Usa, lettera Meloni al Corriere della Sera: Non accetto lezioni sulla vicenda americana

 

Gentile direttore,

“Negli Stati Uniti sono accaduti, in queste ore, eventi clamorosi e gravissimi, culminati in una surreale irruzione nella sede del Congresso americano che ha causato diversi morti. Un quadro scioccante. Eppure per molti, in Italia, sembra tutto semplice. La tesi sostenuta, in sostanza, è: negli USA c’era un dittatore pazzo che è stato sconfitto, ora ha vinto il bene sul male ma Giorgia Meloni non ha preso sufficientemente le distanze dal mostro Trump. A volte invidio chi ragiona in modo così banale, se non altro perché a fine giornata non rischia l’emicrania per aver fatto lavorare il cervello”.

Lo scrive il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni in una lettera pubblicata dal Corriere della Sera.

Rispondo per punti alle stupidaggini che ho letto sul mio conto.

  1. Non faccio parte in alcun modo dei “condannatori di violenza un tanto al chilo”, quelli per i quali la violenza è giustificata se è di sinistra ed è uno scandalo se arriva da chi è contro la sinistra. Non ho mai avuto timidezza nel condannarla, perché la violenza è violenza, ed è sempre una implicita ammissione di inferiorità. E’ stato così anche stavolta, come le tante altre nelle quali ho denunciato violenze su cui quelli che oggi pontificano tacevano colpevolmente. Davvero sono sfuggite le recenti immagini delle devastazioni prodotte dai Black Lives Matters? E se si considera legittimo che possa pagare con la vita chi assalta le istituzioni – come accaduto a Washington – perché a chi si scagliava con un estintore contro le nostre forze dell’ordine sono state dedicate aule del Parlamento italiano? Non c’è una violenza giusta e una sbagliata, come una sinistra disperata ormai teorizza, e finché su questo non sentirò parole chiare, non accetto lezioni.

 

  1. Ho scritto che le violenze dovevano cessare “come chiesto dal Presidente Trump” perché quando ho pubblicato il post Trump e altri del suo staff avevano già chiesto ai manifestanti di tornare a casa in pace, e mi pareva rilevante che a fare questo invito fossero coloro che più di tutti potevano essere ascoltati dai manifestanti. Ma evidentemente, in Italia, interessa più alzare il livello dello scontro che non placare gli animi. Aggiungo che a parere mio quelle violenze non rafforzavano certo la posizione di Trump e di chi contesta la regolarità delle elezioni. Valutazione forse troppo complessa per chi si limita a dividere il mondo tra buoni e cattivi.

 

  1. “Trump è colpevole perché non vuole accettare il risultato elettorale”. Personalmente, sono convinta che la volontà popolare vada rispettata sempre. Io. Ma lo pensa anche la sinistra? Non mi sembra, visto che teorizza da tempo che la quale la democrazia, in fondo, non possa che essere oligarchia, e se il popolo sbaglia e vota “male”, allora è un dovere civico adottare delle contromisure. Tipo governare da dieci anni in Italia pur non avendo mai vinto le elezioni. Oppure tentare di rovesciare in qualsiasi modo Trump, richiesta di impeachment compresa.

 

  1. “E’ un momento grave, è in gioco la democrazia”. Su questo sono d’accordo, mi sorprende però che alcuni pericoli per la nostra democrazia siano sistematicamente taciuti, come il fatto che i giganti del web, società private, si arroghino il diritto di sostituirsi alla magistratura, alle istituzioni e alla costituzione americana oscurando e zittendo il Presidente USA. Veramente non si vedono i rischi che questo comporta?

 

  1. Non mi sono mai definita trumpiana, blairiana, putiniana, macroniana o merkeliana. Non ho mai fatto la cheerleader di nessuno. No, questo lo hanno fatto altri in Italia. Certo, da presidente dei conservatori europei, partito che ha tra i propri affiliati anche i Repubblicani, mi sento vicina alla loro visione politica e non ho fatto mistero di preferire Trump rispetto alla Clinton o a Biden, perché condivido in buona parte la sua visione economica e perché sul piano della difesa dell’interesse nazionale italiano – unico metro con il quale, da patriota, guardo la politica estera – ritengo che la dottrina Obama-Clinton (e dunque Biden) di sostegno alle primavere arabe e al fondamentalismo sunnita abbia prodotto per noi enormi disastri.

