Marò: Italia deve porsi il problema del ritiro dei suoi militari dalle missioni di pace

L’Italia deve porsi il problema del ritiro dei suoi militari dalle missioni di pace perché se i nostri militari non sono così importanti da essere difesi e tutelati in questa vicenda, nella quale l’India sta violando tutte le norme del diritto internazionale, allora non lo sono mai. La grande partecipazione spontanea di oggi dimostra che gli italiani sono particolarmente sensibili su questo tema, mentre è inaccettabile il silenzio del ministro Bonino. Riportare a casa i nostri marò è una priorità nazionale.

La verità sulle pensioni d'oro e le menzogne del M5S e del Popolo Viola (da OpenMag.it)

L’articolo pubblicato, a cura della redazione, da OpenMag.it.

Continua a leggere

Marò: domani a Roma manifestazione di Fratelli d'Italia. Tutte le forze politiche invitate a partecipare

Domani, lunedì 13 gennaio, a partire dalle ore 17 Fratelli d’Italia manifesterà a galleria ‘Alberto Sordi’ a Roma, per i marò Girone e Latorre.

Continua a leggere

Marò: Lunedì a Roma manifestazione di Fratelli d'Italia aperta a tutte le forze politiche

“Fratelli d’Italia ha indetto per lunedì 13 gennaio a Roma, una mobilitazione per i marò Girone e Latorre.  L’iniziativa, che inizierà alle ore 17 presso la Galleria “Alberto Sordi”, è aperta a tutti coloro che vorranno partecipare e che condividono con noi la necessità di scendere in piazza per difendere i diritti dei nostri militari e la dignità dell’Italia, calpestata dall’India da 22 mesi. Nei prossimi giorni, inoltre, una delegazione di Fratelli d’Italia composta dal esponenti nazionali, parlamentari ed europarlamentari partirà per l’India per seguire da vicino i risvolti di un caso che vede i nostri militari detenuti in piena violazione delle norme di diritto internazionale. Fratelli d’Italia è disponibile ad aderire ad altre iniziative utili a riportarli a casa e a sensibilizzare gli italiani su una vicenda per troppo tempo sottovalutata dalla quasi totalità delle Istituzioni e delle forze politiche. E siamo lieti che molti colleghi, seppur con sensibile ritardo, se ne siano accorti. Ci aspettiamo di vederli con noi in piazza a partire da lunedì”. Continua a leggere