Dl Rilancio, i principali emendamenti presentati da FDI

Ecco le slide dei principali emendamenti depositati da Fratelli d’Italia al decreto rilancio e presentati oggi in conferenza stampa dal presidente di FdI, Giorgia Meloni, dal capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida e dal responsabile Economia di FdI, Maurizio Leo.

 

Condividi

4 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Pino 007 il 10 Giugno 2020 alle 13:48

    Chiarissime le proposte come anche chiarissime le varie negativita’ fatte da parte del governo. Speriamo solo che il popolo abbia ascoltato quanto detto e proposto da parte di FdI.

    • Federico Puglia il 10 Giugno 2020 alle 14:22

    Mi permetto un piccolo suggerimento al Responsabile dell’Economia FdI Maurizio Leo, che è anche una mia battaglia personale, verso i Poveri tra i Poveri, che sono i Disabili. Invece di riservare quote alle Famiglie con un Disabile nel proprio nucleo, suggerirei di rendere una volta per tutte giustizia a Chi vive con 285€ mensili, che sono gli Invalidi dal 75 al 100% di limitazione accertata, dai 18 ai 67 anni (età nella quale rientrano nella Pensione Sociale). Ora, non che gli si arricchisca ma, avere la stessa quota della citata Pensione Sociale (nel 2020, 459€), in sostanza 175€ di maggiore respiro economico mensile, credetemi ridarà un minimo di sorriso e di Dignità, alla Popolazione che regolarmente incontro durante le infinite sessioni di Medicina Legale, nei quali vedo troppo spesso la rassegnazione e il pianto trattenuto, come maggiore stato d’animo che riesco a percepire. Facendo un rapido conteggio sul 2019, nel quale erano circa 4 milioni le Pensioni/Assegni Assistenziali, delle quali per un calcolo (per approssimazione, perché per un comune cittadino non esistono dati ufficiali da consultare….), si arriva a circa 1.600.000 Pensioni di Invalidità. Calcolando di conseguenza il delta proposto, per 13 mesi, si arriva intorno ai 3,5 miliardi/anno, cioè la metà del Reddito di Cittadinanza (quota a Bilancio), che non sarebbe scandaloso per nessuno dimezzare e destinare SOLO ai Connazionali di Buona Volontà, che poi accettano senza alcuna scusa, attività per il Bene Comune per il Paese, come possono essere la sistemazione esterna nelle strade dei Comuni, l’auto a fronte delle Calamità Naturali, come altresì lavori impegnativi (tolto solo Chi ha delle certificate patologie che lo possono impedire), come la raccolta nei campi e dell’uva nelle vigne.

    • MARIA GRAZIA bielli il 10 Giugno 2020 alle 19:55

    Direi che se fosse accettato, saremmo a cavallo…ma pare che questi siano progetti che questi signori non affronteranno. Non hanno a cuore il bene del popolo italiano, ma la sua disfatta. Accetteranno il Mes..e il virus continuerà finché farà comodo…

  1. Vorrei che qualcuno sciogliesse un mio dubbio. Casalino che ruolo ha? Cosa e chi rappresenta? Quali sono le sue competenze?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.