 

  1. E veniamo all’aspetto più grottesco di questa vicenda. In queste ore Donald Trump viene dipinto dalla sinistra come un dittatore, un malato di mente, un uomo pericoloso da mettere al bando. Qualcosa mi sfugge. Parliamo dello stesso Trump considerato strategico nella nascita del Governo Conte bis, con il famoso tweet nel quale sperava di continuare a lavorare con “Giuseppi”? Lo stesso Trump che veniva ringraziato da ministri del governo italiano per aver chiesto di investire in Italia, con accanto Conte sorridente, entusiasta di quel supporto?

Sono colpita dalla superficialità della nostra classe dirigente. Non è mai prudente entrare nelle questioni interne di uno Stato estero, a maggior ragione quando si parla delle dinamiche democratiche della prima potenza al mondo. Non mi è sfuggito, ad esempio, che il Presidente Mattarella abbia preferito un cauto silenzio sulla vicenda. Ma se proprio si vuole entrare a gamba tesa, allora si deve comprendere il peso delle parole che si pronunciano, e le conseguenze che comportano. La domanda che faccio a tutti i politici italiani che oggi dipingono Trump come un mostro è: se tra quattro anni si dovesse per caso ricandidare, e dovesse vincere le elezioni, quali saranno le vostre contromisure? Chiederete all’ONU che gli USA siano dichiarati stato canaglia? Porterete l’Italia fuori dalla Nato per non condividere le scelte con un tale, impresentabile, figuro? E se pensate questo di Trump, perché non avete reagito in questi anni, preferendo un vigliacco silenzio? Serietà signori. Voi dovreste rappresentare gli interessi di una Nazione che agli Stati Uniti è legata a doppio filo, chiunque la guidi, e non potete permettervi di confondere la geopolitica col tifo da stadio.

Ci sarebbero molte altre cose da dire direttore, ma non voglio abusare della vostra disponibilità.

Posso solo augurarmi che l’Italia torni ad avere quanto prima una classe politica seria e degna.

Condividi

18 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Elena il 9 Gennaio 2021 alle 14:42

    Brava Giorgia, sei la ns unica speranza, la speranza del futuro dell Italia

    • Paolo il 9 Gennaio 2021 alle 15:06

    giusto
    Giorgia non cambiare e porta avanti i nostri valori

  1. Mi piace come parli a quegli uomini di????…escrementi…sono solo dei vili buffoni bugiardi di natura ed imbrogliano i fessacchiotti fanatici a farsi votare,anche se poi li inchiappettano tutta birra. Giorgia,io non odio nessuno e non posso fare a meno di riconoscere che la sinistra è , e sarà sempre la rovina dei popoli. Ma lo sanno quanti milioni di cinesi muoiono perché non al 100% comunisti in Cina? I ca,pi di “rieducazione al comunismo” sono tanti e muoiono a non finire. E la pandemia? Ecco un governo comunista l’ha creata e noi ancora compriamo loro merci (inquinanti e radioattive) , e Prodi prima e Di Maio dopo,li hanno favoriti calandosi le braghe???? Ma sanno cosa è l’onore e l’onestà??? …non credo proprio.

  2. Vorrei aggiungere: Ma sono il 90% dei giornalai (non giornalisti,questi sono super partes) e strilloni,tutti di sinistra;ma allora la sinistra paga bene i “comprabili” = corruttibili poveruomini di cacca,senza onore né di uomo tanto meno di professionista !. Io,di destra,sono povero;ma non sarò MAI un miserabile disonesto nè morale nè materiale. Loro sono solo dei miserabili venduti!

    • Domenico il 9 Gennaio 2021 alle 15:44

    Giorgia Meloni ha dimostrato ancora una volta, la Sua solidità politica. Da Presidente dei Conservatori Europei, non aveva nessuna intenzione di rinnegare il ruolo di Presidente dei Conservatori, con toni e parole equilibrate. Ha rinnegato la violenza ovunque si consumi. Non dimentichiamo le manifestazioni violente della Sinistra per distruggere tutto quanto gli capitavava a tiro. Incendiare pullman con Carabinieri dentro, che altro non facevano , difendere lo Stato. Le Brigate Rosse. Sequestrato e poi con L’uccisione del Presidente Moro. Abbiamo il pudore di non accusare amici Rossi. Condanno pure gli attentati chi ha messo bombe a Piazza Fontana Estremisti di Destra. Quelle erano mirate , comandate dalla Mafia. Comunque bandisce qualsiasi tipo di violenza e per qualsiasi motivo.

