Nov 07

Sconcertante silenzio UE su Asia Bibi. L’Italia dimostri coraggio e conceda asilo

Da settimane Fratelli d’Italia chiede al Governo di offrire la disponibilità dell’Italia ad accogliere in Italia Asia Bibi e la sua famiglia e dare loro la possibilità di avere un posto sicuro dove poter continuare a vivere. Abbiamo anche presentato in Commissione Esteri alla Camera una risoluzione per impegnare l’Esecutivo a fare tutto quello che è possibile per salvarla. L’Italia dimostri il coraggio di avere a cuore questa vicenda perché Asia è il simbolo della più sanguinaria ed estesa discriminazione nel mondo: quella contro i cristiani. Roma è la Capitale della Cristianità e la nostra Nazione è la culla del cristianesimo: non possiamo girarci dall’altra parte ed essere indifferenti.

Sono rimasta sconcertata dal silenzio dell’Occidente, in particolare dell’Unione Europea. Un silenzio indecente e vigliacco che conferma il triste declino di un’Europa che rinuncia a difendere le sue radici, la sua identità e la sua storia. Salvare Asia vuol dire salvare quello che siamo e che ha reso nei secoli la nostra Europa un faro di civiltà. La persecuzione dei cristiani nel mondo è un fenomeno allarmante che in alcune Nazioni assume la forma di un genocidio vero e proprio. Ma la comunità internazionale, i grandi mezzi di comunicazione e quegli intellettuali sempre pronti a scendere in campo per qualsiasi sedicente discriminazione rivolgono i loro occhi altrove e se ne infischiano completamente. Così come non si preoccupano affatto che in moltissimi Stati musulmani, come il Pakistan, l’Arabia Saudita e il Qatar, sia ancora in vigore la pena di morte per blasfemia e apostasia. Stati che qualcuno considera, anche in Italia, come “amici e moderati”. Se vogliamo davvero combattere la persecuzione nei confronti di donne come Asia, bisogna avere il coraggio di denunciare questi problemi e di chiamarli con il loro nome, senza ipocrisie e senza la lente del politicamente corretto. Noi abbiamo combattuto per secoli per avere libertà e democrazia per poi sottometterci a chi considera la libertà e la democrazia un peccato contro Allah.

Condividi

10 comments

Vai al modulo dei commenti

    • massimo Bini on 7 novembre 2018 at 13:10
    • Rispondi

    in vaticano tutto tace….il silenzio del biancone è assordante…

  1. si tratta della per paura di un conflitto Italo – Pakistano

    • Gianni Brespa on 7 novembre 2018 at 17:22
    • Rispondi

    Avventurieri, volontari, filantropi fasulli sono troppo impegnati a distruggere ciò che bene o male funziona. I progressisti affogano nella loro tracotanza e sono troppo impegnati a fare emergere la testa. Il fondatore di Sant’Egidio è occupato a creare il nuovo umanesimo.

    • antonio velotto on 8 novembre 2018 at 05:59
    • Rispondi

    che mi fa’ paura e sconcerto il silenzio di papa Francesco.

    • Franco Cordiale on 8 novembre 2018 at 09:48
    • Rispondi

    Questo papa tace…il capo dello Stato idem… la sinistra catto-comunista pure: non credo che sia un caso. Gli “ordini superiori” (che non sono certo quelli del buon Iddio) prevedono la Grande Mescolanza di tutte le religioni, di tutte le etnie, la omologazione di ogni identità, cultura, linguaggio dentro uno STANDARD comune di usi, costumi e soprattutto CONSUMI. Gli islamici hanno un grande “pregio” dal punto di vista del “NUOVO ORDINE MONDIALE”, anzi due pregi: sono TANTI ed in espansione demografica e ideologica; sono abituati ad OBBEDIRE e a muoversi a massa, come hanno sempre fatto nella loro storia turbolenta ! Bisogna farli “vincere” in Europa e nel mondo, gratificando la loro boria di pretesa superiorità, salvo addomesticarli, dopo, cosa facile, data la loro scarsa coscienza critica. Ecco perché sta passando la linea di “TENERSELI BUONI” con un misto di pavidità ed ipocrisia opportunistica che i vari Piersanti…Mozzarella hanno dipinto sul volto. O me ne accorgo soltanto io ? Così la signora Asia Bibì, colpevole di essere cristiana, subisce ogni sopruso…Ma provate a servire carne “haram” o proibita a qualunque marmocchio di famiglia islamica dentro una mensa scolastica e…apriti cielo ! A voi che leggete, sta bene così ?

  2. Carissimi Fratelli d’Italia, ho letto i “commenti” precedenti, ed ho notato che tutti desiderano un atto di coraggio dallo stato italiano, dal Vaticano, dalla Europa Unita (?), ma lasciamo gli stati “Esteri”,da modesto storico posso solo dire che gli ultimi atti di coraggio dell’Italia si sono “esauriti” sul Piave, a Giarabub ed ad El Alamein!
    Ho compiuto i miei 83 anni, ne ho visto di tutte!
    Sapete cosa penso ora?
    Molto immodestamente, la penso come quel grande della storia, che disse:

    ASIA BIBI? UNA DONNA CORAGGIOSA ALLA QUALE AUGURO OGNI BENE!!!

  3. RIPRENDO: COME AL SOLITO SALTANO LE RIGHE, DOPO “CHE DISSE” LEGGI:

  4. E, PER LA SECONDA VOLTA RIPRENDO:: MANCA

  5. OMNIAA TRINA EST PERFECTUM, ORA LO SCRIVO IN ITALIANO, FORSE CHI DI DOVERE NO CAPISCE IL FRENCESE: DOPO DISSE LEGGI:

  6. EVIDENTEMENTE I DETTI NAPOLEONICI NON PIACCIOMO!
    NAPOLEONE DISSE: DOPO DI ME ILO DILUVIO, E, DATTO IIN NAPOLETANO. MA CHI MO FA, FA’

Rispondi