Roma, Meloni: Raggi ritiri in autotutela bando illogico su stabilimenti balneari Ostia, romani non possono pagare ennesimo spot ideologico M5s

Pochi giorni prima di Natale e nel bel mezzo di una devastante crisi economica, il Municipio X di Roma governato dai Cinquestelle ha pubblicato un bando per affidare 37 concessioni demaniali relative ad altrettanti stabilimenti balneari di Ostia. Il M5S scrive un provvedimento del tutto illogico, che contraddice la proroga fino al 2033 stabilita da una legge nazionale approvata dagli stessi grillini e arriva senza che in Assemblea capitolina ci sia stata l’approvazione definitiva del piano di utilizzazione degli arenili. Assurde le norme contenute nel bando, che a fronte di un solo anno di contratto impone ai nuovi concessionari di fare in pochissimo tempo tutti gli investimenti per far partire la stagione. Fratelli d’Italia chiede al sindaco Raggi di ritirare in autotutela questo provvedimento senza senso, che rischia di mettere a rischio la stagione e creare un rischio enorme di contenziosi e ricorsi, estremamente pericolosi per le casse comunali. I cittadini romani non possono pagare sulla loro pelle l’ennesimo spot ideologico Cinquestelle.

Condividi

4 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Giorgio il 28 Dicembre 2020 alle 22:51

    Un’ altra delle sue questi del 5stelle ma si rendono conto da quando sono andati al governo ne hanno fatte una peggio dell’altra.l’opposizione faccia un discorso molto grosso .ma questa gente lavorano per chi???

    • MARIA GRAZIA bielli il 29 Dicembre 2020 alle 15:56

    Il provvedimento dei 5Stelle viola il decreto sugli arenili e la loro concessione. Quindi cestinarlo o ricorrere all’Avvocatura di Stato..Un ennesima scivolata dei cinquestelle. Bene che vadano a casa, prima che facciano altri danni alla nostra economia balneare!! Non basta quello che hanno dovuto spendere gli assegnatari per rendere possibile la brevissima stagione balneare? Roba da matti!!!!

  1. Giusto. Io credo che le coste siano di tutto il popolo italiano e dovrebbero essere tutte libere,e le strutture solo di supporto. Mangiare,bere doccie e bagni;ma senza pagare una lira. Chi vuole una gabina,ebbene la paga,altrimenti la discesa al mare E’ GRATIS!

    • Paolo il 31 Dicembre 2020 alle 00:47

    Chi si fa pecora il lupo lo mangia! Frase molto calzante, riguardo l’ Italia di oggi. Il Popolo si è fatto pecora (non tutti) e questo non votato governo ,è lupo. Non bisogna cedere alla cancellazione di articoli della costituzione che espressamente dicono che ogni INDIVIDUO , è padrone di gestire la sua vita come vuole , è persona sovrana della sua vita! PRIMO , la libertà non va toccata e non si può usare una epidemia per bloccare la libertà! Ogni individuo decide come vuole, tanto più che la salute è cosa seria e non si può essere terrorizzati con notizie di dubbia verità! Il covid c’è e su questo non ci piove e sono anni che circola, tossi insistenti che non passano come i raffreddori che durano, come crisi respiratorie e calo di peso! Tutti pensano alla Cina ma nel laboratorio di Whan, lavoravano scienziati , Texani, Canadesi, Francesi, laboratorio creato per fare armi biologiche, complottista , neh? NO! Realista, Cinesi incapaci, laboratorio NON sicuro costruito con qualie patrocinio e perchè nessuno ne ha denunciato la pericolosità? Per carità, da noi cadono le scuole e i terremoti distruggono edifici moderni e risparmiano strutture del Medioevo o ancora più antiche, sottosuolo di Roma sotto stazione centrale ricco di mosaici e statue , mai è caduta una pietra ed è li da secoli! Evidenza di incapacità costruttiva e molta speculzione. Quindi, verità nascoste e volontà di imporre al Popolo regole restrittive ! Mai nella storia si è visto isolare i sani , semmai i Lazzareti erano per i malati e i lebbrosari per i lebbrosi! Il tempo ci darà la verità come sempre e la scienza della Terra piatta sarà di nuovo sconfitta dalla Terra rotonda! Auguri di un Buon Anno in libertà e possibilmente con un nuovo governo!
    Paolo

Rispondi