    • Sandro Cecconi il 9 Gennaio 2021 alle 15:46

    Intervento più che eccellente e necessario in quanto il clima nei suoi confronti e nei nostri confronti è stato avvelenato più che dai pupazzi che siedono in parlamento, mai visto tanti scollegati mentali sedere indegnamente su quegli scranni, dai vari pennivendoli ormai totalmente da qualsivoglia elaborazione intellettuale che quotidianamente giocano a fare i c.d. giornalisti mentre sono proprio altro legati mani e piedi alla sinistra che concede loro un onore che non meritano.
    Una vera vergogna sotto qualsiasi aspetto lo si voglia analizzare.
    Leo Longanesi nel 1954 soleva affermare:
    “In Italia non è la libertà che manca, mancano gli Uomini Liberi”. Ecco, appunto!
    E da allora la situazione è talmente peggiorata che ha oltrepassato la soglia degli inferi sia negli scritti, i quotidiani, sia nella voce, i media televisivi.

    • MARIA GRAZIA bielli il 9 Gennaio 2021 alle 16:11

    Sai Giorgia, l’attacco che ti fanno è solo un pretesto, unicamente. per colpire noi e te.. Nessuno si ricorda delle fotografie, degli Auguri, degli inchini a Trump, quando aveva diminuito i disoccupati, aumentato le entrate, Poi il virus, ha dato una mazzata, come a tutto il resto del mondo. Questo ORCO Trump, che oggi viene definito FOLLE e magari messo sotto processo, ha evitato uno scontro arabo-israelita, al quale tutto il mondo aveva gioito. Oggi chi gioisce è la solita sinistra vigliacca, che spera in un Biden smidollato e manovrato dai grandi poteri internazionali. Stiano attenti i nostri governanti che ciò che è accaduto nell’America democratica, potrebbe accadere anche in un’Italia ridotta alla miseria. Il popolo agisce indipendente dai voleri dei governi. Quando ha fame, si ribella senza badare a chi in quel momento comanda. La FAME non ha colore politico!

    • Giorgio il 9 Gennaio 2021 alle 16:21

    Giorgia condivido il suo discorso, con questi disagiati mentali con un grado di frustrazione riversano l’odio su di lei e nel popolo .sentivo un signore che conosce molto bene le leggi il sig.carlo nordio ex magistrato che in piena pandemia se il governo e inefficiente davanti la gestione si cambia!!!! Giorgia con questi aguzzini per salvarsi le poltrone si va’ al voto.salviamo il salvabile.

    • Andrea Vaccari il 9 Gennaio 2021 alle 17:42

    Brava!!!!!!!!!!!!

    • Riccardo Crocetti il 9 Gennaio 2021 alle 18:38

    Brava Signora Meloni!
    Lei è una persona che stimo moltissimo.
    Ha fatto bene a rispondere per le rime al NON GIORNALE ” Il corriere della serva”, che insieme ai NON GIORNALI LECCHINI ” La Repubblica ( delle banane) “, ” La Stampa” e quasi tutti gli altri media ( pronunciato ” MEDIA” e non ” midia” , perchè trattasi di una parola latina) super – schierati con i fascio – globalisti , vale meno di zero.
    Quando il centrodestra sarà di nuovo al potere, per favore , si dia da fare per mettere sotto processo ed eventualmente licenziare in tronco ,quei magistrati che stanno vergognosamente bombardando di avvisi di garanzia Salvini per aver fatto il suo dovere e che non muovono un dito per contrastare l’invasione del nostro paese.

