Set 16

Se a Orlando piace la censura, si faccia nominare Ministro da Maduro in Venezuela

Alla Festa dell’Unità di Torino il ministro della Giustizia Orlando sostiene che “le parole d’ordine di Salvini e Meloni portano al fascismo”. Ora è chiaro a cosa servono il ddl Fiano e tutte le altre deliranti proposte di legge che il Pd e la sinistra vogliono approvare con la scusa della lotta all’odio e alla discriminazione: chiudere la bocca a chi non la pensa come loro.

Se a Orlando piace così tanto la censura, lasci il Governo italiano e si faccia nominare ministro della Giustizia da Maduro in Venezuela.

Condividi

6 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Crocetti Riccardo on 17 settembre 2017 at 00:03
    • Rispondi

    Anche il comunismo è una forma di fascismo. Un autore americano ha definito il fascismo nero una “religione “apertamente brutale, ma quello rosso invece una “religione” nascostamente sadica.. A me non preoccupa quello nero, ma piuttosto quello rosso.
    Mettiamolo al bando in tutte le sue forme!

    • Franco Cordiale on 17 settembre 2017 at 01:46
    • Rispondi

    Si chiama Pensiero Unico. Un luogo dove predomina é la scuola italiana, dove é subentrato il gergalismo “politically correct”. Se uno dicesse “la missione della scuola” lo guarderebbero storto. Bisogna dire “mission”…e se poi ti scappasse “nero” con una G in aggiunta: non oso nemmeno immaginare! La “pulizia linguistica” é l’anticamera del plagio mentale. Chiedetelo a zia Lauretta…

    • Franco Cordiale on 17 settembre 2017 at 09:00
    • Rispondi

    Invece quelli che hanno gridato e scritto sui muri per decenni:”Se vedi un punto nero spara a vista: o é carabiniere o é fascista” e poi l’hanno anche messo in pratica, vedete, costoro sono i paladini del dialogo democratico. Lo sono anche quelli che staccano dalle aule scolastiche i pochi crocifissi sopravvissuti e li fracassano a terra. Cronaca ordinaria di scuola “inter-culturale”…

    • Giovanni on 17 settembre 2017 at 10:32
    • Rispondi

    Trovo molto grave che un ministro della repubblica si esprima in questo modo.

    • Crocetti Riccardo on 18 settembre 2017 at 06:58
    • Rispondi

    Nel precedente messaggio di posta elettronica intendevo dire : mettiamo al bando non il fascismo nero, ma il fascismo rosso in tutte le sue forme : santini di Che Guevara, riviste, giornali, partiti e partitini, movimenti, l’associazione nazionale partigiani 8 la più ridicola e anacronistica della galassia rossa),ecc.

    • michele on 18 settembre 2017 at 11:07
    • Rispondi

    cara Giorgia
    ho qualche anno più di te, non tanti ma abbastanza per aver vissuto il pci in età adeguata per farsi un idea personale , dopo tutte le evoluzioni della sinistra per sopravvivere compresa l’integrazione di un altro grande partito assolutista e fascista la DC .
    posso affermare che non è cambiato nulla .
    il loro senso di democrazia è pari a quello di stalin , hitler , maduro, pinochet.
    ricorderò sempre quel ragazzo che in occasione di nuove amicizie che mi ero fatto in un paesino non lontano dal mio mi disse , scusa ma non puoi essere nostro amico se non hai la tessera della fgci.
    (federazione giovani comunisti italiani), lì capii la differenza tra destra anche autoritaria ma alla luce del sole e sinistra “democratica”
    (sul posto di lavoro ho lo stemma della decima mas , devono solo provarci a toglierlo)
    buongiorno

Rispondi