Fase 3, Meloni: Task force Colao propone tassa prelievi bancomat. Mandare a casa armata brancaleone piddina

Invece di pensare ad abbattere la burocrazia e a togliere tutti gli odiosi obblighi che rallentano la nostra economia, i tecnocrati di Conte studiano soluzioni per eliminare il contante dalla circolazione. Quasi come avesse eseguito i consigli di Romano Prodi, la task force di Vittorio Colao propone di tassare i prelievi al bancomat!  È ora di mandare a casa l’armata brancaleone pentapiddina e tutti i tecnocrati al loro seguito, all’Italia serve subito un Governo forte che abbia come obiettivo principale quello di restituire al cittadino la libertà di fare impresa e di decidere come, quando e dove spendere i propri soldi senza che lo Stato spione stia lì a controllare e tassare per conto delle banche ogni singola transazione.

Condividi

17 commenti

Scrivi un commento

    • Giorgio on 9 Giugno 2020 at 13:52
    • Rispondi

    Ma è che prima ne avevano un demente adesso ne hanno peggio, questa ideologia dei miserabili del pd e oltre amici delle banche ,apriamo un discorso desolante per quanto riguarda evasione che predicano questi miserabili .ma le banche e multinazionali estere che operano in italia come pagano le tasse??

      • Marco Giacinto on 9 Giugno 2020 at 14:41
      • Rispondi

      Le pagano solo sugli interessi. Il capitale che creano dal nulla, quando vien loro restituito, grazie al NOSTRO lavoro, è esentasse, perché lo parificano con i soldi usciti a fronte del lavoro di digitare dei tasti sul PC. Una truffa colossale, di cui media e politici si guardano bene dal rivelare: sono lì per fare gli interessi delle banche (e i propri), mica quelli degli italiani.

    1. Non riesco a dire altro che fanno schifo! Non c’è limite al peggio

      • Gino Cerutti on 9 Giugno 2020 at 18:26
      • Rispondi

      COLAO, SERVO SCIOCCO, TU E I TUOI AFFILIATI. ASCOLTA BENE. Sfidare la volonta’ del popolo che lavora e chiede solo di campare in santa pace, non e’ intelligente, non e’ giusto, non e’ lungimirante. Arriva prima o poi la volta che le paga tutte.
      Alle persecuzioni la gente si ribella, inevitabilmente.
      Intanto a Lampedusa si sono auto-combuste le barcacce degli scafisti usate per la tratta dei clandestini, a uso della mafia e della sostituzione etnica degli italiani. E i Lampedusani erano e sono ospitali, accoglienti ! DAI E DAI, LA CORDA SI SPEZZA…

  1. Ormai non so cosa aspettarmi, giorno dopo giorno, perché il peggio non so che cosa potrebbe essere. burocrazie, pensioni decurtate e tassate dopo quaranta e più anni di servizio per i nostri genitori e noi con in mano nessuna certezza. lavoratori a casa senza stipendi e senza cassa integrazione, lavoratori in malattia (grave) che ricevono un euro al mese di stipendio. le pulci ai nostri poveri conti vogliono fare ora, e il bello è che tutti glielo lasciano fare. ma il resto della gente che vive in Italia cosa fa? non pensa? non vede? non riflette? è tutto giusto perché si chiama sinistra? è tutto sbagliato perché si chiama destra? vergogna vergogna vergogna a questi governi non votati e anche a quelli votati da chi non ha avuto il capire per rendersi conto del fatto che ci stanno solamente scuoiando vivi.

  2. MA QUANDO SAREMO TUTTI IN MEZZO A UNA STRADA, POVERI E DISPERATI, QUESTI “USURPATORI” DELLA DEMOCRAZIA, DA DOVE RICAVERANNO I LORO LAUTI STIPENDI? O HANNO GIA’ PREPARATO IL PIANO B? DOBBIAMO POTER VOTARE E TENTARE DI SALVARE IL SALVABILE. SARA’ UN COMPITO DIFFICILE PER IL PROSSIMO GOVERNO DI DESTRA ( CHIARAMENTE) MA ALMENO SARA’ UNA SCELTA DEL POPOLO.

