2 giugno, Meloni a Il Tempo: Daremo voce a milioni di italiani che chiedono libertà e orgoglio

“il prossimo 2 giugno ci sarà ben poco da festeggiare. Eppure noi abbiamo deciso che ci saremo, per dare voce a milioni di italiani che chiedono libertà e orgoglio.  

ci saremo con metodologie che ci permettano di  rispettare norme e prescrizioni – che spesso la sinistra non ha rispettato – e che ci auguriamo possa essere condivisa e sostenuta anche dalle altre forze politiche del centrodestra, a cui ci unisce una stessa sensibilità di fondo e una stessa idea dell’Italia, che proveremo a realizzare non appena sarà finita questa fase di “sospensione della democrazia” e gli italiani potranno scegliersi un nuovo governo. 

Perché se la crisi sanitaria potrebbe durare, ce lo auguriamo, ancora poche settimane. Le conseguenze economiche ce le porteremo dietro per anni. E per affrontarle servirà un governo degno di questo nome, che abbia rispetto per il lavoro e la libertà degli italiani”.

 Lo scrive il presidente di Fratelli d’Italia sul quotidiano il Tempo. 

“C’è un’Italia dimenticata a cui il governo finora ha chiesto moltissimo, promesso molto e dato pochissimo, in molti casi zero ma nei loro confronti il cappio della burocrazia, dei mutui, delle tasse e delle bollette da pagare non si taglia. 

L’unica “semplificazione” che hanno visto finora è stata la regolarizzazione di seicentomila clandestini con la scusa dei raccolti agricoli. Tanto bella da far piangere il ministro Bellanova che forse non sa quante centinaia di migliaia di italiani piangono di notte, di nascosto dai loro figli, a cui non sanno se potranno garantire un futuro. 

Tanto fondamentale da essere diventata, dicono i ben informati, merce di scambio per il voto dei parlamentari renziani a favore di un ministro (Bonafede) che nel frattempo aveva fatto scarcerare qualche decina di boss mafiosi”, continua Meloni. 

“Vogliamo dare voce alle famiglie, a quei milioni di commercianti, ristoratori, albergatori, gestori di bar o stabilimenti balneari, che non sanno se e come riaprire la loro attività, alle prese con linee guida cervellotiche e assurde responsabilità penali nel caso in cui un loro dipendente si ammalasse di Covid, a chi ancora aspetta la cassa integrazione e agli autonomi e partite Iva che non hanno ancora ricevuto il bonus da 600 euro. Il tutto mentre Conte moltiplica marchette e poltrone e arriva addirittura a prorogare di altri sei mesi lo stato di emergenza per continuare a governare a colpi di Dpcm, task force e conferenze stampa, senza confrontarsi con il Parlamento, concedendoci di volta in volta questa o quella libertà. Come se fossimo suoi sudditi. La libertà, caro Conte, non si concede. La libertà si riconosce perché è innata nel profondo dell’uomo, nel suo costruirsi una famiglia, nel suo vivere il lavoro e l’impresa”

“In questi mesi abbiamo sempre accompagnato ogni critica con una proposta. Abbiamo ascoltato e dato voce a centinaia di categorie produttive ignorate dal governo.

Per senso di responsabilità abbiamo votato lo scostamento di bilancio che consentirà al governo di distribuire 55 miliardi di aiuti, senza che un solo provvedimento sia stato concordato con l’opposizione. Continueremo così, per amore del’Italia, la senza fare sconti su tutto quello che non condividiamo. Ma ora gli italiani hanno voglia di rialzare la testa”, spiega Meloni.

Condividi

7 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Pino il 16 Maggio 2020 alle 23:34

    Basta.. Ora veramente basta.. Da mesi stiamo subendo tutte le nefandezze di questo Governo… Mancati aiuti economici.. Scarcerazione boss mafiosi.. Regolari 600 mila migranti.. Questo governo DEVE ANDARE A CASA SUBITO.. prima che i danni siano irreparabili.. Questo è il messaggio x te GIORGIA..!!

