli operai molti sono lavori stagionali servono forme flessibili voucher etc…i contributi sul lavoro sono insostenibili….se non si rendono sostenibili è praticamente impossibile rispettare le regole…altrimenti si ferma tutto è già molto difficile operare…poi siamo molto bravi a parlare degli altri e di cose che non conosciamo..chi disponibile venite a lavorare da me che vi metto alla prova

    • Federico on 16 Maggio 2020 at 22:12
    • Rispondi

    Lei Sig. Vincy asserisce che nell’ attuale governo non ci sia una forma ideologica pro- immigrazione incontrollata e che la regolarizzazione di ben 60 x 10 elevato alla terza potenza (senza contare i 600.000 traghettati dal governo Renzi) sia solamente dettata da esigenze produttive della nazione.

    Beh a questa balla, ci dispiace non ci crede più nessuno. Siamo seri!

    Queste sono le solite “panzane” cotte e stracotte messe in giro dagli “spin doctor” governativi per farci ingoiare una immigrazione biblica, voluta dalle sx e dai loro garzoni M5S.

    Questo è e rimane un governo ideologizzato al servizio della finanza speculativa,garzone della frau,delle banche,incapace,non eletto,voluto dalla frau,poltronaro,con pochi fatti concreti e tanti decreti.

    Il lavoratore va pagato il giusto e l’iniezione in una società di centinaia di migliaia di lavoratori a basso costo fa parte di un ben preciso piano per abbassare i costi della manodopera e togliere diritti ai lavoratori.

    Ricordiamo infatti che l’ abolizione dell’ articolo 18 è stato fatto dal governo Renzi.

    Ovvio il capitale e le multinazionali ci vogliono tutti precari e sottopagati.

    Le sx massoniche anti-italiane al servizio della finanza speculativa sono molto abili a far terra bruciata della popolazione.

    Se legge il piano Kalergi, Ella ne avrà un chiarimento.

    Guardi ,Lei Sig. Vincy forse non sa che ci sono tanti laureati italiani a cui vengono corrisposti 3,50 euro in nero.

    Le rammento altresì che a molti lavoratori italiani viene elargito lo stesso compenso per il lavoro nelle campagne.

    Gli italiani, mi creda lavorano tanto, prendono poco e sono i più tartassati d’Europa.

    Credo che per risolvere il problema del lavoro nero nelle campagne ci sia bisogno di un controllo serrato da parte dell’ ispettorato del lavoro,”bastonando” quegli imprenditori “furbi e disonesti” che pagano in nero i lavoratori.Bianchi o neri. Il lavoro di ogni esssere umano va pagato il giusto indipendentemente da sesso razza religione.

    I mezzi per scovare i “caporali” ci sono,ma alla Don Abbondiana,assente,pingue, annoiata classe politica attuale poco importa della faccenda.

    Si lavano la coscienza con un ridicolo decreto legge e qualche lacrimuccia mediatica..Fine,loro sono a posto. Un pezzo di carta un piagnisteo e finisce li..

    La “propaganda trita e ritrita sinistriode a reti unificate” non attacca più.Non ci crediamo più alle frottole governative.

    Ricorda la balla del “Ci pagheranno le pensioni…?”

    Il governo italiano allo stato dell ‘arte si distingue per inettitudine, proclami, balle mediatiche ed autocertificazioni…Di soldi, lavoro, investimenti nemmeno l’ ombra..Solo “chiacchiere e distintivo..” Diceva un film!

    • Vincy on 16 Maggio 2020 at 23:01
    • Rispondi

    Buonasera Sig Federico..non riesco a capire bene cosa vuol dire con questo messaggio io ho detto che in agricoltura non possono lavorare tutti per diverse ragioni…servono 250.000 lavoratori….io non sono Italiano ma Stra Italiano avendo vissuto circa 20 anni all’estero …l’Italia là si vive in maniera diversa…comunque un paese penso debba trovare un giusto equilibrio in Francia o in Germania gli stranieri sono molti di più in Francia sono ben il 60%di origine africana e magrebina …. in Italia fortunatamente non è così…ma ci sono lavori che gli Italiani no fanno più penso al settore agricolo ma anche gli infermieri gli informatici…se non si integrano secondo le esigenze regionali e provinciali…perdiamo in competitività..al nord per esempio nel settore industriale abbiamo il 10% di extracomunitari senza questa forza lavoro sarebbe un disastro
    Un grande paese deve pensare alla natalità l’Italia come sappiamo ha una popolazione in decrescita se non si danno incentivi per i figli le nostre famiglie saranno sempre meno numerose
    Io sono contro lo sfruttamento in agricoltura è questa è una cosa …un altra cosa è poter regolarizzare i lavoratori se lo possono permettere solo le grandissime aziende agricole neanche un azienda medio grande può permetterselo senza forme flessibili
    Poi parlare di questo governo è superfluo…anche se faccio fatica a trovare politici a cui darei il mio voto …l’Italia sono decenni che accetta di farsi derubare società senza applicare la reciprocità quest’ anno per esempio abbiamo perso l’Ilva la siderurgia ed il settore Auto Fiat ha venduto parliamo degli Elkann ignoranti assoluti…
    La Bellanova non capisce un c..o ha fatto la bracciante senza capire niente…il problema non è solo il caporalato ma essere più competitivi…bisogna aumentare i terreni da coltivare perché siamo già un paese collinare/montagnoso per 2/3 non coltivabile
    Comunque non ho voglia di dilungarmi buona serata a domani

    • Gino Cerutti on 17 Maggio 2020 at 06:10
    • Rispondi

    LA SANATORIA CHE REGOLARIZZA 600.000 CLANDESTINI…non reca niente di buono. A. PREMIA LE MAFIE SCAFISTE. B. PREMIA LE ONLUS CHE SPECULANO SULLA ASSISTENZA. C. SOTTRAE DENARO AI MOLTI ITALIANI DISOCCUPATI CHE LAVOREREBBERO NELLE CAMPAGNE E AGLI STRANIERI GIA’ REGOLARI. D.
    ABBASSA INEVITABILMENTE IL COSTO DEL LAVORO PER TUTTI.
    PIÙ RAGIONEVOLE FORSE, REGOLARIZZARE ALCUNE QUOTE DI ” MIGRANTI” , STABILENDO ALCUNE CONDIZIONI. MA POTREBBE COMUNQUE FARLO UNO STATO AUTOREVOLE, NON CERTO LA MISERA ITALIETTA DI ” DJ FOFO” O ” CUORE DI PANNA” E GLI ALTRI BURATTINI E PULCINELLA AL POTERE.

Rispondi