fbpx

Feb 04

Condanne esemplari e certezza della pena per chi attenta alla sicurezza dei cittadini

 
Macerata. Italia in piena emergenza sicurezza. Oggi una sparatoria, un gesto folle da criminali squilibrati, senza alcuna possibile giustificazione. Così si è ridotta l’Italia in mano alla sinistra. Chiediamo condanne esemplari e certezza della pena per chi attenta alla sicurezza dei cittadini.
È tempo che gli Italiani tornino a credere in uno Stato che garantisca loro sicurezza, ordine e legalità.
Condividi

5 comments

Vai al modulo dei commenti

    • GIACOMO on 4 Feb 2018 at 06:17
    • Rispondi

    SE ENTRI IN CASA MIA – A PRESCINDERE DALL’ATTO CRIMINOSO – L’AGGREDITO NON DEVE ESSERE INDAGATO PER NESSUN MOTIVO – LA DIFESA PROPRIA E DEI PROPRI FAMILIARI DEVE ESSERE UN CAPOSALDO DEL CENTRODESTRA

    • Franco Cordiale on 4 Feb 2018 at 08:07
    • Rispondi

    Questo episodio che giustamente condanniamo, é però l’effetto esasperato di un crimine orrendo, compiuto da un criminale straniero che si aggiunge ad una lunga lista: ricordiamo Kabobo, assassino senza motivo a Milano; ricordiamo i cinque ragazzi falciati da uno zingaro rom al volante di un furgone vicino ad Ascoli; il vigile travolto deliberatamente da un rom a Milano, di nome Nicolic (ovviamente senza precise identità ed età); la ragazza cinese scippata e travolta dal treno mentre inseguiva lo scippatore; la signora rapinata, stuprata, ammazzata, vicino ad un campo rom, da parte di un suo frequentatore di quella etnia…il rosario é lunghissimo, interminabile. Ma chi dobbiamo ringraziare? CHI ha predicato ed attuato una FINTA e PRETESTUOSA “ACCOGLIENZA” la quale ha significato solo questo: spalancare le porte dell’ Italia a chiunque volesse entrarvi e rimanervi abusivamente, con intenzioni di ogni genere: ma quelle cattive o comunque illegali erano e sono le più frequenti. Mi sbaglio ? Mi riferisco all’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, non a quella regolare.E a chi l’ha solennemente benedetta…purché avvenisse in casa altrui…

    • Crocetti Riccardo on 4 Feb 2018 at 11:46
    • Rispondi

    Già che ci sono faccio ancora un’altra richiesta a Fratelli d’Italia.
    Quando sarete al governo fate subito ( o al più presto) una legge di modifica della costituzione per quanto riguarda il divieto di referendum abrogativo dei trattati internazionali. Oltre a ciò vorrei che si introducesse il referendum propositivo.E’ un nostro diritto di cittadini quello di dire la nostra su affari che ci riguardano direttamente. Per esempio io vorrei che un giorno si avesse la libertà di fare un referendum propositivo per impedire l’ingresso della Turchia in Europa e un altro per impedire che paesi IN PIENA ESPLOSIONE DEMOGRAFICA abbiano la possibilità di aderire alla U.E. , che diventerebbe facilmente il bacino di raccolta del surplus di popolazione straniera. Non è mai stato detto agli europei dai rispettivi squallidi governi traditori, che il progetto “Unione europea ” non riguarda il completamento dell’unione dei popoli europei di razza bianca, ma che l’unione può continuare ad espandersi ancora , comprendendo l’Algeria, la Tunisia, il Marocco, l’Egitto,ecc. Una specie di Armata Brancaleone in cui entra fi tutto e di più.
    Io vorrei che l’Italia uscisse dalla U.E., ma nella (LUNGHISSIMA ) attesa vorrei difendere la mia gente con tutti i mezzi possibili, a cominciare dai suddetti referendum.

    • Crocetti Riccardo on 4 Feb 2018 at 17:51
    • Rispondi

    Poco fa, sul mio computer, è apparso un comunicato Aavaz ,nel quale mi si chiedeva di mettere la mia firma contro “il fascista Salvini”. Io non ho cliccato un bel niente, ma quando ho chiuso l’annuncio, ne è apparso un altro, sempre avaziano , nel quale mi si ringraziava per aver messo la mia firma contro Salvini. Sottolineo che non ho firmato niente e che la firma mi è stata estorta a mia insaputa e contro la mia volontà.
    Mai e poi mai verrò incontro a QUELLE CAROGNE STALINIANE ROSSE!

    • Gianluca Sala on 5 Feb 2018 at 11:37
    • Rispondi

    Dopo anni di violenze inaudite ci si stupisce che qualcuno scaturisca?
    I vari governi UE hanno acceso un falò in una polveriera e ora si stupiscono della reazione di uno squilibrato?
    Spero vivamente che fatti del genere non si ripetano mai più, ma la colpa è di chi ha creato le condizioni. Sono loro i carnefici sia di quella povera disgraziata che delle vittime di Traini. Sono loro che dovrebbero pagare per le loro colpe

Rispondi