fbpx

Feb 22

Vietano a Fratelli d’Italia di manifestare sabato a piazza Vittorio a Roma ma noi ci saremo comunque

Noi di Fratelli d’Italia siamo le prime vittime di questo clima brutto, da anni 70 costruito purtroppo ad arte da una sinistra, che ha passato la campagna elettorale a usare slogan di quarant’anni fa per la difficoltà di spiegare ai cittadini perché al governo della Nazione aveva dato soldi alle banche e agli immigrati e non ai poveri. Io in prima persona sono stata aggredita a Livorno da quelli dei centri sociali che stanno facendo di tutto; nel comune di Pontedera ci è stato impedito di fare il nostro banchetto elettorale da un sindaco Pd che non ci ritiene una realtà democratica, nonostante siamo un partito presente in Parlamento. E Adesso ci hanno vietato di manifestare questo sabato a piazza Vittorio a Roma, nell’ambito di una mobilitazione nazionale nel corso della quale porteremo enormi bandiere tricolori nei quartieri abbandonati delle periferie italiane. Non ce la vogliono far fare e per questo dico che sabato saremo comunque a manifestare a piazza Vittorio.

Condividi

5 comments

Vai al modulo dei commenti

    • Crocetti Riccardo on 22 Feb 2018 at 13:41
    • Rispondi

    Impedire i comizi o altre attività politiche del tutto legittime, non sono che viscide manovre del fascismo rosso, per preparare piano, piano il terreno ad una messa al bando di una formazione rivale( per adesso Fd’I , poi la Lega , ecc.)
    Intanto , queste autorizzazioni ( a parlare, a manifestare,ecc.) non concesse a Fratelli d’Italia, costituiscono tanti piccoli,”silenziosi” precedenti, che vengono viscidamente accumulati per far sì che presto o tardi costituiscano “la massa critica” che, associata ad altri provvedimenti presi in parlamento, faccia esplodere il “caso ” ( nella fattispecie : il ritorno del fascismo nero) . Dopo un lungo lavoro sotterraneo di questo tipo, mettere il bando a Fd’I o Lega diventa un
    gioco da ragazzi.
    Attenzione quindi: non permettiamo mai a quei porci dei rossi di averla vinta!

      • emanuel on 22 Feb 2018 at 19:27
      • Rispondi

      crocetti: non c’èun fascismo rosso, c’è solo il comunismo e i suoi derivati…

    • emanuel on 22 Feb 2018 at 19:20
    • Rispondi

    come al solito, per questo stato e per questa democrazia, valgono solo le menti superiori (decerebrate) dei sinistroidi…

    • Crocetti Riccardo on 22 Feb 2018 at 23:50
    • Rispondi

    Caro Emmanuel, io mi diverto ad usare il termine FASCISTA ROSSO con i comunisti, solo perchè , quando si sentono messi sullo stesso piano dei fascisti del tempo di Mussolini, si rodono il fegato dalla rabbia!
    Prova anche tu qualche volta, se ti capita di avere una discussione con quegli idioti dei comunisti , e vedrai come si incavoleranno!

    • Franco Cordiale on 23 Feb 2018 at 02:57
    • Rispondi

    Se notate, l’unica piazza autorizzata é quella dei centri sociali, che si pigliano tutte le vie e piazze che vogliono e autorizzazioni non ne chiedono di certo. Le Forze di Polizia li guardano ore e ore, li subiscono negli insulti e negli sfottò e quando sono proprio costrette, reagiscono, sempre però con la paura che a questi mocciosi insolenti ambosessi (bisognosi di CALCI nel CULO dal padre che non hanno avuto), qualcuno faccia la bua, scatenando di conseguenza le ire della sinistra “democratica ed antifascista”.

Rispondi