Meloni a «La Verità»: «Con Pd e M5S non si aiuta l’Italia. Noi rispettiamo la parola: faremo opposizione patriottica»

La lettera del presidente di FdI al quotidiano diretto da Maurizio Belpietro

Caro Direttore,

rispondo con molto piacere alle osservazioni garbate che lei mi sottopone in merito alla scelta di Fratelli d’Italia di non far parte del governo Draghi. Di ben altro tenore sono state le critiche che ho letto su altri quotidiani. Dotte analisi sul fatto, ad esempio, che non accettare a scatola chiusa la «cura Draghi» sia un richiamo alle «fogne», o l’immancabile ritorno al pericolo fascista, per non parlare degli insulti che ho ricevuto come donna e come madre.

Lo avevo purtroppo messo in conto, ma tutto ciò è sintomatico di un clima nel quale il mondo dell’informazione si sente legittimato a scagliarsi senza freni contro chi è «colpevole» di non aderire al governo di tutti, e dunque anche alla acritica – a tratti fideistica – esegesi che lo accompagna. Perché lo chiamano il governo dei migliori, ma nessuno sa ancora neanche da chi sarà composto. La nostra scelta non è stata semplice. È assolutamente vero il preambolo di ogni ragionamento: che va colta con grande gioia la fine del governo degli inetti, del duo Conte-Casalino e della squadra che lo componeva. E va quindi accolta come una liberazione la sostituzione di costoro con una personalità competente e preparata come Mario Draghi. Ma non le nascondo che mi fa sorridere come il fatto che gli stessi che oggi si spellano le mani in prima fila per il premier incaricato «che ci libererà dai disastri di Conte» cantassero ieri proprio le gesta di Giuseppe Conte. Strano paese, l’Italia.

Capisco benissimo la speranza dei piccoli imprenditori, del mondo degli autonomi, dei commercianti, dei molti che rischiano di perdere il posto di lavoro a causa dell’inettitudine del precedente governo. E non mi sfugge il fatto che ripongano le loro speranze residue, ora che non sanno cosa sarà del loro domani, nella figura di Draghi. Così come sento anche io chi dice: «Ma come, non partecipi a questa fase nella quale ce n’è per tutti, grazie al Recovery fund e al sostegno di Ue e Bce? Adesso che bisogna spendere e ci sono 550 poltrone pubbliche da spartirsi, Fdi si tira fuori?». Sono tutte obiezioni fondate. Una di certo è vera: Fratelli d’Italia avrebbe avuto molta più convenienza a stare dentro questo grande calderone. Pardon, nel «governo di unità nazionale». Ma il mio è un partito di patrioti. E non ci siamo mai mossi per calcolo ma solo nell’interesse specifico della nazione. Se conquistiamo consenso grazie a questo ne sono felice, ma le nostre scelte non sono mai state subordinate alla convenienza elettorale.

Non sono d’accordo con chi dice che questa è la fase dove chi sta fuori lo fa per convenienza di parte, perché la convenienza sarebbe proprio stare dentro il corpaccione del governissimo, non fuori. E per dirimere ogni dubbio sulla questione basta vedere dove si trovi l’esercito dei poltronari: io li scorgo tutti nelle file della maggioranza. E allora perché questa scelta del «no» al governo Draghi? Perché siamo fermamente convinti che per il bene dell’Italia serva altro che non un intero Parlamento schierato con un governo scelto all’interno del palazzo. Prima di tutto per non rassegnarsi alla cosiddetta morte della politica. Non è vero che siamo tutti la stessa cosa, come un certo populismo «di establishment» prova a far credere. I partiti hanno radici, identità e visioni che tra di loro non sono sovrapponibili. Il governo Draghi dovrà fare delle scelte ma, con un Parlamento composto a maggioranza da Pd e 5 stelle, e quindi ostaggio della sinistra, temo che sarà molto difficile fare le cose coraggiose che servono per tutelare il nostro tessuto produttivo, i posti di lavoro, la libertà di impresa e proteggere i nostri asset strategici. E lo stesso vale per temi come la difesa della famiglia e dei confini. Quella di Fratelli d’Italia non è preclusione di principio, ma è la consapevolezza che le nostre idee sono incompatibili con quelle della sinistra. In secondo luogo – per quando possa sembrare velleitario, o infantile, o addirittura suicida in una nazione nella quale i furbi vengono osannati e i coraggiosi combattuti – per noi è sacro rispettare la parola data.

