G20, Meloni: Felice per prestigio Italia e atteggiamento costruttivo grazie a Draghi ma su clima vera arma a disposizione dell’Europa sono dazi civiltà per chi non rispetta ambiente

Felice per il prestigio alla nostra Nazione per un G20 svoltosi senza incidenti o particolari problemi. Sul clima, purtroppo ancora una volta l’Europa non ha posto sul tavolo l’unica grande arma a sua disposizione: dazi di civiltà nei confronti di chi non rispetta l’ambiente. Il libero mercato a livello mondiale può avere effetti positivi solo se equo e basato su valori e regole condivise. Dalla tutela dell’ambiente alle condizioni di lavoro, agli standard di sicurezza. Problema che neanche questa volta è stato sufficientemente affrontato. Dispiace che non si sia giunti in sede di G20 a un impegno unitario per garantire il rispetto dei diritti di donne e minoranze nell’Afghanistan finito in mano ai talebani. L’atteggiamento costruttivo tra le potenze .

Condividi

10 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • ALESSANDRO il 2 Novembre 2021 alle 09:02

    Draghi dovrebbe stare in galera, non al G20!

    • Giovanna il 2 Novembre 2021 alle 13:39

    Prestigio Italia? Quell’italia stretta nella morsa del gp, della soddisfacente (per Draghi e complici) unione tra finanza e sanità, in cui prevede inevitabili sciagure future e in cui si prospetta il prolungamento dello stato di emergenza? Che prestigio! Stavolta lo chiedo io a Lei, onorevole Meloni: ma su che pianeta vive???

  1. Sia la Cina che l’India ed un po anche la Russia; hanno dichiarato in pratica guerra economica all’occidente, e se ne strafregano di distruggere il mondo;forse sperano che distrutto il mondo loro -seminatori di VIRUS STERMINATORI- sopravviveranno?….No moriranno anche loro della stessa terribile fine di tutto il resto del mondo…soffocati e sterminati da malattie e miseria. Ma perchè l’occidente non boicotta tutte le loro merci che importiamo?…OK il bamboccio Di Maio ha concesso la “via della seta” ma cominciamo a buttare nbelle fogne uno stronzo simile e chiudiamo le frontiere a tutto ciò che arriva da Cina India e Russia. Pensiamo a sopravvivere noi CIVILI? (E lo saremmo di più se non ci fosse la sinistra venduta e lecchina,italiana).

  2. Una vera passeggiata per molti con i risultati di sempre! La più grande produttrice di carbone l’Australia non era presente, così altri grandi della Terra non hanno voluto e potuto intervenire, visto che gli argomenti trattati hanno riguardato i soliti interessi di parte! Unica voce diversa, quella anglosassone. che spero possa dare qualcosa si valido per migliorare le condizioni di vita di questo nostro Pianeta!

    • X MAS il 2 Novembre 2021 alle 18:54

    Un G20 di nulla ..fatto solo x gettare una monetina nella fontana di Trevi.Caro Camerata 80 se Putin chiude i rubinetti del gas siamo tutti nella m..a e se la Cina chiude quello dei microchip mette in ginocchio il mercato dell’auto mondiale.Uno dei paesi piu’ inquinanti del mondo a livello emissioni è l’India ,ho lavorato per un anno a Bombay ed il sole riusciva ad abbattere la cappa sulla città solo a metà giornata.Ci sono milioni di Fiat 1100 ,alcune datate anni 50,che circolano per tutto il paese.la TATA ancora le produce con motore diesel.Non parliamo poi delle centrali a carbone e degli stabilimenti tossici che in nessun altro paese verrebbero mai accettati.
    Per quanto riguarda il GREEN il sign.Draghi dovrebbe farsi consigliare e riprendere l’idea del nucleare pulito.Pannelli solari e centrali eoliche non risolveranno mai il problema.
    Per Giorgia..il prestigio e l’onore lo abbiamo perso da tempo immemorabile e non sarà certo un Banchiere a restituircelo.

    • enzoliberitutti il 3 Novembre 2021 alle 21:41

    LA PROPOSTA EVERSIVA DI GIORGETTI: PIENI POTERI A MARIO DRAGHI
    https://youtu.be/GX-_GXDas8M?t=72

    • Franco Cordiale il 8 Novembre 2021 alle 07:24

    I VERI PAESI INQUINATORI CINA, INDIA, PAKISTAN, NIGERIA, sono gli INQUINATORI SELVAGGI E DEVASTATORI DEL PIANETA, COME IL BRASILE, distruttore di foreste, Egitto, Etiopia, che stanno prosciugando il Nilo. DOBBIAMO SALVARE INNANZITUTTO LE RISORSE E LE ECONOMIE LOCALI, COMINCIANDO DALLE NOSTRE, IN ITALIA !!

    • Franco Cordiale il 8 Novembre 2021 alle 07:34

    MIA DOLCE MELONI…Qui bisogna proprio discutere le regole del LIBERO MERCATO, IN MANO A QUESTE OLIGARCHIE MASSONICHE che ci regalano la SUDDITANZA MENTALE, POLITICA, ECONOMICA AI LORO SUDICI INTERESSI. Mentre mezzo mondo se ne strabatte di qualunque regola, vedi africa, asia, sudamerica. DIFENDI PER NOI ITALIANI UNA GIUSTA POLITICA ENERGETICA…ASPEN permettendo…dico bene ??

Rispondi