Immigrazione, Meloni: In Spagna schierano l’esercito e in Italia chi sperona GdF la passa liscia, che rispetto può avere l’Italia nel mondo?

Archiviazione definitiva per Carola Rackete. In Spagna viene schierato l’esercito per fermare gli sbarchi e in Italia chi sperona una motovedetta militare della Guardia di Finanza – per portare immigrati irregolari – la passa liscia. Che rispetto può avere l’Italia nel mondo se viene permesso di umiliare lo Stato in questo modo senza subire alcuna conseguenza?

Condividi

11 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Attilio il 20 Maggio 2021 alle 15:51

    Finché non ci sarà un governo forte autoritario e scevro da condizionamenti continueranno le scene che vediamo giornalmente. Occorre bloccare gli sbarchi con la forza e ripulire l’Italia da tutti gli irregolari senza eccezioni. Occorre una legge ad hoc che nessuno deve permettersi di interpretare a proprio piacimento. Purtroppo questo e utopia. Anche gli italiani in parte sono consenzienti perché di fatto o sono apatici a problema o vi convivono.

    • alfredo denzio il 20 Maggio 2021 alle 17:34

    Volete capire o no che i gip stanno dalla parte di chi sperona la GdF e non dalla parte degli italiani?
    adenzio

  1. Come si viene considerati all’estero è cosa alquanto datata! Infatti come ex Sott/le M.M. ebbi la di visitare alcuni porti spagnoli nei lontani 1964/65; ebbene notai che ci trattavano già come ! In altri Paesi del Mediterrano, come la Turchia, Grecia e Malta fu la stessisima cosa; venivamo individuati e classificati anche quanto si gironzolava in borghese! Non posso dire quello che avveniva nel Nord-Europa, Francia, Inghilterra, Germania; unici ad essere erano i nostri Connazionali lavoratori in quelle terre lontane! Per quanto concerne lo speronamento della nostra motovedetta, ebbene i veri interni si possono contare sulle dita di una sola mano!

  2. La disonestà politica di alcuni magistrati è scandalosa. Dicono sfrontatamente, che sono “democratici”, perché è inammissibile che si tenti di ammazzare componenti le forze dell’ordine e si è innocenti. Spero che qualche clandestino da loro salvato si conceda il lusso di rapinarli e massacrali di b otte, poi voglio vedere se non lo condannano; certamente se toccano gli intoccabili !

    • Almadori Stefano il 21 Maggio 2021 alle 07:07

    Buongiorno
    Mi piacerebbe capire cosa abbiamo di tanto diverso dagli Spagnoli.
    Il loro atteggiamento credo sia la logica gestione di una tipica invasione.
    Il nostro progressismo invece fatto di accoglienza e di solidarietà sta realmente creando una piaga sociale.
    Gli spagnoli hanno forse intuito che tutto ha un limite.
    In Spagnia la politica ha impugnato le proprie responsabilità.
    Forse hanno intuito di essere prossimi a toccare il fondo.
    Noi ancora no.
    Noi che abbiamo interi quartieri e centri storici in mano ai parassiti
    Noi che abiamo i ragazzi che conoscono solo una parte della citta e l’altra no …perché pericolosa.
    Aspettiamo che i nostri spazi si limitino ancora di piu.
    Noi poveri Italiani inconsapavoli del fuoco incrociato che stiamo subendo.
    Dall’alto la globalizzazione …il progresso che brucia le tradizioni dei migliori che fummo e dal basso questi nuovi equilibri etnici non regolamentati oppure regolamentati alla speculazione.
    E noi adulti proteggiamo i ragazzi chiudendoli, limitandoli quindi recandogli ulteriore danno a loro ed al nostro futuro.

