Palagonia, Meloni telefona a figlia coniugi Solano: Vicinanza a famiglia che chiedeva giustizia e ha denunciato abbandono Stato

 
Finalmente confermato in appello l’ergastolo per Mamadou Kamara, l’immigrato ivoriano ospite del Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Mineo che nel 2015 aveva brutalmente ucciso i coniugi Vincenzo e Mercedes Solano nella loro abitazione di Palagonia. Ho telefonato alla figlia Rosita per rinnovare la nostra vicinanza a lei, a sua sorella Manuela e a tutta la famiglia, che chiedevano giustizia e per anni hanno denunciato l’abbandono dello Stato. Una tragedia che sconvolge ancora e che noi non dimenticheremo.
Condividi

8 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Gino Cerutti il 10 Aprile 2021 alle 00:26

    QUESTO INFAME DELITTO SIMBOLEGGIA IL DESTINO CUI stiamo tristemente andando incontro. Immigrazione selvaggia, attratta anziche’ frenata da LAMORGESE, ONG, ONLUS, PD, 5 STALLE E aggregati sinistri. Mancanza di controllo. Integrazione ZERO. INVECE MAFIE E GHETTI a profusione.
    DOVRA’ MUOVERSI UNA PIAZZA PATRIOTTICA, per difenderci e liberarci da codeste ” risorse” di sottosviluppo e di degrado. BASTA MENZOGNE, o preti bergogliani !!

    • MARIA GRAZIA bielli il 10 Aprile 2021 alle 15:45

    Finalmente si è chiusa una storia drammatica, ma solo legalmente. A quella famiglia nessuno restituirà i propri cari. Adesso la giustizia sia davvero giusta e questa condanna sia davvero esemplare, senza sconti. Abbiamo visto bene, che nessuno ha più nel proprio programma il blocco delle immigrazioni clandestine, perché lo schiavismo moderno va molto di moda! Ma le leggi vanno rispettate colorati o meno. Solo tu puoi continuare a batterti per il blocco delle ONG. Gli altri pare si siano dimenticati di questo enorme problema che presto dovremo affrontare a spese di tutti..

    • Giorgio il 10 Aprile 2021 alle 17:40

    Giorgia condivido il suo discorso per questa famiglia, giorgia non si puo’ tollerare queste cose , è giusto che le conseguenze giudiziarie procedano nel suo decorso.

    • Pino 007 il 11 Aprile 2021 alle 09:04

    Ergastolo…… ma a casa nostra, con TV, pranzi a richiesta, svaghi quotidiani per non annoiarsi, ricarica telefonini garantita, assistenza medica di prima qualita’, vaccinazioni per non morire, ingresso libero a visitatori e forse anche qualche donnina per scaricare la tensione, poi fra qualche anno una ripulita alle prigione lo tirera’ fuori….. tanto chi si ricordera’ di quello che fu?
    Grazie lamorgese, bellanova, boldrina, PD e tutti i comunisti buonisti che stanno permettendo questo.

    • Franco Cordiale il 11 Aprile 2021 alle 10:24

    IN ITALIA MANCA UN FRONTE PATRIOTTICO, una piazza nazional popolare, pronta ad agire
    Solo IL CANAGLIUME anarcoide e le bande di farabutti italo africani, vedi i saccheggiatori di Torino, sono organizzati e vistosamente protetti. Si creino cellule di cittadini, non necessariamente di FDI, pronti a contendere agli invasori il nostro territorio. Pezzo a pezzo. Denunciando la degradazione del paese ad agglomerati selvaggi e fuori da ogni legge. A nord, centro, sud…ovunque !!

  1. Mi associo al dolore dei familiari ed elogio la tenacia con cui finalmente la Giustizia è stata posta nelle condizioni di poter liberamente agire! Deploro coloro che, in nome di una pelosa carità cristiana, si rendono correi di simili delitti!

    • Massimo il 11 Aprile 2021 alle 16:17

    Mentre tutti discutono e dibattono rumorosamente, talvolta in chiave puramente ideologica, Rosita, Manuela e la Famiglia non hanno più i loro Cari: é questo il dato di fatto. La domanda che resta è: per COLPA di chi?
    Desidero stringere virtualmente ognuna di loro in un abbraccio colmo di fraterna solidarietà

    • Gino Cerutti il 11 Aprile 2021 alle 16:41

    PER COLPA DI CHI.? QUESTA DOMANDA provi a porsela anche lei. Per colpa di chi decine di migliaia di ragazze straniere ogni anno vengono importate a fare le puttane per le strade italiane ? Per colpa di chi in Italia, ma anche in altri paesi, i crimini e le aggressioni sessuali si sono moltiplicati.? Insieme ai ghetti criminali ormai inespugnabile da forze dell’ordine che ricevono ordine di non intervenire e farsi i fatti propri ? Per colpa di chi una signora siciliana denunciava ben 200 o duecento violazioni del proprio domicilio da parte di orde clandestine, attratte in continuazione sul nostro territorio.? CHI prova VERA PIETA’ PER LE VITTIME, CHIEDE DUE COSE. Primo, che si faccia GIUSTIZIA. Secondo, che si eliminino le cause del crimine, come la IMMIGRAZIONE CLANDESTINA appunto e’.
    Gli abbracci “colmi di fraterna solidarieta'” in Italia sovrabbondano. Specie sulla bocca dei preti e dei politici di sinistra.

Rispondi