Giorgia Meloni a Conte: «State trasformando il Covid in una farsa, combatteremo in Parlamento e nelle piazze i ridicoli provvedimenti del Governo» (video)

L’intervento integrale nell’Aula della Camera del leader di FdI in risposta alle comunicazioni del presidente del Consiglio Conte sul Consiglio europeo del 15 e 16 ottobre 2020.

Presidente Conte, sarò “intemperante” perché non siamo, purtroppo, ottimisti sul futuro di questa Nazione. L’Italia attraversa una stagione estremamente complessa e l’impressione è che le risposte che arrivano da questo Governo continuino a mancare di credibilità e di concretezza. Vede, Presidente Conte, voi sbandierate le risorse del Recovery Fund come se fossero la risposta annunciata a tutti i problemi che abbiamo, ma purtroppo non è così. Non è così, in primo luogo, perché i soldi a fondo perduto dell’Unione europea, quelli che contano davvero, saranno 80 miliardi in diversi anni e non gli oltre 200 che lasciate intendere, ma soprattutto perché 80 miliardi di euro, in mano a chi non sa che cosa farci, rischiano di svanire nel nulla; così come sono, purtroppo, svaniti nel nulla buona parte degli oltre 100 miliardi di euro che avete speso da aprile ad oggi, dilapidati senza ritegno in consulenze, prebende, assunzioni per gli amici e provvedimenti inutili, mentre il 40 per cento delle aziende italiane rischia di chiudere. Oggi le linee guida del Recovery Fund che presentate sono un manualetto delle buone intenzioni. Fratelli d’Italia ha fatto la sua parte e siamo anche contenti che alcune delle priorità che avevamo individuato sono state inserite in questi titoli – la ricostruzione delle aree terremotate, il sostegno alla famiglia e alla natalità, il tema di Roma Capitale – ma rimane che sarà sui provvedimenti concreti che noi capiremo se l’Italia ha una possibilità di rialzarsi. E non siamo ottimisti, Presidente Conte, perché ho sentito l’intrepido segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, dire che se in questa fase di COVID-19 al Governo ci fosse stato il centrodestra non sarebbero bastati i cimiteri: è indimostrato. È, invece, dimostrato che con voi alla guida dell’Italia in questa fase presto avremo milioni di disoccupati. Quello è dimostrabile. E non è la sinistra “tassa e spendi” che ci può tirare fuori da questo disastro perché, economicamente parlando, è la sinistra “tassa e spendi” che ci ha infilato, economicamente parlando, in questo disastro. Ho sentito il temerario segretario del Pd Zingaretti dire anche che se al Governo dell’Italia ci fossimo stati noi, l’Italia non avrebbe ottenuto sul Recovery Fund quello che ha ottenuto. In buona sostanza, la tesi della maggioranza è che quelle risorse arrivano in quota parte importante all’Italia grazie alla credibilità del vostro Governo. Peccato che chi abbia avuto anche solo dieci minuti per studiare il negoziato sa bene che le risorse vengono distribuite ai vari Stati membri sulla base di parametri oggettivi: la riduzione prevista del PIL, il tasso di disoccupazione, il PIL pro capite. Presidente, sa che cosa significa? Significa che l’Italia non avrà una parte cospicua di quelle risorse grazie alla sua credibilità, ma l’avrà perché la sinistra al Governo negli ultimi dieci anni ha devastato l’economia di questa Nazione e ora noi dobbiamo essere aiutati molto più di quanto non debbano essere aiutati tutti gli altri. È di questo che vi state vantando? Perché a me non pare che ci siano elementi per vantarsi di questo.

