Attacco hacker, Meloni: Stato pretende di fare incetta di dati personali ma non ha capacità di proteggerli

Il gravissimo attacco hacker ai sistemi della Regione Lazio mette a nudo la vulnerabilità delle infrastrutture critiche in capo alle istituzioni. Nell’epoca in cui lo Stato, con tutte le sue articolazioni, pretende di fare incetta dei dati personali di ogni singolo cittadino, non è tollerabile scoprire che non ha capacità di proteggerli con la stessa forza con cui li ottiene. Il tema della cybersicurezza non può più essere rinviato, l’Italia deve recuperare tutto il ritardo tecnologico accumulato in questi anni, segnati da governi incapaci di stare al passo coi tempi.

Condividi

2 commenti

  1. Mah… siamo in un paese che va avanti ancora con scartoffie e burocrazia, e ci meravigliamo se non siamo all’avanguardia con la tecnologia e la sicurezza digitale, dopo che le Iene hanno anche fatto un servizio sulle telecamere cinesi che spiavano le Procure? L’Olanda con gli attacchi hacker sta peggio di noi, in USA non fanno che lamentarsi di Cina e Russia che craccano i loro sistemi… sarà una guerra senza esclusione di colpi, come lo è stata la corsa agli armamenti durante la seconda guerra mondiale, la guerra fredda e quant’altro. E sono terroristi, quelli che attaccano la Sanità, non è spionaggio industriale, e come tali vanno trattati e puniti, sempre che si riesca a risalire alla fonte.
    Ci affidiamo troppo alla tecnologia, temo sarà la nostra rovina. Ad esempio se un’eruzione di massa coronale del Sole friggerà tutti i nostri trasformatori elettrici non interrati e non blindati. Se capita una cosa simile (e capiterà, già successo a fine ‘800), fine della nostra civiltà, che dipende troppo dall’energia elettrica. Che aspettiamo a stanziare i fondi dell’Europa per evitare quest’ennesimo potenziale disastro e mettere in sicurezza le rete elettriche, non solo dagli hacker?

  2. Una domanda: Ma che cavolo ci stanno a fare i servizi segreti e postali. Avete i mezzi per trovare il farabutto che ha messo e mette tuttora a rischio la vita di milioni di cittadini? Pensate a chi deve avere un intervento ed è prenotato,a chi deve ricevere cure,a chi deve fare analisi etc..etc..che sicuramente ci potrà essere qualche morto?. Ebbene anche se all’estero, mandate i nostri 007 e fateli FUORI. Così non si permetteranno mai più di farlo.

Rispondi

Twitter

fratelli-italia.it

Google+

Instagram

Sorry:
- Could not find an access token for giorgiameloni.

Ultimi articoli