Legge elettorale: il dibattito coinvolga tutti, no liste bloccate è condizione posta a Renzi

Per Fratelli d’Italia il dibattito sulla legge elettorale deve coinvolgere tutte le forze politiche. A Matteo Renzi abbiamo ribadito di essere disposti a trattare di qualunque riforma elettorale con una unica condizione: non siamo disponibili alla riproposizione delle liste bloccate. Vogliamo che i parlamentari vengano scelti dagli italiani e non dalle segreterie di partito.

Pagamento mini-Imu pastrocchio inguardabile del governicolo Letta

Alla faccia delle promesse elettorali e dei proclami di alcuni partiti della maggioranza, che avevano solennemente annunciato la scomparsa della parola Imu dal vocabolario del futuro, il 24 gennaio milioni di italiani dovranno fare i conti con il pagamento della mini-Imu.

Continua a leggere

M5S contrasti il Governo invece di fare propaganda contro Fratelli d'Italia

“Da qualche giorno il M5S anziché impegnarsi nel contrastare il governo dedica in aula tutte le sue energie oratorie pre-confezionate a tentare di vantare primogeniture su provvedimenti, mozioni o posizioni politiche nei confronti di altre forze di opposizione e in particolare di Fratelli d’Italia. Se la questione non fosse stucchevole sarebbe facile dimostrare che su pensioni d’oro, difesa dei marò e fiscal compact, Fratelli d’Italia è da sempre in prima linea. Ma questa guerra tra opposizioni che ricorda ‘i capponi di manzoniana memoria’ finirebbe per giovare solo al governo e alla maggioranza. Perciò abbiamo oggi votato una mozione dei 5 Stelle e non ci scandalizziamo se finalmente dopo aver paragonato i nostri militari ai terroristi, oggi i grillini si uniscono a noi nel chiedere di salvare i due marò o si interessano in qualche modo a contrastare le pensioni d’oro. Il resto è inutile propaganda”.

Continua a leggere

Pensioni d'oro: spero in coraggio Renzi, per servizio studi Camera proposta FdI è percorribile

Sono contenta che il Pd stia rivedendo la sua posizione in tema di pensioni d’oro e spero nel coraggio del suo nuovo segretario. Se le perplessità di Matteo Renzi sulla proposta di Fratelli d’Italia sono di natura burocratica e tecnica lo tranquillizzo: il servizio studi della Camera dei deputati ha perfettamente chiarito che la nostra proposta di legge per revocare le pensioni d’oro è tecnicamente percorribile. Non vorrei, invece, che il tentativo del segretario del Pd fosse quello di mettere le mani avanti, nascondendosi dietro inesistenti questioni tecniche, per giustificare un voto contrario alla nostra proposta che sarebbe inspiegabile. Mi auguro che Renzi dimostri con i fatti di voler sostenere quel cambiamento di cui parla e di cui dice di farsi portavoce, votando un provvedimento giusto anche se è stato presentato da un partito politico avversario.