Carceri, Meloni: Risposta a sovraffollamento non è indulto ma accordi internazionali per il rimpatrio dei detenuti stranieri

Una risposta concreta al sovraffollamento delle carceri non è l’indulto, ma impegnare il Governo a stipulare degli accordi internazionali necessari a permettere il rimpatrio dei detenuti stranieri. Chi non è cittadino italiano e delinque nel nostro Paese deve scontare la pena nella propria terra d’origine.

Condividi

6 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Covertire le ex-caserme in nuove carceri, dando così lavoro a guadie carcerarie neo-assunte no?

    • Pino 007 il 18 Marzo 2021 alle 08:42

    Naaaaa!! Non credo che questi soggetti vogliano scontare i loro misfatti nelle loro patrie galere? Mica scemi, meglio da noi e poi scontata la pena si rimane in Italia.

  2. Oltretutto è una offesa morale e materiale ai poliziotti che faticano già tanto con una magistratura buonista,e dopo aver corso il rischio di essere anche ammazzati,ecco che sti governi di miserabili e affini,li libera per avere voti di riconoscenza. Bene facciamo uscire i delinquenti e mettiamoci dentro i governanti degli ultimi 10 anni

  3. Sono sempre stato fermamente convinto che le debbano essere molto breve e concise, tanto da non fornire nessunissima possibilità interpretativa a chi le deve far osservare ed ai Giudici nell’emmettere la giusta lapidaria sentenza …Salomonica! Per quanto attiene le carceri ed i loro , sono sempre stato del parere di spedire nelle loro terre di origine quanti commettono reati nel nostro territorio; per i nostri cari Connazionali sono sempre stato del parere di trasformare il carcere in lovori nei campi, con una remunerazione compatibile al loro con sole a scacchi e risarcimento del danno arrecato a terzi! Per lavori non intendo solo quelli , sempre molto leggeri e privi del dovuto controllo, bensì quello pertinente il dissodamento del terreno con picconi e vanghe, sotto lo stretto controllo di Personale addetto ben preparato e con cani d’attacco!

    • Giorgio il 19 Marzo 2021 alle 17:23

    Parole sante signora giorgia, questa gente che viene in italia non hanno voglia di lavorare. Partono dal presupposto di fare qualche reato se gli va’ bene per loro sono a nozze, se invece gli va’ male hanno un tetto e un ristoro per il giorno.questo non va’ per niente bene giorgia mandiamoli a scontare la pena nel suo paese.sarebbe ora!!!!!!

    • Massimo il 20 Marzo 2021 alle 07:01

    Ma chi? La Sinistra? Convincerli a fare quanto sopra?
    …si: LALLERO!!!

Rispondi