Presidenzialismo, Meloni: E’ madre di tutte le riforme costituzionali. Martedì arriva in aula alla Camera proposta FdI

“Il presidenzialismo è la madre di tutte le riforme costituzionali. È lo strumento per rimettere al centro la volontà popolare e dire basta ai giochi di palazzo che espropriano gli italiani del loro diritto di scegliere da chi essere governati. In questi anni Fratelli d’Italia ha portato avanti in ogni sede questa proposta, inserendola anche tra i punti qualificanti del programma con cui il centrodestra si è presentato alle elezioni politiche. Dopo una lunga attesa e un lungo lavoro, martedì 10 maggio l’Aula della Camera inizierà a discutere la proposta di legge che mi vede come prima firmataria. Finalmente gli italiani sapranno dal voto del parlamento chi davvero vuole che siano i cittadini a scegliersi il Capo dello Stato e chi invece ha mentito. Mi auguro che le forze politiche dimostrino maturità e visione: una riforma dello Stato in senso presidenziale è la strada maestra per dare alla Nazione una democrazia efficiente e capace di decidere”.

Condividi

12 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Almeno se è incapace o scemo, ce lo siamo eletto noi e non i clan politic vari

  2. “Ein Volk, ein Führer” era un motto di Hitler, ma il concetto è condivisibile, se il Capo è scelto, stimato e anche un po’ amato dal popolo.
    Certo non basta un monocrate per condurre una buona nazione, ci vuole anche un parlamento che approvi le leggi da lui emanate (non viceversa, per carità!) e quando ce vo’ lo spodesti. Non devono essere i partiti, la partitocrazia a decidere la sorte del popolo, ignaro delle mire nascoste dietro i simboli altisonanti. Sui seggi delle Camere non devono stare né numeri né robot, ma gente conosciuta di persona dal popolo e per tanto stimata.

    • Mauro Morarelli il 4 Maggio 2022 alle 18:35

    Finalmente grazie alla nostra Giorgia va in Parlamento la proposta di eleggere il Presidente della Repubblica da parte dei cittadini.
    Certamente la Sinistra voterà contro come è consuetudine di una forza legata ai clan politici.
    Noi di destra FDI FI LEGA dobbiamo essere compatti per questa riforma altamente democratica.

    • Mauro il 4 Maggio 2022 alle 19:44

    Era ora !cosi’vedremo anche la faccia dei traditori!

    • Gino Cerutti il 5 Maggio 2022 alle 12:58

    QUESTI PRESIDENTI PUPAZZI, INCAPACI DI PRODURRE ED ESPRIMERE PENSIERI E ARGOMENTI PROPRI, dei quali abbiamo ormai fin troppo lunga esperienza e sopportazione, chiedendoci ogni volta se ” ci sono o ci fanno” od entrambe le cose, siano FINALMENTE sostituiti da PERSONE MENTALMENTE LIBERE, CAPACI DI GIUDIZIO E DI RAPPRESENTARE IL COMUNE SENTIRE DEL POPOLO, ESSENDONE INSIEME COSCIENZA CRITICA.
    MA sto chiedendo un miracolo…I poteri mafiosi SOVRANAZIONALI che ci sovrastano, potranno mai permettere che siano i cittadini a scegliere qualcuno che almeno sia loro PORTAVOCE ??

  3. Non posso che dire …, anche se sono molto scettico che questo Parlamento possa acconsentire a votare una simile grandiosa riforma! Mi auguro che possa essere ancora di questo mondo per poter vedere realizzato quanto sogno da almeno 12 lustri!

    • XMAS il 5 Maggio 2022 alle 19:44

    Resta e resterà un sogno.Passare da Repubblica Parlamentare a Presidenziale non lo vuole nessuno a parte FDI .Troppi interessi in gioco sui giochi di potere.
    Abbiamo il record dei record ovvero un Presidente eletto x 14 anni che milioni di italiani non riconoscono ma che manovra di nascosto ,daltronde è un classico uomo di prima repubblica che ha navigato nella politica per tutta la vita.Chissà che bella pensione milionaria si è guadagnato fra ministeri e presidenza e chissa perc he’ non viene pubblicata la sua dichiarazione dei redditi come per i parlamentari,Tutto secretato come molte altre cose all’italiana.

    • Francesco il 6 Maggio 2022 alle 13:32

    Dice bene la Presidente Meloni: <>. Condivido i commenti positivi sin qui letti che evidenziano come questa riforma sia avversata dalle sinistre. Attenzione, siamo sicuri che nel Centro Destra ci sia questa coerenza positiva proposta da Fratelli D’Italia?
    Fare politica significa anche capacità di sintesi e mediazione, a condizione che questa non snaturi e svaluti l’idea politica fondante e coerente del movimento politico o del partito. Attenzione al ” fuoco amico ” la cui esistenza si è rivelata in questi ultimi tempi, creando complicazioni nei rapporti tra alleati del Centro Destra. Compatti, coerenti, uniti si vince, confidando sulla coerenza e lealtà di tutta la coalizione di Centro Destra.

    • Mauro Morarelli il 6 Maggio 2022 alle 15:21

    Francesco
    Giusta analisi.
    Bisogna che la coerenza e l ealta di tutta la coalizione di Centro Destra coverga in unità e allora si può portare in porto questa idea politica di FDI.

    • XMAS il 6 Maggio 2022 alle 18:10

    Tengo a precisare cheal momento non esiste alcuna coalizione di CDX .
    Mr blablabla Salvini e Tajani a nome del Berlusca mi risulta che siano nella coalizione di governo e votino tutto cio’ che Mr Sorriso propone in accordo con Bruxelles vedasi la panzana sulla no tax della riforma del catasto .

    • francesco il 7 Maggio 2022 alle 09:11

    Mi sembra di essere stato chiaro, tutto il Centro Destra deve esprimere coerenza , lealtà nei suoi rapporti all’interno della coalizione, non snaturando gli ideali e i principi fondanti. Tutto questo ben sapendo che attualmente vi è una parte della coalizione che fa parte del governo in essere mentre Fratelli D’Italia da sola cerca di attenzionare e richiamare con tutte le sue forze gli alleati o presunti alleati alla realtà politica utile in questo momento. Dico di più : .
    Mentre Fratelli D’Italia coerentemente sta all’opposizione ( circostanza per nulla facile da gestire anche perché è l’unica opposizione), i suoi alleati non dimostrano in parlamento, quotidianamente, la coerenza sugli accordi presi preventivamente (vedi deficit di presenze nei quorum necessari per l’approvazione di alcuni provvedimenti). Deficit voluto o casuale? Nonostante queste mie perplessità, resto ottimista!

    • XMAS il 7 Maggio 2022 alle 19:00

    Francesco giacchè siamo in tema facciamo questo esempio:
    Il Comico ha tutta la NATO alle spalle che lo sostiene.Improvvisamente Polonia e Moldavia si staccano e si alleano con Putin per il bene comune di bloccare determinate decisioni.Orban si distacca da alcune decisioni della UE per il bene del paese.
    Sostituisci alla NATO MR Sorriso Draghi,a Polonia e Moldavia Salvini e Tajanj ,ad Orban la Meloni.Vedi il risultato finale.

Rispondi