Legge elettorale: consegna un Parlamento di nominati e ammazza non allineati fuori e dentro i grandi partiti

«Il giudizio generale è che questa proposta di legge elettorale sia una via di mezzo tra il ‘porcellum’ e il ‘verdinum’, sistema da sempre sognato e decantato da Denis Verdini. Nasce per ammazzare tutti i non allineati fuori dai grandi partiti e all’interno dei partiti. Ci riconsegna un Parlamento di nominati che risponde al capo, perché da quello che dicono pare che gli italiani non siano nella condizione di scegliere da soli i propri rappresentanti. Fratelli d’Italia ha posto come unica condizione il voto di preferenza. Ci hanno risposto ‘no’ perché le preferenze portano corruzione, come se gli italiani fossero mediamente dei corrotti e che sceglierebbero dei corrotti a rappresentarli. Questi ‘dittatori illuminati’, dunque, ci fanno il favore di nominare i rappresentanti del popolo italiano al loro posto. Ovviamente FdI non ci sta e farà battaglia a tutti i livelli e in Parlamento».

Continua a leggere

Lettera aperta a Francesco Storace

Caro Francesco,

Continua a leggere

Per lo Stato italiano l'eccidio delle foibe e l'esodo sono una tragedia nazionale. E per il sindaco di Roma Marino?

Avremmo preferito per paradosso sentir dire dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, che la scelta di cancellare i viaggi della memoria in Istria Fiume e Dalmazia, dipendesse da un pregiudizio ideologico e non da una squallida ragione economica. Marino deve ora dire se per lui l’eccidio di decine di migliaia di italiani massacrati nelle foibe e l’esodo di oltre 350 mila nostri connazionali siano o no una tragedia nazionale, come sancito da una legge dello Stato di cui proprio quest’anno ricorre il decennale.

Immigrazione: Pronti a chiedere referendum se abrogano reato clandestinità

Se il Parlamento dovesse abrogare il reato di clandestinità, annuncio sin da ora che Fratelli d’Italia avvierà la raccolta firme per chiedere l’indizione di un referendum. Il diritto di esprimersi su una norma che riguarda direttamente la sicurezza e l’incolumità dei cittadini spetta unicamente al popolo sovrano. Mi lascia basita, invece, la decisione degli esponenti del Ncd di sottomettersi alla scelte ideologiche di un governo inequivocabilmente di sinistra e che oggi hanno ufficialmente tradito il mandato degli elettori di centrodestra, grazie al quale siedono in Parlamento.