Ci siamo presentati agli elettori dicendo che avremmo governato solo con il centrodestra ed è un impegno politico che intendiamo onorare. Proprio questo ci permette di agganciare il terzo elemento: crediamo che sia molto utile e sano, per una democrazia, avere un’opposizione che abbia la libertà di dire quando il governo fa delle scelte sbagliate. A Mario Draghi abbiamo assicurato che da parte di Fratelli d’Italia non c’è e non ci sarà alcuna opposizione preconcetta: la nostra sarà un’opposizione patriottica come sempre. Per questo potrà contare su di noi per ogni misura che reputeremo utile al bene della nazione. E quando dovessimo sostenere quei provvedimenti, lo faremmo senza chiedere in cambio ministeri, poltrone o nomine nelle partecipate statali.

È così irresponsabile questo comportamento? O è piuttosto l’atteggiamento serio di chi, avendo a cuore il destino dell’Italia, ne difende le fondamenta – a partire dalla democrazia, che lega chi è rappresentato a chi lo deve rappresentare – e valuta nel merito ciò che è bene e ciò che è male, senza sotterfugi, senza trasformismo, senza tatticismi? È questa la cifra di Fratelli d’Italia. Siamo franchi e leali, e non abbiamo paura di essere, a modo nostro, unici.

Condividi

8 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • alfredo denzio il 8 Febbraio 2021 alle 15:27

    Signora lei e’ l’unica in questo putridume di politica e di informazione che merita rispetto lei e’ l’unica che non vende al mercato delle vacche le sue idee, lei e’ l’unica che non chiede poltrone in cambio dei voti
    Per quanto riguarda il governo dei migliori come definire questa accozzaglie di burattini pronti a prostituirsi in cambio di soldi o poltrone, hanno applaudito Conte 1 poi Conte 2 poi tifavano per Conte 3 ora si prostituiscono per Draghi
    La maggior parte della stampa italiana fa schifo purtoppo non possima fare nulla ma almeno andiamo atesta alta
    adenzio

    • Giorgio il 8 Febbraio 2021 alle 17:27

    All’evidenza dei fatti agli occhi di tutti e narrazione deviata da una buona parte dagli organi di informazione porta davanti a un popolo distrutto dal virus a una confusione del popolo.vedendo tutte le malefatte da questo governicchio a comprare voti, giorgia voi della destra aiutate un popolo e far crescere uno stato ma quella banda di disonesti
    faranno in modo di svenderci a tutti agli altri stati.giorgia continuate così abbiamo un ideale e tanti valori!!

    • Pino il 8 Febbraio 2021 alle 18:18

    Giorgia, se te lo dice un anziano del tuo partito che la decisione di rimanere fuori dal governo forse nascente È GIUSTA E LODEVOLE… puoi star tranquilla… IL tuo è l’unico partito che rispetta il popolo e garantisce la democrazia.. Cose che avrebbe dovuto fare Mattarela.. E quanto meno avrebbe dato un termine a questo governo se è veramente d’emergenza e non fine legislatura.. Ma siccome il popolo non conta più. niente.. Ormai tutti credono che siamo stupidi! Ma alle prossime elezioni vedremo un po’ questa gente che fine farà.. GIUSEPPE

    • LUIGI MASTRECCHIA il 8 Febbraio 2021 alle 18:34

    condivido pienamente quanto asserito da Pino, come del resto da me -fiammista 1960- già affermato in altra corrispondenza.AD MAIORA p

  1. I radical schik dicono che essere patrioti è fuori dai tempi…io sono dell’opinione opposta. Io amo le mie origini ed il mio paese e non farò mai lo stupido mondialista,giusto per piacere a qualche stupido deficiente snob del cavolo. Io AMO,DIO,FAMIGLIA e PATRIA la inimitabile meravigliosa ITALIA!

