Attentato Sinagoga Roma, Meloni: Giorno atroce e indelebile per Italia intera

Ricorrono oggi i quaranta anni dall’attentato compiuto da un commando palestinese contro la Sinagoga di Roma durante la celebrazione religiosa di Shemini Atzeret. In quel giorno, così atroce e indelebile per l’Italia intera, perse la vita Stefano Gaj Tachè e rimasero ferite quaranta persone. Un dolore che ci portiamo dentro perché Stefano, un bambino di soli due anni, poteva essere nipote, figlio o fratello di ognuno di noi. Il nostro impegno a non dimenticare ma anche a cercare la verità.

Condividi

8 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Ernesto Langiano il 9 Ottobre 2022 alle 14:04

    Io sto con Israele con Gerusalemme , patria dell’ ebraismo ma anche terra di noi Cristiani.

    • Vittorio Orellano il 9 Ottobre 2022 alle 15:09

    Signora Giorgia Meloni, capisco il dolore perché nel mio Paese ci sono stati due attacchi simili all’AMIA e all’Ambasciata israeliana e ancora non sono stati risolti, quanto tempo dobbiamo aspettare per la Giustizia.
    Cordiali saluti.
    Daniele Vittorio Orellano

    • Luciano il 9 Ottobre 2022 alle 15:22

    Chiedete alla Sig.ra Segre, nostra senatrice, visto che Lei opta per Hamnas potrebbe aiutarci nelle indagini…

    • Alfio Brazzelli il 9 Ottobre 2022 alle 17:46

    Verissimo, però tutti questi discorsi in circostanze simili no danno sempre l’impressione di essere permeato tanta iporisia. Per carità doveroso il ricordo è la celebrazione ma vedo sempre un solo punto di vista! Ci sono tanti morti tutti giorni nel mondo di altre idee, altre religioni, altri sistemi!
    Allora ricordiamolo tutte!

    • Eso-Christ il 9 Ottobre 2022 alle 21:43

    We need a new religion.
    http://www.theosophie343.wordpress.com
    Please translate this website from German into Italian.

  1. Non è possibile per chi ha una coscienza ed una onestà mentale e culturale, di non essere pienamente addolorato per l’accaduto.

    • Carlo Frinolli il 22 Ottobre 2022 alle 16:04

    Cara Giorgia, anche se tu dicessi viva la mamma troverai sempre qualcuno che dirà che s’ un rigurgito fascista perché vuoi ricordare che le mamme devono dare figli alla patria. Fregatene, lavora e io ti auguro buon lavoro. Carlo Frinolli

    • gianni prelez il 4 Novembre 2022 alle 11:11

    congratulazioni a Giorgia. Sono di destra, sono contro ogni forma di totalitarismo e demagogia delle sinistre e mi fa piacere che la nostra Presidente del Consiglio abbia cosi tappato la bocca a coloro che in campagna elettorale cavalcavano lo spettro della dittatura. Da 70 anni subiamo la dittatura delle parole SFASCISTE del PD…inoltre festeggio il 25 aprile e condanno le leggi razziali de 1938 e visito regolarmente i campi di concentramento che tutti dovremmo visitare.
    Brava Giorgia … stai 1 passo davanti ai…..vecchi rincoglioniti…

Rispondi