Dl Fondone, Meloni: Approvazione odg su ponte Stretto vittoria FdI, sul voto maggioranza allo sbando

Altra vittoria di Fratelli d’Italia. Approvato l’ordine del giorno di Fdi al decreto sul Fondo complementare al PNRR per impegnare il Governo Draghi a trovare le risorse necessarie a realizzare il Ponte sullo Stretto di Messina. Altra vittoria di Fdi. Un risultato importante e fondamentale per avviare la realizzazione di un’infrastruttura strategica e decisiva per il Sud e l’Italia intera. Sul voto maggioranza allo sbando: i grillini hanno votato in ordine sparso, i renziani non hanno partecipato, Leu ha votato contro, il Pd è spaccato, le forze di centrodestra hanno detto sì. Uno spettacolo desolante.

Condividi

3 commenti

    • Carlo Carli il 1 Luglio 2021 alle 08:35

    I falsi ecologisti a sinistra vadano in Svezia in automobile! Vedranno un ponte lunghissimo che unisce Danimarca e Svezia, due paesi che hanno fatto dell’ecologia e rapporto con la natura uno dei loro totem. In Danimarca, poi, sono dei campioni della trasformazione della spazzatura! Consiglierei ai prossimi amministratori della capitale di andare in missione in Danimarca per vedere come sfruttano la spazzatura, da loro considerata una ricchezza! Ci sono degli inceneritori che, checché ne dicano i falsi ecologisti di sinistra, sono indispensabili ed utilizzati per produrre energia!!

    • Marta Buscioni il 1 Luglio 2021 alle 16:46

    Non mi sembra una buona notizia per i cittadini… Mentre lo è senz’altro per i comitati d’affari (e le mafie) che lucrano sulle grandi opere inutili! E hanno già lucrato abbondantemente prima ancora che il progetto folle prendesse forma.
    A proposito, ma che ne è della Tav? Non se ne sente più parlare, mentre qualche anno fa, tra madamine e fantomatiche pressioni degli industriali, non si parlava d’altro e sembrava che le sorti del nostro paese fossero appese a quell’opera “strategica” (si tratta sempre di opere strategiche!)… Mah…

  1. E’ come volevasi dimostrare: Fratelli d’Italia è costruttivo e producente. Vai Giorgia che rappresenti i veri italiani egregiamente

Rispondi