    • Gino Cerutti on 9 Giugno 2020 at 18:16
    • Rispondi

    COLAO E’ L’ ULTIMO ARRIVATO DEGLI SCAGNOZZI DEL BILDERBERG. OBIETTIVI DUE PER L’ITALIA. UNO: UNA DEMOCRAZIA, SI FA PER DIRE, STILE REPUBBLICA CINESE. DUE: UNA ECONOMIA DI STAMPO GRECO, DOVE I BENI PUBBLICI E PRIVATI SIANO MESSI ALL’ ASTA, ALLA MERCE’ DEGLI SPECULATORI INTERNAZIONALI. QUEL CHE ACCADDE NELLA TRAGICA REPUBBLICA DI WEIMAR, GERMANIA, ANNI VENTI, PRIMA DELLA ELEZIONE AL CANCELLIERATO DI HITLER. GLI SCAGNOZZI DEL BILDERBERG, INVOCATI SIA DAI TRADITORI DEL PD, SIA DAI CIALTRONI INCAPACI DEL 5 STALLE (ve li ricordate? Volevano aprire il Palazzo come una scatoletta di tonno,. questi PAGLIACCI!) TEMONO SOLO UN AVVERSARIO. SI CHIAMA VOTO POPOLARE.
    LA DESTRA DEVE FARE PRESSIONE al massimo grado e con ogni mezzo, AFFINCHE’ SI VOTI IL PRIMA POSSIBILE!
    LA MOZZARELLA DEL QUIRINALE COMINCI A CAPIRE CHE TIRA UNA BRUTTA ARIA. IL RAGAZZO E’ TARDO E TESTARDO… BISOGNA AIUTARLO AD INTENDERLA, UNA BUONA VOLTA !

    • Nicola on 9 Giugno 2020 at 18:21
    • Rispondi

    Questi devono andare a casa. Si parte dal presupposto che tutti sappiano utilizzare il telefono per i propri pagamenti; non si considerano le persone meno giovani che vanno a ritirare la propria pensione direttamente all’ufficio apposito per provvedere alle proprie esigenze; probabilmente sono legati alle banche e vanno alla ricerca di strategie per farle arricchire ancora di più a scapito dei piccoli risparmiatori (popolo italiano). Si parla tanto di debellare lo strozzinaggio; bene, un povero operaio o pensionato quante tasse deve pagare sullo stipendio e/o pensione? Vogliamo calcolare la percentuale di “interessi“ che viene pagato complessivamente sugli introiti da lavoro o da pensione? Certamente si potrebbe parlare di “agiotaggio”. Chi dovrebbe essere condannato per un tale reati? Viva l’Italia e i veri italiani.

  3. Modificazione del sistema politico-amministrativo

    Alle fondate critiche mosse al sistema politico-amministrativo del nostro Paese, non si potrà mai dare una soddisfacente soluzione se prima non si sarà provveduto a spazzare via tutto l’apparato parassitario che rende impossibile il risanamento dei nostri conti pubblici.
    Su tale presupposto, ho ipotizzato un progetto di Nuova Costituzione basato su di una compiuta realizzazione della rappresentanza democratica, oggi monopolio del-la sola componente “politico-elettiva”, con l’altra sua componente “qualitativa-selettiva”, ancora assente, costituita da cittadini, estranei alla militanza partitica, debitamente qualificati sul piano professionale, culturale e morale, individuati dalle rispettive Organizzazioni e Associazioni di categoria, così da evitare, per quanto possibile, che personaggi del tutto sprovveduti di una adeguata preparazione siano chiamati ad esercitare funzioni pubbliche.
    Di tale Progetto, certamente emendabile e modificabile, elenco in modo non esaustivo alcuni dei Principi che lo caratterizzano: 1) riduzione del numero dei membri di tutte le Assemblee elettive, con mandati limitati a due legislature ed equiparazione del trattamento economico e previdenziale ai canoni comuni in materia di rapporto di lavoro subordinato dei pubblici dipendenti; 2) soppressione del Senato, delle Re-gioni e delle Province e di tutti gli Enti Inutili che gravano sui bilanci con attività in modo così dolosamente parassitarie da vanificare ogni tentativo di riduzione del debito pubblico e di alimentare tra gli elettori il bassissimo tasso di credibilità sulla corretta gestione delle risorse finanziarie, oltre alla scarsa considerazione del nostro Paese nel Consesso Internazionale; 3) la fusione o unione dei Comuni con popola-zione residente inferiore ai ventimila abitanti; 4) l’istituzione di Conferenze Permanenti in Aree Metropolitane, quali Enti Territoriali di Coordinamento e Raccordo Intercomunale delle varie attività locali, costituite da un numero di Comuni non inferiore a venti ed una popolazione non inferiore al milione; 5) la istituzione di una Conferenza Nazionale Permanente degli Enti Territoriali Metropolitane con il compito di valutare se l’azione amministrativa e gestionale dei servizi espletati nelle va-rie Aree corrisponda ai canoni di efficienza, trasparenza ed economicità.
    Tenuto conto delle “sedimentazioni parassitarie”, ormai consolidate da decenni in tutti gli apparati pubblici, la realizzazione di una tale “rivoluzione copernicana ” si presenta molto difficile, ma sul piano di una razionale organizzazione di uno Stato Moderno non è utopica e certamente indispensabile e urgente per evitare il fallimento della Nazione.
    Il Progetto è reperibile e scaricabile, a titolo del tutto gratuito, ai seguenti indirizzi : “www.nuovacostituziome.it” oppure “www.francescocarlobianca”, con l’invito a se-gnalarlo a quanti ne abbiano interesse, in particolare, alle Organizzazioni Laiche, produttrici di beni e di servizi, oggi gravate da una fiscalità vessatoria del tutto in-giustificata.