Oppure, intendete sostenere che la Commissione europea aiuterebbe i singoli Stati membri sulla base del fatto che considera il Governo alla guida di quello Stato più o meno gradito? Perché questa è una tesi che, invece, abbiamo sostenuto noi spesso, ma voi fino a ora avevate avuto il pudore di negarla. Perché che vuol dire avere un “Governo gradito”? Io penso che gli italiani se lo dovrebbero chiedere. Io ho una risposta a questa domanda: “Governo gradito” significa un Governo asservito agli interessi delle Nazioni straniere, come dimostrano troppe cose che stanno accadendo in questi giorni nel disinteresse generale, come l’ultima vicenda che riguarda la Borsa italiana. Presidente Conte, avete aiutato i francesi ad arrivare all’obiettivo storico di avere il controllo sulla Borsa di Milano e di controllare l’economia e le informazioni sulle nostre imprese, che è un preludio alle offensive che la Francia prepara al nostro sistema economico e finanziario, a partire da Mediobanca e da Assicurazioni Generali. Non ne parla la grande stampa, ma noi sì. Presidente Conte, quanto è lunga la lista della spesa di Macron? Che cos’altro ci siamo impegnati a svendere? E quanto è colpevole e vergognoso che mentre alla Francia voi concedete tutto, non riusciate neanche a ottenere da Macron che imponga al suo amico Haftar la restituzione di 18 pescatori ingiustamente detenuti e sequestrati da oltre due mesi in Libia? E sia chiaro per i posteri che io parlo dell’intercessione di Macron perché al Governo ci siete voi, perché se ci fosse stato un Governo dotato del minimo sindacale di attributi necessari, Haftar avrebbe già visto il profilo delle navi della nostra Marina militare dalle sue coste. Purtroppo, la prova di questa sudditanza l’avremo anche con il MES, quando accederete al MES – perché così che finirà, cari amici del 5 Stelle – ma, per carità, su questo potrete smentirmi con i fatti.

Il dramma è che con voi noi non siamo sottomessi solamente agli interessi di alcune Nazioni europee, ma abbiamo anche altri padroni. Vogliamo parlare della Cina? Noi continuiamo, in Italia e in Europa, a moltiplicare tasse sulla plastica per le aziende italiane ed europee, facendo finta di non sapere che i fiumi europei contribuiscono allo sversamento di plastica in mare per circa lo 0,8% e che, in compenso, circa l’80% di quell’inquinamento è prodotto da Nazioni come l’India e la Cina, Nazioni sulle quali non dite niente e che aiutate a entrare in Italia, perché a noi non sfugge neanche il tentativo dei cinesi di entrare nella gestione dei porti di Taranto e di Brindisi. Presidente Conte, ci sono visioni diametralmente opposte: al Governo ci siete voi, consentite ai cinesi di fare extraprofitti perché non devono rispettare le norme sull’ambiente e consentite che quei soldi vengano utilizzati per fare incetta di infrastrutture strategiche a casa nostra. Se ci fosse Fratelli d’Italia al Governo, noi ci batteremmo per chiedere che la Cina paghi i giusti dazi per l’inquinamento che produce nel mondo e utilizzeremmo quelle risorse per difendere le nostre infrastrutture strategiche. Ed è quello che dovrebbero fare l’Italia e l’Europa. Vede, io mi vergogno di vedere un’Italia ridotta così e mi vergogno, ancora di più, quando vedo Nazioni come la Polonia e l’Ungheria, che sono meno potenti della nostra, che alzano la testa contro il ricatto di un’Europa che vorrebbe utilizzare i soldi del Recovery Fund per piegare, con la scusa dello Stato di diritto, nazioni che vogliono difendere le loro radici, la loro identità e i loro confini. Lo dico per mettervi in guardia, per dire: non fate finta di stupirvi quando alla fine porranno il veto, perché è da cretini pensare che gente che ha difeso la sua libertà dai carri armati sovietici oggi si faccia minacciare dagli omuncoli della sinistra europea. È da stupidi.

Adesso comincia la litania secondo cui “Visegrad: non ci aiutano sui migranti”. È falso anche questo, perché anche sul dossier dell’immigrazione avete capito poco. Presidente Conte, mi spiace: vi è sfuggito che la von der Leyen ha parlato di difesa dei confini esterni dell’Unione, di screening pre-ingresso per distinguere i profughi dai clandestini, di rimpatri? Non sono i “cattivoni” come Orbán che non vogliono la redistribuzione, non la vuole nessuno, a partire dai vostri amici Merkel e Macron. E, se voi continuate con questa furia immigrazionista, non otterrete che gli altri Paesi apriranno i loro confini agli immigrati: otterrete semplicemente che chiuderanno quei confini a chi arriva dall’Italia. Noi verremo buttati fuori da Schengen e, allora sì, saremo il campo profughi più grande del mondo. A proposito, ma il divieto di assembramento e l’obbligo di mascherina valgono anche per gli spacciatori nigeriani che bivaccano nelle nostre strade o quelli fate finta di non vederli, perché siete troppo impegnati a mandare la polizia a vietare le cene tra i parenti? Perché anche questo è un tema di credibilità.