    • Marco Giacinto il 16 Maggio 2020 alle 23:37

    Fa ancora più rabbia vedere, poi km oltre confine, come la Svizzera stia vivendo il dopo-coronavirus. Italiani, sveglia, basta con questa farsa. Conte, sarai chiamato in Tribunale a rispondere di sequestro aggravato di milioni di persone, false comunicazioni, crudeltà, dissesto economico della nazione. Maledetto tu e i tuoi giannizzeri! Ecco qui: https://www.youtube.com/watch?v=-ieATrIU4Oo&feature=youtu.be

    • Giorgio il 17 Maggio 2020 alle 01:10

    Mattarella parla di vilipendio dopo due questa gente ha fatto tutto di più di prendere in giro un popolo.hanno fatto tutto di loro scelta minando un futuro di un stato sotto come le patate .mattarella firma il decreto .ma questo garante indifferente e ha il coraggio di vilipendio ? Questi è una presa in giro da questi disonesti!!!! Parlo della dignità di un popolo disperato.mattarella chi vuole intendere intenda!!!!!!!!!!!

    • antonio grazia romano il 17 Maggio 2020 alle 07:28

    L’art. 2045 del codice civile norma l’INDENNIZZO e stabilisce che ” chi causa ad altri un danno per salvare se stesso o altri dal pericolo di un danno grave alla persona (sempre che il pericolo non sia stato causato da lui) non è tenuto al risarcimento, ma il giudice può comunque riconoscere una somma al danneggiato a titolo di indennizzo. Si tratta del c.d. “stato di necessità”.Nel nostro caso per impedire l’espandersi dell’epidemia da coronavirus lo STATO ha imposto la chiusura di buona parte delle attività produttive ed economiche ritenute non essenziali con ciò determinando gravi danni ai titolari e alle loro famiglie. IL NOSTRO E’ PROPRIO IL CASO NORMATO DALL’ART:2045 Codice Civile, PREPARIAMOCI AD UNA GRANDE AZIONE GIUDIZIARIA COLLETTIVA. AVV. GRAZIA ANTONIO ROMANO,prima.il.diritto@outlook.com

    • Filippo il 17 Maggio 2020 alle 08:38

    Buongiorno Giorgia, penso che questa manifestazione di fdi , lega e credo fi, possa si servire a dare un segnale del malcontento della popolazione, ma mi permetto di suggerire che sarebbe più incisivo che tutte le forze del CD debbano andare compatte, dal Presidente della Repubblica che essendo il garante della nostra costituzione gli si dovrebbe chiedere se quest’ultima è stata rispettata finora e se il governo finora abbia fatto secondo il capo dello stato, gli interessi della nostra Italia e quindi dare anche una risposta sul perché questi , debbano continuare a governare con tutti i problemi che hanno causato. Il popolo con questi accordi sottobanco con la Germania e altri pinocchi dell’EU, avrà una tale difficoltà per riprendersi per via di questo scambio di favori che hanno fatto e che non gioverà alla popolazione. A meno che lui non dia una piena soddisfazione di come invece si sta procedendo.
    Sarebbe un bene che il popolo sappia dal suo Capo se tutto va bene. Ma lo deve a noi comunicare o attraverso un comunicato stampa o attraverso L queste domande che potrebbe fare l’opposizione.
    Penso sia questo che si debba fare subito dopo o anche prima la manifestazione.
    Una buona giornata.

    • antonio grazia romano il 17 Maggio 2020 alle 16:18

    C’ è un mondo ai più sconosciuto ai più, quello delle partite IVA delle piccole imprese del commercio artigianato turismo spettacolo e servizi danneggiato gravemente dalle scelte scellerate di un governo di incapaci a quel mondo volgiamo lo sguardo salviamo loro salviamo l’ITALIA.

    • Maria Angela il 17 Maggio 2020 alle 19:56

    Onorevole Giorgia Meloni,
    sto pensando alla lotta di liberazione degli Indiani dalla dominazione inglese, alla pacifica marcia del sale e ritengo che in questo momento difficile si potrebbe manifestare il dissenso rispetto alle misure ed alle modalità adottate dal Governo con una semplice azione di protesta : spegnere il televisore di sera in giorno e ora stabiliti. Senza muoversi di casa. Se ci fosse una partecipazione numerosa, si potrebbe dare un segnale forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.