    • Paolo il 8 Febbraio 2021 alle 20:45

    Carissima magnifica signora Meloni , Lei è l’unica coerente in mezzo a chi dice di fare il bene del Popolo Italiano e invece lo sta distruggendo, nell’anima, nell’economia, nella negazione della libertà! Abbiamo una TV di stato che regala 20.000 euro alla Litiziietto che giustamente se li prende , chi li rifiuterebbe? Lo stato, il governo NON votato dovrebbe eliminare il canone TV per certe trasmissioni di così basso valore! E mi fermo qui per non parlare della pseudo giornalista Annunziata che non deve permettersi di dare consigli come : si prenda la gente per il collo e si vaccinino! Ma come si permette e qui mi sfogo sui vaccini , in breve tempo , hanno fatto un vaccino, quando il vaccino che ha richiesto meno tempo per la verifica sono stati impiegati DIECI anni!! Ora per i sistemi odierni giudicati molto più veloci , prima si conservava il vaccino a meno 80 gradi, oggi si spostano i bancali con i muletti senza nessun raffreddamento! Qui BIG PHARMA ci mette lo zampino!! E se il virus si modifica come può funzionare unl vaccino unico? Vediamo che già l’influenza che ha diversi ceppi anche vaccinarsi non è detto che eviti di prendere un virus diverso da quello usato! Mah? Augurissimi Unica Meloni e grazie!
    Paolo

    • Paolo il 9 Febbraio 2021 alle 00:22

    Impossibile sopportare il raggiro che viene fatto al Popolo Italiano, spacciare come salvatore dipendente Goldman Sachs! A parte il diritto al voto che ci spetta, io come nipote di paracadutista della Folgore, uomo d’onore come tutti i suoi colleghi reduci di El Alameinl dove questi uomini furono onorati da alleati e nemici , non posso sopportare che non venga data voce al Popolo Italiano ! Io dipendente della Eternit, azienda dove per causa di mesotelioma , sono morti tantissimi miei colleghi e l’azienda era di proprietà di noto finanziere Svizzero , il quale dopo i guadagni fatti , si è permesso di dire che l’Italia è un Paese di falliti! Aggiungendo oltre al danno la beffa. Oggi sono esterefatto e deluso dei volta faccia di persone che NON hanno onore e non rispettano un Popolo eccezionale come il Popolo Italiano! NO! Non ce la faccio a sopportare , questi insopportabili inciuci che ci riportano ai più tragici tradimenti avvenuti nella storia del Mondo! NO! Il Popolo è sovrano e deve esprimere la sua preferenza , con il voto! Se ciò non avviene , si verifica una mancanza di rispetto , calpestare i diritti degli Italiani , non fa onore a nessuno, quasiasi scusa si voglia cercare ! Mi piace la signora Meloni? Certo! Tutte le Persone coerenti e amanti del Popolo Italiano mi piacciono! Due parole sul papa a cui dico di ricordare cosa disse Gesù :” chiese che gli fosse mostrata una moneta e domandò chi fosse il volto raffigurato su di essa, gli risposero, è Cesare a quella risposta disse, date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio!” . Quindi interessarsi delle anime e non di politica , sarebbe buona cosa ! Come sarebbe buona cosa condannare gli speculatori ma forse è chiedere troppo , riferendomi allo IOR , neh? Questo penso e scrivo , stufo di vedere speculazioni su una Nazione che è l’ Italia, popolata da persone degne di onore! Un caro saluto a tutti! Paolo

    • Francesca il 13 Febbraio 2021 alle 17:37

    l’unica cosa sensata era andare a votare, mi domando che fine abbia fatto la democrazia, si perde solo tempo e si va indietro come il gambero. complimenti alla signora Meloni che è rimasta fuori. Poveri noi !!!!!

Rispondi