    • Paolo il 9 Gennaio 2021 alle 19:34

    Carissimi e cara signora Meloni, per ciò che riguarda le elezioni USA, in particolare , preferisco il presidente Trump , proprio a riguardo di una scelta tra i due contendenti, perchè Trump cercando di salvaguardare l’America dalla Cina , indica una strada che anche l’Italia dovrebbe seguire per valutare maggiormente i prodotti MADE IN ITALY!.Se invece devo esprimere il mio personale parere sugli USA, ricordo a tutti , giornalisti compresi che l’America è abitata da un Popolo formato da individui i cui antenati provenivano da molti Paesi Europei! E non avevano diritti sull’America! Perchè non avevano diritti?Perchè hanno ELIMINATO il Popolo , la Nazione dei NATIVI AMERICANI! Questo deve far riflettere sul sistema che gli Europei hanno usato per avere il possesso di un continente non loro! Senza contare i veri pasticci combinati , chiamati così , in modo molto bonario. Hanno creato il razzismo, hanno prelevato persone dai loro rispettivi paesi e usati come schiavi! Non voglio approffondire le guerre che con scuse di dare democrazia hanno creato. E continuano ancora oggi e i militari impegnati in queste azioni di “pace”, si chiedono perchè gli Americani sono mal visti, già, chissà come mai, neh?Signori miei la verità è molto diversa da sempre dalle panzane che vengono raccontate e scritte! L’unione europea che non mi piace, usa lo stesso sistema per demolire le economie a loro non piacenti! Studiare la storia a livello scolastico non produce conoscenza ma solo confusione .
    Così penso e così scrivo. Auguri di buona vita a tutti e spero signora Meloni che riesca con l’aiuto anche dei suoi alleati di provocare crisi di governo e di andare finalmente a votare! L’opposizione ce l’avrà dura i non votati ci tengono al potere e agli euro! Tanti auguri signora Meloni.
    Paolo

    • Gianfranco Bucelli il 9 Gennaio 2021 alle 19:40

    Perfetto

    • Franco Cordiale il 9 Gennaio 2021 alle 20:10

    TRUMP DONALD SAREBBE DUNQUE UN “MOSTRO” che si ribella al voto democratico dei cittadini americani, ricorrendo alla forza? Veramente anche Lenin sciolse la Assemblea Costituente del 1919, visto che i rappresentanti del partito bolscevico risultarono essere minoritari. E nessuno protesto’ a sinistra. Da allora… fino ad oggi. Nessuno a sinistra avrebbe mai presentato Lenin come un mostro, ma neanche Fidel Castro, Mao Tse Tung, Pol Pot di Cambogia, il colonnello filo marxista Muhammar Gheddafi. Nessuno a sinistra ha mai parlato di “attentato alla Costituzione” quando ci furono gravissimi disordini dopo l’attentato a Togliatti nel 1948. Senza tornare cosi’ indietro, basti ricordare le GRAVI VIOLENZE DI GENOVA DEL 2001 e quelle di Roma nel 2010 e nel 2011, vere e proprie INSURREZIONI organizzate a sinistra, per far cadere il GOVERNO Berlusconi, democraticamente eletto.
    CERTO, ci volle “altro”. Novembre 2011. E cosi’ si insedio’ con “somma democraticita'” si fa per dire, il governo Monti.
    E i “BLACK LIVE MATTER” che hanno causato tutti i disordini che volevano, non esattamente preoccupandosi di indossare la mascherina quando assalivano, ammazzavano, distruggevano perfino le statue dei cosiddetti “razzisti” di nome Cristoforo Colombo e Winston Churchill ?
    INDULGENZA PLENARIA. O MEGLIO, SMEMORATEZZA DA PARTE DELLA STAMPA ALLINEATA. Cioe’ asservita ai signori del “nuovo Ordine mondiale”. CORRIERONE in testa e Repubblica, sua gemella. Insieme alla Stampa di Agnelli.
    TRUMP E’ IL MALE. L’IMMAGINE della grinta cosiddetta “fascista”. L’incarnazione del cattivo americano: predone, razzista, nazionalista (pero’ anche contro droga, aborto, democrazia da esportazione con le guerre, che riprendera’ di sicuro con Biden…)
    MA SE VOLETE CONSOLARVI, vi suggerisco un’immagine alternativa: quella del papa Francesco sulla copertina di Vanity Fair. Guardate come sorride amabilmente guardandosi in giro!
    Basta cercare. E quello buono lo si trova sempre ! Mentre ci insegna che ci dobbiamo amare, grande famiglia umana. Visto che “siamo tutti sulla stessa barca”. O no ?
    Anche voi che leggete, vi sentite di essere “sulla stessa barca” ?

