Ucraina, Meloni: Brent Renaud ennesima vittima di un conflitto incomprensibile, un pensiero ai tanti che rischiano vita per informarci

Dolore e sgomento per la morte di Brent Renaud. Un cronista coraggioso, morto sul campo, raccontando l’atrocità di una guerra assurda. Brent è l’ennesima vittima di un conflitto incomprensibile. Cordoglio alla famiglia e un pensiero ai tanti giornalisti inviati che rischiano la loro vita per informarci su quanto sta a accadendo in Ucraina.

Condividi

20 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Maria Grazia Bielli il 14 Marzo 2022 alle 14:30

    Chissà perché per questo giornalista di guerra piangiamo e per i tanti.morti in altre guerre come in Afganistan, in Libia, o in Africa, non abbiamo neppure notato la scomparsa, definendolo un mestiere a rischio e di rischio si può morire. Anche questo c’è.li chiede l’Europa? I altri.non valevano tanto?

  1. Oggi per un attimo, non ho sputato in faccia ad un tizio al bar che diceva: Lo pagavano bene quindi lo sapeva che poteva morire. Capite che gente c’è in giro?. Ora di che idea politica fosse, non lo voglio sapere; ma un’infame del genere, sarebbe meglio mandarlo dallo psichiatra. Perché se non è pazzo, sicuramente è scemo!

    • alfredo il 14 Marzo 2022 alle 15:15

    Ultimamente In Afganistan sono morti 20 giornalisti,,in Irak 4, in Siria 2 uccisi dalle bombe turche gli altri dalle bombe americane/nato ma di questi nessuno ne parla il perche’ ce l’ho spieghi lei alfredo

    • enzoliberitutti il 14 Marzo 2022 alle 17:57

    https://youtu.be/b4UaTq2rlK4

    • enzoliberitutti il 14 Marzo 2022 alle 23:52

    Diario di guerra. Con Giorgio Bianchi in diretta dal Donbass-14/03/2022

    https://visionetv.it/diario-di-guerra-con-giorgio-bianchi-in-diretta-dal-donbass-14-03-2022/

    • enzoliberitutti il 15 Marzo 2022 alle 09:49

    “…Sulla guerra tra Russia ed Ucraina è intervenuto pesantemente George Soros, con le parole che vi riportiamo qui sotto. Alzi la mano, chi di noi non era in attesa delle sue parole…un obiettivo solo hanno le sue parole: indirizzare gli eventi nella direzione desiderata, per poter vincere l’ennesima scommessa speculativa intrapresa…Peccato, che tutte le speculazioni fatte e spesso vinte negli anni da Soros, avessero sempre come controparte perdente, il resto dell’umanità…Durante gli anni ’80 e ’90…finanziare le rivoluzioni in decine di nazioni europee…Come non ricordare la grossa scommessa vinta nel settembre del 1992 sulla nostra Lira – 1,1 miliardi di dollari…Tutte cose che Soros ha sostenuto, imposto e finanziato…E’ realtà a tutti nota, come, la Open Society di George Soros, finanzi molte ONG impegnate nella gestione dell’onda migratoria…Soros è anche l’architetto del «piano Merkel»…Insomma, sulle prodezze di Soros potremmo continuare all’infinito…Ci viene da sorridere ascoltare queste parole da uno che ha costruito il suo impero, giusto appunto, sulla distruzione delle civiltà…Che Soros non sia un pacifista lo dimostra la sua storia…”

    https://comedonchisciotte.org/george-soros-stati-uniti-e-unione-europea-devono-rimuovere-dal-potere-putin-e-xi-prima-che-possano-distruggere-la-nostra-civilta/

    • enzoliberitutti il 15 Marzo 2022 alle 10:08

    “…Pisa, armi all’Ucraina mascherate da ‘aiuti umanitari’: lavoratori si rifiutano di caricare gli aerei…Alcuni lavoratori dell’aeroporto civile Galileo Galilei di Pisa hanno denunciato un fatto gravissimo: dal Cargo Village sito presso l’Aeroporto civile partono voli “umanitari”, che dovrebbero essere riempiti di vettovaglie, viveri, medicinali e quant’altro utile per le popolazioni ucraine…Quando si sono presentati sotto l’aereo, i lavoratori addetti al carico si sono trovati di fronte casse piene di armi di vario tipo, munizioni ed esplosivi…Denunciamo con forza questa vera e propria falsificazione, che usa cinicamente la copertura “umanitaria” per continuare ad alimentare la guerra in Ucraina Chiediamo 1)…”
    https://www.imolaoggi.it/2022/03/15/armi-allucraina-mascherate-da-aiuti-umanitari/

    • enzoliberitutti il 15 Marzo 2022 alle 15:22

    “…infatti, sarebbero una settantina le “madri surrogate” contrattualizzate dalla Biotexcom e sarebbero ancora in territorio ucraino proprio per non intaccare il business dell’utero in affitto. Questa barbara pratica, infatti, è vietata nel resto d’Europa, e se le donne dovessero fuggire all’estero – come stanno facendo tutte le persone non chiamate alle armi, pur di salvarsi – esse sarebbero costrette, una volta partorito in territorio non ucraino, ad essere registrate come madri naturali dei bambini che portano in grembo.…Le partorienti sono propense (e praticamente costrette) a non fuggire anche per assicurarsi una sicurezza economica in tempo di guerra. Ciascuna di loro affitta il proprio utero a circa 10mila euro: cifra ragguardevole, specie per un paese povero come l’Ucraina. I clienti, da parte loro, elargiscono alle cliniche assegni che vanno dai 39mila ai 65mila euro. Secondo quanto afferma il settimanale Tempi, inoltre, le madri surrogate al soldo della Biotexcom dovrebbero partorire circa 200 bambini nei prossimi tre mesi…”

    https://www.provitaefamiglia.it/blog/ucraina-donne-sotto-le-bombe-pur-di-mandare-avanti-lutero-in-affitto

    • enzoliberitutti il 16 Marzo 2022 alle 09:22

    https://www.sabinopaciolla.com/dai-ponti-alle-trincee/

    • Luigi Maria il 16 Marzo 2022 alle 10:53

    Grande Giorgia Meloni grande patriota ile solita vittima di guerra nel dovere che fa il suo lavoro

  2. Ogni professione ha i suoi rischi ed io invece piango chi muore per portare un misero tozzo di pane alla sua famiglia! Chi li piange questi veri Martiri del lavoro?
    Tutte le guerre sono da condannare; ma è preferibile condannare chi le fomenta ed alimenta con l’invio di armi ed altro! Perchè blaterare sempre in astratto?

Rispondi