    Francesco Carlo BIANCA

    • MARIA GRAZIA bielli on 9 Giugno 2020 at 19:42
    • Rispondi

    Questi impavidi contabili, che di contabilità pare non se ne intendano, se non per aggiungere gabella a gabella. vogliono farci usare la carta elettronica spacciandola per un risparmio e allo stesso tempo ci vogliono tassare i prelievi. Ma oltre a quanto paghiamo mese mese, cosa dobbiamo ancora dare a questi disonesti? E poi li paghiamo anche a peso d’oro . Non arrivando più il rendiconto INPS relativo alla pensione, non sappiamo più neppure come vengono effettuati i conteggi della pensione stessa, un po’ di chiarezza mai?

    • Rosetta on 9 Giugno 2020 at 21:03
    • Rispondi

    Perché non staccate la spina? Solo voi potete farlo, coraggio

    • Roberto on 9 Giugno 2020 at 21:27
    • Rispondi

    Colao vuole condurci tutti “obtorto collo” diritti diritti in Unione Sovietica ! Occorre fare presto le “barricate” per liberarci una volta per tutte di questi pelandroni senza idee …..

    • Pino 007 on 10 Giugno 2020 at 01:05
    • Rispondi

    Adesso capirete del perche’ vogliono nazionalizzare 600.000 migranti piu’ altri 20.000 gia’ in attesa nei porti libici,….. affinche’ saranno liberi di votare “PD” alle prossime elezioni che verranno annunciate subito dopo aver concesso tale permesso, NON PRIMA.

    • Gino Cerutti on 10 Giugno 2020 at 10:43
    • Rispondi

    LA TRUPPA – MERCE DEI CLANDESTINI SERVE SOLO AI VOTI PIDIOTI. BISOGNA INVECE CHE GLI ITALIANI POSSANO VOTARE PRIMA. ALLA FACCIA DELLA CONNIVENTE, INSULSA FIGURA INCISTATA SUL “COLLE” E DEI BURATTINAI ALLA SOROS CHE MANEGGIANO QUESTO GOVERNO DI ARLECCHINI E PULCINELLA. VOTARE. VOTARE. VOTARE. VOTARE. E, se non si fosse capito: VOTARE !!!

    • Franco on 10 Giugno 2020 at 13:37
    • Rispondi

    Questa gente chi la conosce? mandateli tutti a lavorare invece di pensare come togliere i soldi sudati di tasca agli italiani……

    • Bruno on 10 Giugno 2020 at 14:38
    • Rispondi

    Questa è l’evidente incapacità di gestire la libertà dei cittadini e costituire una dittatura di fatto. La lotta all’evasione se non riuscite a farla è perchè ci siete dentro. Chiamatemi che ve la faccio io la lotta all’evasione però prima che ve ne scappiate all’estero però……

    • Luigi on 10 Giugno 2020 at 17:44
    • Rispondi

    Non pagano la cassa integrazione ma pagano questi. Potevano chiedere a Monti non costava niente!!!

Rispondi