Presidente Conte, io penso che dovreste interrogarvi sul fatto che, ormai, questi decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, questi DPCM, sono buoni soprattutto per i meme su Internet. Non c’è credibilità in quello che fate. Sono troppe le domande che vengono fuori. Che cosa vuol dire chiudere i locali alle 24, devastando un’intera filiera, un intero settore? Che vuol dire? Che il COVID è nottambulo? Che vuol dire? E il divieto vale anche per i centri sociali o quelli potranno continuare a ballare dopo la mezzanotte, perché sono amici del Governo e non pagano le tasse? E come si misura la differenza tra attività motoria e attività sportiva? Quale è la velocità, in chilometri orari, dell’andatura per stabilire se uno sta facendo attività motoria e sportiva? Se mi alleno per la marcia, mi multano? Perché in un teatro possiamo fare entrare duecento persone, ma in un matrimonio sono ammessi massimo trenta invitati? Quale è la ratio? Se io volessi fare la mia festa di matrimonio dentro un teatro, quanta gente potrei invitare? E che vuol dire che non si possono somministrare gli alcolici fuori dai locali dopo le 21? Stiamo combattendo il COVID o la cirrosi epatica? Ma vi rendete conto di quanto tutto questo sia francamente ridicolo? Che cos’è, giuridicamente, una festa? Come si misura una festa, giuridicamente? Bisogna essere allegri? Se si è tristi, è ugualmente una festa? E chi dice che per fare una festa servono molte persone? Io ho visto un sacco di gente che si annoiava e ho fatto festa con una persona sola. Tutto questo rende tutto ridicolo.

Presidente, il risultato rischia di essere che noi trasformiamo anche il mostro del COVID in una farsa grottesca, perché manca la credibilità. Questa è la ragione per la quale, oggi più di ieri, noi di Fratelli d’Italia, e spero tutto il centrodestra, intendiamo batterci con forza contro questi provvedimenti ridicoli, in Parlamento e fuori dal Parlamento, nelle piazze, sotto i Ministeri e tra la gente, e lo faremo perché la storia sappia che non siamo stati conniventi con queste idiozie.

 

Condividi

13 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Elena il 14 Ottobre 2020 alle 16:16

    Strepitosa!!!

    • Elena il 14 Ottobre 2020 alle 16:17

    Strepitosa!!

    • MARIA GRAZIA bielli il 14 Ottobre 2020 alle 16:36

    Cara, ho commentato l’altro tuo post e ti ho dato con ironia, la definizione che ha il virus per Conte: IL CACIO SUI MACCHERONI. Non a caso, Hanno avuto 6 mesi per organizzare un’eventuale e prevista recrudescenza del virus, ma solo il 2 scorso si son decisi a muoversi. Ci stanno prendendo in giro. Che significa far giocare il campionato e non far divertire i giovani a giocare a calcetto in 5? Che significa “prendersi cura degli anziani a rischio e non avvicinare i nonni” quando sa benissimo che sono i nonni a curarsi dei nipoti quando i figli lavorano. Che significa chiudere i ristoranti alle 24, quando riuscivano finalmente avendo clienti contingentati a fare 2 turni di servizio…CHIUDERE ecco che significa. Ma Conte forse ha ristoranti AMICI dove andare con la sua bella!!! Questo vale altri 300mila disoccupati! Ma continuano a dare il reddito di cittadinanza e a pagare dli addetti ai centri…Pura follia. Ma è tutta una pura follia saper d’essere governati da un PD che ha ingoiato i grillini e si sente autorizzato a decidere di che morte dobbiamo morire!! Tu sei la nostra speranza…AVANTI CON FORZA!!!
    .

    • Giorgio il 14 Ottobre 2020 alle 17:32

    Complimenti giorgia ,ha fatto un gran bel discorso a questi disonesti incapaci oltre a questo che non sanno niente.faremo da appoggio come social e votazioni che vogliamo la nostra italia svenduta da questo teatrino di disonesti che non hanno nessuna visione della realtà!!! Grazie giorgia

  1. Cara Meloni,questo governicchio è da mandare a casa ma in una casa detta penitenziario. Siamo in piena crisi e questi si comprano i consensi alle spalle nostre ,dei dirigenti (300?? non sono troppi?) a suon di milioni di euro,e la gente onesta povera che muore di fame.Ma un dirigente che ha un aumento di oltre 1.150 euro al mese,prende più aumento di quanto io prendo di pensione.Conte è il capo di questa mafia mascherata da politicanti. E Mattarella ne è consapevole;ma fa il finto tonto.Complice di chi sta distruggendo l’Italia ed il suo popolo.