    • Franco Cordiale il 21 Maggio 2021 alle 15:22

    I GIP DI SINISTRA, LE ONG DI SINISTRA, VEDI OPEN ARMS, “medici senza frontiere”, “sea watch”, quelle delle chiese protestanti e tutte le altre chiese, greco ortodossa a parte, di solito STRANIERE, hanno semplicemente stabilito che l’Italia NON ESSENDO UNO STATO, NON HA NEMMENO CONFINI ED ALCUNA SOVRANITA’ SU DI ESSI. Infatti vanno allestendo flotte sempre piu’ potenti, attrezzate, costose, grazie ai FINANZIAMENTI E AI FINANZIATORI i quali vogliono sostituire ITALIA CON “PENISOLA EURO – AFRICANA”.
    GLI ITALIANI NON SONO D’ACCORDO E PROTESTANO ? Anche i francesi lo fecero contro l’invasione nazista del 1940 (Invasione militare armata quella, Invasione demografica e spesso malavitosa, questa), ma si divisero subito. Alcuni scelsero di collaborare, altri invece di resistere. I primi aderirono al gauleiter Petain, capo della collaborazionista repubblica di Vichy, altri invece si riconobbero nel manifesto rivolto ” a tutti i francesi liberi”, composto e sottoscritto da Charles de Gaulle.
    Penso che siamo nella stessa situazione. Alle spalle degli INVASORI sempre piu’ numerosi, dopo la breve parentesi del ministero Salvini agli interni, ci sono ORGANIZZAZIONI FORMIDABILI, super finanziate e super organizzate dall’alto dei famosi “POTERI FORTI”, le quali si riempiono la bocca di fraseggi “umanitari” solo per sudicio calcolo economico e politico.
    Convinte che con il pecorume italico sia facile spuntarla, a differenza di quello che accadrebbe loro con gli austriaci, gli stati dell’ est europeo, gli olandesi, gli spagnoli, gli inglesi e gli stessi francesi, peraltro con retaggi coloniali assai piu’ pesanti del nostro.
    QUI SERVONO AVANGUARDIE CORAGGIOSE DI PATRIOTI E SOVRANISTI, le quali facciano da traino all’ insofferenza repressa, al senso di giustizia calpestato.
    Oppure fuggire via dal Bel Paese, portandosi via figli e nipoti. Affinche’ tutti gli sradicati e apolidi, gli indesiderati ed indesiderabili del “sud del mondo” a dominanza ISLAMICA ne facciano il loro bivacco perpetuo. Esercito del lavoro nero legale e soprattutto illegale, in competizione con i nostri sotto occupati, molti diplomatisi con la sotto – scuola della DAD. Sono le “magnifiche sorti e progressive” che il PD sta preparando per tutti noi.

    • Gino Cerutti il 21 Maggio 2021 alle 15:25

    PENSO ALLA PICCOLA MALTA. DICE NO. NESSUN CLANDESTINO VI SBARCA. COME MAI.? TUTTI A LAMPEDUSA ED IN SICILIA.!!

    • Salvatore il 21 Maggio 2021 alle 18:47

    BLOCCO NAVALE SUBITO. AFFONDARE LE NAVI ONG, LA ROVINA DELL’ EUROPA

    • Massimo il 22 Maggio 2021 alle 07:06

    La “chicca” é che si apre un procedimento a carico dell’ allora ministro competente.

    “Agnelli ha detto che non siamo nella Repubblica delle banane, però in Italia qualche banana c’è, perché accadono delle cose veramente singolari”
    (Indro Montanelli)

    • Alberto il 22 Maggio 2021 alle 16:40

    Eppure la soluzione è semplice; il giudice non deve fare politica – nè il giustiziere a tempo – deve essere equo – persona di alta moralità – ma forse sono regole dell’atro mondo??

    • Giorgio il 22 Maggio 2021 alle 21:10

    A differenza della spagna giorgia affinché qui’ in italia abbiamo una sinistra che fa’ di tutto che fare veramente alla vera politica,basti vedere i problemi del caso palmara Ong ecc.in un contesto sanitario e economico cosa ha fatto la sinistra ? Adesso viene fuori letta che sembra di aver scoperto il mondo viene fuori con una tassa che oltre a questo ce ne’ un’altra!!!! Ha ragione il prof. Cacciari esponente del vecchio PCi, la Sinistra Italiana è composta da rifiuti della politica.non occorre dire altro!!!!

Rispondi

Twitter

fratelli-italia.it

Google+

Instagram

Sorry:
- Could not find an access token for giorgiameloni.

Ultimi articoli