Mag 17

Imu, rinvio positivo se propedeutico ad abolizione

Il rinvio del pagamento dell’IMU a settembre è positivo se propedeutico all’abolizione. L’obiettivo resta infatti la cancellazione di questa tassa ingiusta e la restituzione della rata 2012. Per Fratelli d’Italia la prima casa è un bene sacro e indisponibile. E nei prossimi giorni presenteremo in Parlamento una proposta di legge per l’impignorabilità della prima casa

Mag 17

Governo: Rischiamo riedizione Esecutivo Monti, inconciliabili posizioni partiti di maggioranza

È evidente che le posizioni tra i partiti che compongono la maggioranza sono difficilmente conciliabili. Il Pdl in campagna elettorale ha molto investito sull’abolizione totale dell’Imu e addirittura sulla restituzione di quella già versata, mentre il Pd ritiene da sempre che al massimo si possa puntare a esentare i meno abbienti.

Leggi tutto

Mag 15

Bene la calendarizzazione della ratifica della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne

Per contrastare un fenomeno odioso e intollerabile come la violenza sulle donne Fratelli d’Italia chiede da tempo la ratifica della Convenzione di Istanbul. Non possiamo che accogliere positivamente, dunque, la scelta di calendarizzarla alla Camera: la ratifica può fornire all’Italia ulteriori strumenti utili a combattere questa emergenza sociale e a colmare la distanza che oggi vede la nostra Nazione indietro rispetto agli altri Stati Europei.

Mag 12

"Una staffetta per l'Italia": in piazza per rilanciare proposte FdI per il futuro dell'Italia

Fratelli d’Italia non ha votato la fiducia al governo Letta, ma abbiamo detto che voteremo i provvedimenti che porterà quando dovessero essere provvedimenti giusti. E chiediamo al Governo di valutare le proposte che Fratelli d’Italia ha da fare per il futuro dell’Italia con la stessa assenza di pregiudizio. Tra queste, che vogliamo rilanciare con la “Staffetta per l’Italia”, ci sono: il tetto alle tasse in Costituzione, l’impignorabilità della prima casa, la divisione tra le banche commerciali e le banche d’affari, iniziative a sostegno di maternità e natalità. E poi le riforme costituzionali e una legge elettorale che venga fatta nell’interesse dei cittadini che votano e non dei partiti che la scrivono. Porteremo queste proposte in Parlamento come le abbiamo portate oggi in piazza e speriamo che il Parlamento le voglia approvare.