    • Salvatore il 14 Ottobre 2020 alle 18:32

    BRAVA ONOREVOLE MELONI BISOGNA CANTARE PIU’FORTE PERCHE’NON CAPISCONO STO GOVERNO DI CELEBROLESI NON VOTATO DAL POPOLO. ELEZIONI SUBITO PRIMA DELLA CATASTROFE.BUONSERATA GIORGIA

  2. Gentile Giorgia, pienamente d’accordo su tutto. In particolare, riguardo la plastica gettata a mare, a Novembre dello scorso anno avevo trovato uno studio prodotto dall’Università della Georgia che aveva evidenziato nel dettaglio chi sono i dieci più grandi inquinatori del settore, con il totale dei paesi costieri dell’Unione Europea al 18° posto (pari al Marocco, e poco sopra gli USA). Purtroppo molta gente non ha tempo per fare ricerche del genere e farsi un’idea, così accetta supinamente tasse doppie sulla plastica, che finiscono nelle tasche dei soliti noti. Oltre che in Parlamento, è bene divulgare sempre più forte tutte le storture e le bugie che ci vengono propalate quotidianamente!
    Continui così. Sempre più forte!

    • Paolo il 14 Ottobre 2020 alle 21:54

    Caro signor Conte faccia il favore, anzi, un atto di compassione verso i Cittadini, prenda per mano Zingaretti e Di Maio e andatevene ,uscite dalla storia politica del mop Paese e dei miei concittadini, rendetevi conto che questo attuale governo , è penoso e tutto ciò che fa è quindi dannatamente penoso! Perchè volete distruggere la democrazia , togliere la possibilità di voto ai Cittadini Italiani? Perchè? Scoccia così tanto perdere potere sul Popolo? Dispiace NON più terrorizzare la Gente? Far paura e non dare vere misure per favorire guarigioni? Pensate che tutto il Popolo confonda , contagiati, portatori sani, con veri decessi dovuti al virus e continuate a fare confusione voluta tra decessi con virus e decessi avvenuti per colpa del virus! Chi sctrive è consapevole dell’esistenza del Covid19 , ma l’attuale è un ceppo diverso del primo, esistono ceppi diversi del virus che è in continua trasformazione! Il Covid è prodotto da scienziati umani e quindi che non sono perfetti e quindi la cosa è sfuggita al controllo come in passato è successo con molte altre ricerche , esempio il controllo delle radiazioni atomiche che ha portato alla morte molti scienziati, una per tutti la signora Maria Curie che negò la pericolosità delle sue ricerche e morì proprio per le radiazioni! Esempio emblematico di come la sicurezza della scienza sia effimera e fallace sia nel bene come nel male! Chiaro? A buon intenditor , poche parole!! Un caro swaluto a tutti con la umile richiesta di consultare la storia e verificare quanto sia a volte e in modo voluto,menzoniera e stupida la scienza !! Un caro saluto a tutti!
    Paolo

    • DANIELE il 14 Ottobre 2020 alle 21:54

    grandissima giorgia ti stimo sempre di più,ci stanno portando alla disperazione , questo bel paese lo portano alla povertà ,e danno aiuto a stranieri e delinquenza

    • Franco Cordiale il 15 Ottobre 2020 alle 12:24

    TAGLIAMO LA TESTA AL TORO CHIAMATO COVID.
    DOMANDE. QUANTE persone ne sono effettivamente morte ? Dico morte di COVID, e non morte CON COVID.
    QUANTE persone, in numeri assoluti, sono decedute nel primo semestre 2019 in Italia, a confronto con il 2020.? A livello nazionale e poi regione per regione ?
    COSA SI INTENDE PER “MALATO ASINTOMATICO”?
    Visto che tutti siamo portatori sani di molti virus e batteri potenzialmente letali.
    Quale e’ il nesso tra USO COSTANTE DELLA MASCHERINA E DIFESE IMMUNITARIE NATURALI DEL NOSTRO ORGANISMO ?
    La mascherina aiuta una sana e funzionale respirazione oppure al contrario la danneggia ?
    Come mai i parlamentari nostrani hanno cominciato a usarla dopo marzo, proprio quando si era ormai gia’ diffusa ed erano partiti da varie settimane i “lock down” ?
    DOMANDE DI ELEMENTARE BUON SENSO.

