Brennero, Meloni: Danni ingenti ad autotrasportatori italiani, Governo si faccia valere in sede bilaterale con Austria e chieda a UE di garantire libertà circolazione

L’Austria ha imposto agli autotrasportatori italiani il tampone alla frontiera del Brennero mentre non c’è nessuna reciprocità per i loro colleghi che transitano verso l’Italia. Una situazione insostenibile, aggravata dal blocco unilaterale notturno, che sta creando danni ingenti agli operatori italiani. Fratelli d’Italia ha presentato un’interrogazione nel Parlamento italiano e alla Commissione europea: ci auguriamo che il Governo Draghi si faccia valere in sede bilaterale con l’Austria e chieda alla Ue di garantire la libertà di circolazione.

Condividi

6 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • FEDERICO BERTOLINI il 18 Febbraio 2021 alle 11:03

    ben venga l’azione proposta, ma L’Austria facendo parte dell’Unione Europea impone che la denuncia sia fatta nelle sedi europee. In questo modo otterremo 2 vantaggi: far valere le nostre ragioni, far sanzionare l’Austria. Non ultimo facciamo valere le nostre rimostranze ed evidenziamo le pecche della comunità. Altrimenti non ne veniamo più a capo

    • Carlo CARLI il 18 Febbraio 2021 alle 11:55

    Il premier austriaco é responsabile anche di aver stretto un patto con Macron per evitare la distribuzione dei clandestini che arrivano sulle coste italiane e che vorrebbero emigrare in Germania, passando per l’Austria, o Francia. La Francia si rivela una volta di più come il paese più schifoso nell’agire contro l’Italia. Macron e tutti i politici francesi considerano l’Italia come terreno di conquista! Draghi deve opporsi ai principi che la Francia, e la Spagna sua alleata, vogliono imporre in Europa, trovando nella feccia katto-komunista del PD i loro alleati in Italia. Mi fa specie che la Lega faccia ancora parte dell’unione con la Le Pen perché l’anno scorso, invitato da certi amici francesi a partecipare ad una riunione del partito della Le Pen nel dipartimento del Val de Marne (94) dove abito, un rappresentante di quel partito facente parte della direzione nazionale parlando con me personalmente mi disse che consideravano l’Italia del Nord come dominio francese come successe al tempo di Napoleone. Non racconto storie! Da quel giorno mi sono rifiutato di partecipare alle loro riunioni!

  1. E’ da definire o senza palle o al servizio dei prepotenti europei. Comunque sia ,siamo i fessi d’Europa e dobbiamo ringraziare Mattarella-Conte 1 e Conte 2. Draghi??? E’ da vedere se è italiano o asservito all’EU soltanto

    • Massimo il 18 Febbraio 2021 alle 13:19

    è la solita storia: veniamo costantemente trattati a pesci in faccia in barba ai principi e alle belle parole pronunciate nelle cerimonie e nelle sedi europee.
    c è da dire che è anche colpa nostra che ci genuflettiamo puntualmente agli interessi delle potenze estere svendendo i nostri sacrosanti interessie la ns.dignità.
    ma che fine ha fatto lo spirito patriottico condensato nelle parole:” il Piave mormoró: non passa lo straniero”?

    • Giorgio il 18 Febbraio 2021 alle 21:43

    Giusto giorgia la pandemia non è solo in italia, l’europa deve capire che deve essere condivisa per entrambi lati così almeno riusciamo venirci fuori da questa emmergenza.

    • alfredo denzio il 19 Febbraio 2021 alle 09:16

    Come al solito siamo qui a lamentarci, possibile che non ci rendiamo conto che l’Italia in Europa non conta nulla, non ha la forza di imporsi,accetta tutto, piu’ di mille clandestini arrivati in poco piu’ di una settimana, infine anche la Lega invoca piu’ Europa fino a ieri gridava fuori dai cog..i cosa vogliamo di piu’
    adenzio

Rispondi