    • Michele Ametta il 9 Gennaio 2021 alle 23:09

    Semplificando e riassumendo io sono per” GIORGIA FOR PRESIDENT” indiscutibilmente!!!

    • Federico il 10 Gennaio 2021 alle 08:35

    Cara Giorgia,
    Forse le sx rdical chic al servizio dell’ NWO si sono dimenticate gli scontri e le violenze che ci furono quando Trump vinse le elezioni..Città americane messe a ferro e fuoco da una turba di sbandati probabilmente al soldo di Soros .. Beh dai quelle erano “violenze progressiste”! Il messaggio “tra le righe trasmesso dai media alla popolazione era “beh quel “porco di Trump” ha vinto,fanno bene a sfasciare mezza nazione”!.
    ..Il cdx popolare dai valori cristiani va azzerato,cancellato,censurato,calunniato
    dalle sx massoniche luciferine,dai “giornaloni” e dal mainstream ! Costi quello che costi!

    • Franco Cordiale il 10 Gennaio 2021 alle 10:36

    LA CULTURA MASSIFICATA PROCEDE SEMPRE PER STEREOTIPI. Chiamerebbe “fascisti” i vostri genitori e in genere quanti, per amore di verita’ e giustizia, osano dire quel che pensano davvero. Ma loda in modo sperticato quanti fanno “la faccia dolce” tipo appunto mister Bergoglio, con la bocca strapiena di “apertura, dialogo, cooperazione, amicizia sociale, incontro, ponti invece di muri, accoglienza dei fratelli migranti, la grande famiglia umana, siamo tutti sulla stessa barca”. Eppure anche la barca su cui erano Cristo e gli apostoli minaccio’ di capovolgersi, sotto la furia della tempesta! Ed il Messia non fece un respiro profondo da corso avanzato di Yoga… Nemmeno mando’ un sorriso estatico a 360 gradi, per rabbonire la furia degli elementi ! No. Invece rimprovero’ i suoi discepoli timorosi per la loro mancanza di FEDE.
    Temo che le sue immagini “scandalose” non avrebbero guadagnato la copertina di “vanity fair”. E neanche quella dell’ ESPRESSO.

    • Walter Esposito il 10 Gennaio 2021 alle 14:46

    Lezioni sulla vicenda americana? Farebbe bene ad accettarle. Farebbe bene a scendere dal piedistallo su cui si è autocollocata e cominciasse finalmente a ve- dere e capire la realtà delle cose. In un momento come questo l’assalto, molto sguaiato oltre che violento, al Campidoglio americano è da condannare tout-court senza distinguo di alcun genere. Dichiarare che a Biden preferisce Trump che, lo sa bene, è stato l’ideatore e l’incitatore della violenza, è un atto di adesione alla criminale ideologia di Trump. E’ inutile che poi dica che non è mai stata trumpi-sta. Come si fa a parteggiare per un uomo che, unico nella storia degli USA e di tutti gli stati democratici del mondo, si rifiuta di accettare i risultati di un regolaris-simo voto elettorale adducendo accuse – mai provate! – di brogli; e si rifiuti altresì di lasciare la Casa Bianca, dove si era rifugiato per proteggersi grazie all’immu-nità dai diversi procedimenti giudiziari a suo carico? Quanto a Biden, che a lei piaccia o no, indiscusso vincitore di elezioni democratiche riconosciute da tutti gli Stati Uniti, come fa a formulare giudizi senza averlo prima visto all’opera? Se ha un’idea di cosa sia la democrazia non giudichi a priori.
    Scenda, signora Meloni, scenda dal piedistallo, smetta quella sua aria di suffi- cienza, si liberi da quella sua boria, del tutto ingiustificata, e si renda conto che i suoi atteggiamenti tutto sono fuorché democratici. E ringrazi il Cielo di sedere, nonostante le sue idee e le sue esternazioni, in un Parlamento democratico e tol-lerante – anche troppo tollerante – come il nostro.

    Walter Esposito

    • Walter Esposito il 13 Gennaio 2021 alle 11:37

    E comunque, signora Meloni, ha scritto un sacco di fesserie da far credere ai suoi ficionados e che sarebbe facile contestare una per una, ma penso che non valga la pena dedicarle altro tempo.

    Walter Esposito

Rispondi