Giorgia Meloni a «Libero»: «Sospendere il cashback e destinare i 5 miliardi ai ristori»

L’editoriale del presidente: «Sulla mozione di FdI in Senato i partiti si assumeranno davanti agli italiani le loro responsabilità»

Il terzo sostantivo della nostra Costituzione è “lavoro”, non solo come elemento di progresso di una società ma soprattutto come condizione indispensabile di raggiungimento di dignità e salute. Non c’è salute senza lavoro: è un principio che spesso la politica dimentica ma cui la nostra Nazione non può prescindere se vuole tentare di superare una pandemia che ha devastato quasi tutti i settori produttivi.

Ci chiediamo: come può il cashback fronteggiare il disastro del calo di fatturato complessivo di circa 423 miliardi di euro nel 2020? Come può la lotteria degli scontrini fermare l’emorragia di quasi un milione di posti di lavoro persi nell’ultimo anno, come certificato dall’Istat? La risposta è semplice: non può. E non può nemmeno risolvere il problema dell’evasione fiscale, come del resto confermato dalla BCE lo scorso 14 dicembre 2020 all’allora ministro dell’Economia Gualtieri. In questo momento drammatico ogni risorsa disponibile deve essere utilizzata per garantire la continuità aziendale e salvare i posti di lavoro. Non è più tollerabile buttare via soldi in provvedimenti ideologici e che non servono a nulla.

Oggi arriva in Senato la mozione di Fratelli d’Italia, sottoscritta anche da tutto il centrodestra, per sospendere il cashback e destinare la somma stanziata per questa misura, pari a circa 5 miliardi di euro, per sostenere il tessuto produttivo e dare respiro alle categorie economiche maggiormente colpite dalle restrizioni e dalle chiusure del Governo.

Avevamo chiesto di discutere questa proposta prima che il Consiglio dei ministri approvasse il decreto sostegni, ma non ci è stato consentito. Abbiamo scritto direttamente al Presidente Draghi e, anche se che nella conferenza stampa del primo provvedimento economico di questo Esecutivo non si è fatto accenno, siamo convinti che una persona seria come lui nutra nei confronti del cashback forte perplessità.

In questi giorni è stato chiesto agli italiani di fare nuovi e duri sacrifici. Le chiusure di Pasqua hanno inferto un altro colpo a tanti comparti, dalla ristorazione al commercio, senza dimenticare il turismo. Ma la somma stanziata per i ristori è rimasta drammaticamente la stessa, 11 miliardi, e al momento non c’è traccia di nuovi indennizzi. Una cifra assolutamente insufficiente per scongiurare il fallimento di centinaia di migliaia di attività. Oggi in Senato ci sarà un voto e tutte le forze politiche si assumeranno davanti agli italiani una responsabilità precisa. FdI farà la sua parte, anche dall’opposizione, e confido che l’intero Parlamento sostenga questa proposta di buon senso.

Condividi

3 commenti

    • Sandro Cecconi il 7 Aprile 2021 alle 23:07

    “Oggi arriva in Senato la mozione di Fratelli d’Italia, sottoscritta anche da tutto il centrodestra…….”

    E oggi stesso è arrivata puntualmente la risposta di coloro che forse una volta avrebbero potuto essere i nostri alleati. Il medesimo comportamento pilatesco usato su altra nostra mozione soltanto pochi giorni orsono.
    La loro decisione è stata presa, è inutile continuare a voler essere ad ogni costo parte di un’alleanza che loro stessi hanno disdettato volendo sedersi sugli scranni del governo e lo dico con tutto il mio apprezzamento per Mario Draghi e i suoi trascorsi, sia ben chiaro – parlo da tecnico del settore -. Ma ovviamente neanche io avrei accettato di far parte di un simile esecutivo con i numeri dei voti a favore della sinistra. Loro, al contrario, hanno voluto sedersi alla tavola imbandita dal PdR. L’atteggiamento molto razionale da lei dimostrato è stato preso dai soliti come una sorta di diminutio da parte del Partito che lei presiede. Lo deve capire finalmente. L’intelligeza e la cultura non sono merci acquistabili ai mercati generali o in pizzicheria.
    Signora Meloni, ormai le prove provate sono tutte ben chiare e so9no moltissime dia dirette che indirette come quella ulteriore di questa sera u programma di approfondimento condotto da Giuseppe Brindisi su Rete4 per bocca del Presidente del Veneto che ritengo un altro sfregio nei nostri confronti da parte dell’allievo aspirante apprendista pastorello suo capo partito.
    All’opposizione siamo soltanto noi. Per tanto dimostriamoci vera opposizione valutando e votando solo le proposte presentate che siano a favore di noi italiani indipendentemente da chi le presenta, ma smettiamo, per cortesia, di voler pensare ancora che esiste un CDX che molto probabilmente, se non sicuramente, non è mai esistito.
    Siamo stati sin troppo onesti nel voler prendere le difese di minus habens che hanno avuto quasi sempre torto in ogni occasione.
    Lasciamoli al loro destino ormai segnato che lo hanno voluto scrivere di proprio pugno.

    • Pino 007 il 8 Aprile 2021 alle 03:18

    Ben fatto On. Meloni di restarne fuori, se fosse stata dentro a quella bolgia infernale sarebbe stata bastonata dalle loro negativita’ ad ogni suo suggerimento.
    Ai posteri l’ardua sentenza, sempre e quando potranno sopravvivere a questa invasione di dem invasati dall’odio verso il democraticamente corretto.

    • Giorgio il 9 Aprile 2021 alle 17:11

    Sarebbe bene annullare quel cashback e reddito di cittadinanza che si è rivelato un fallimento, giorgia continui a battere in questo discorso in modo di spendere meglio questo denaro.

Rispondi