    • Pino 007 il 18 Ottobre 2020 alle 04:09

    Ormai il richiamo al voto e’ come l’eco…. si ripete si ripete e si ripete fino a che nuovi voci riattivano l’eco e si ripetera’ fino a che non ci decidiamo a scendere ” “TUTTI ” in piazza, pacificamente prima…. ma se saranno sordi , allora !!!!!

    • Salvatore il 18 Ottobre 2020 alle 20:45

    MANDIAMO CONTE HA FARE L’ AVVOCATO CIVILE A PIAZZALE CLODIO. AL GOVERNO E’ UN INCAPACE E TIRA LA POLTRONA PER NON MOLLARE IL SUO STIPENDIO.

  3. Sovrastrutture da eliminare

    Senato, Regioni, Province, piccoli Comuni
    E’ l’aspirazione della Comunità Nazionale, fonte e titolare della Sovranità: abolire il Senato, le Regioni, le Province; fondere o accorpare i Comuni con popolazione residente al di sotto dei ventimila abitanti; ridurre il numero dei membri delle Assemblee Elettive, da ristrutturare in composizione mista: in particolare, l’Assemblea Legislativa, monocamerale, andrebbe formata con un duplice sistema di rappresentatività democratica: “partecipativa-elettiva” e “qualitativa-selettiva”, al fine di assicurare nell’amministrazione della Cosa Pubblica la presenza di qualificati cittadini, estranei alla militanza nei Partiti, così da conferire agli atti normativi: legislativi e regolamentari, una più sicura rispondenza agli interessi generali della Comunità.
    E’ questo un imperativo, morale e giuridico, che obbliga tutte le forze sane del Paese a impegnarsi per un serio tentativo di porre ordine negli Organi, centrali e periferici dello Stato e degli Enti locali, oggi gravati da sovrastrutture parassitarie, principale causa del dissesto finanziario e di un degrado morale che ormai ha pervaso ogni aspetto della Società Civile.
    Il SENATO
    E’ un doppione della Camera dei Deputati, complica e ritarda l’attività legislativa in contrasto con le esigenze di speditezza reclamate dal ritmo della vita moderna. Va sostituito da una Conferenza Nazionale delle Aree Territoriali Metropolitane, con competenze idonee a valutare, in via comparativa, l’azione amministrativa e gestione degli Enti Locali, sotto il profilo della razionalità, efficienza ed economicità.
    LA REGIONE
    E’ bene ricordare che, nel lontano 1970, rarissime, illuminate coscienze avevano avvertito del dissesto che si sarebbe abbattuto sui bilanci pubblici; ma le loro voci sono state dolosamente soffocate dall’arroganza, dall’ignoranza e dalla mala fede dei politicanti, bramosi di creare nuovi centri di potere da cui ricavare vantaggi e privilegi.
    LE PROVINCE
    La loro soppressione, prevista fin dal 1970, proprio in concomitanza e a giustificazione dell’istituzione delle Regioni a Statuto Ordinario, si è rivelata una cinica bugia; non solo ma, nel corso degli anni successivi al 1970, alle novanta Province di storica memoria se ne sono aggiunte altre venti. E con somma impudicizia, il Governo pro-tempore aveva persino tentato di aggiungerne altre sette: quattro in Sardegna, una al Nord, Monza, due al Sud, Fermo e Barletta; i Partiti, poi, per conto proprio ne reclamavano altre ventinove. In tal modo oltraggiando, ancora una volta, gli interessi della Comunità.
    I COMUNI
    Secondo recenti rilevamenti dell’Istat, in Italia i Comuni sono 7.996, ma solo 636 hanno una popolazione superiore ai 15.000 abitanti e di questi appena dodici raggiungono o superano i 250.000 abitanti; dei rimanenti, con popolazione sotto i 15.000 abitanti, ben 2000 contano appena 1000 anime.
    Urge, quindi, una ristrutturazione dello Stato “ab imis fundamentis” per scongiurarne il fallimento; impresa quasi impossibile fino a quando le Istituzioni continueranno ad essere infestate da coscienze miserabili, ormai al limite dell’accattonaggio, tanto da avere l’impudenza di scaricare sui pubblici bilanci persino l’acquisto di uno spazzolino da denti.

    Francesco Carlo BIANCA “francescocarlobianca.it” “www.nuovacostituzione.it”

Rispondi