Fisco: Anche Fassina riconosce livello insostenibile tassazione, urgente dare seguito a proposta FdI su tetto tasse in Costituzione

Il livello della tassazione in Italia è diventato talmente insostenibile per cittadini e imprese che oggi persino un esponente della sinistra più ortodossa come il viceministro dell’Economia Fassina è costretto a riconoscerlo. E dopo che questo dato è stato certificato più e più volte dalla quasi totalità delle Istituzioni nazionali e internazionali e dalle categorie produttive, fino all’ultimo rapporto di Confcommercio che denuncia il record del 54% della pressione fiscale effettiva, il governo continua a proporre provvedimenti che introducono nuove tasse. E mentre in Italia chiude un’impresa ogni tre giorni e le famiglie sono ormai allo stremo, ci chiediamo cosa stiano aspettando ancora i ministri di questo Esecutivo dei ‘vasti compromessi’ per scendere dalla loro torre d’avorio e rendersi conto della realtà italiana. Per questo ribadiamo l’urgenza di dare seguito alla proposta di Fratelli d’Italia di mettere un tetto alle tasse in Costituzione.

Lettera Br a consigliere De Corato: piena solidarietà da tutto il gruppo FdI alla Camera

Piena solidarietà da tutto il gruppo di Fratelli d’Italia alla Camera a Riccado De Corato, per le minacce ricevute. L’impegno e la determinazione che lo contraddistinguono saranno la miglior risposta a questo vile atto intimidatorio. Simili episodi, però, non possono e non devono essere sottovalutati. Per questo l’auspicio è che gli inquirenti possano far luce quanto prima sul caso e i responsabili siano individuati e puniti.

Gmg: A sinistra cala il silenzio dopo le parole del Papa contro la droga

Papa Francesco contro la legalizzazione delle droghe. A sinistra cala il silenzio: nessun plauso dai maestri della strumentalizzazione?

Battisti: Dopo parole Cancellieri seguano fatti concreti

Cesare Battisti è un criminale e un assassino che deve essere assicurato alla giustizia italiana e che deve scontare in Italia le pene alle quali è stato condannato. Per questo ci auguriamo che alle parole del ministro della Giustizia Cancellieri, che oggi nel rispondere ad un’interrogazione di Fratelli d’Italia ha assicurato la massima attenzione del governo, seguano fatti concreti. E che nel trattare il caso Battisti non ci siano la stessa superficialità e la stessa approssimazione che questo Esecutivo ha utilizzato ogni qual volta è stato chiamato a difendere la credibilità dell’Italia a livello internazionale, come nel caso dei nostri due marò detenuti in India o dell’espulsione delle due donne kazake.