Conferenza stampa del Presidente Meloni sulla legge di Bilancio (video)

Il Presidente Meloni questa mattina ha tenuto una conferenza stampa in merito al disegno di legge di bilancio per il 2023 e agli ulteriori provvedimenti approvati ieri nel Consiglio dei Ministri n.5. Sono intervenuti il Vice Presidente e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Salvini, i Ministri dell’Economia e delle Finanze Giorgetti, del Lavoro e delle Politiche sociali Calderone, il Vice Ministro Leo e il Sottosegretario Mantovano.

Condividi

6 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. Grande patriota Giorgia Meloni onore e orgoglio a te tu e il tuo governo avete fatto un grande lavoro in un mese di tuo governo di centrodestra con te che sei presidente del Consiglio dei Ministri che in questi 11 anni di governi di centrosinistra non hanno saputo fare perciò complimenti per la fiducia e gli impegni presi che hai mandato a tutti gli italiani ✌️❤️

  2. Sto sempre aspettando da un mese che la Meloni o chi per essa – mi contatti e dei suggerimenti lavorativi importanti. Ma va a finire che anche lei è superba come i comunisti….si credono tutti dei Padreterni? Scendete dal trono e ascoltate anche il popolo re immense comodità!. Ma l’onestà d’incaroco è stata distrutta??? Palombino Gaetano 347 52 97 362. Forse Dio o la Madonna, mi ascolterebbero; ma pare che chi governa negli ultimi 50 anni, sono o si sentono superiori a Loro. Dio e la Madonna, li perdonino questi superbi.. Comunque, un detto dice: La superbia va a cavallo; ma torna a piedi.Sperbi e basta, ecco cosa c’è nei nostri ministeri.

    • Davide Di Matteo il 23 Novembre 2022 alle 16:28

    buongiorno Presidente Meloni,
    subito dopo la presentazione della finanziaria la borsa e lo spread danno la dimensione della efficacia della manovra del governo.
    Presidente, le voci che si levano in dissenso sono rigurgiti per presa di posizione aldilà del merito delle questioni.
    Bisogna perseverare. son convinto che alla lunga anche gli oppositori dovranno riconoscere il merito, nel merito, la sua serieta e competenza.
    in Italia nn siamo più abituati ad avere un Presidente con una idea chiara della Nazione e della messa in pratica delle politiche per realizzare quell’idea.
    Col tempo sempre più critici e osservatori nn potranno fare a meno di ammirarLa e approverLa.
    grazie Presidente Meloni

    • mario gentile il 24 Novembre 2022 alle 13:00

    Credo che il governo di DESTRA-centro, abbia fatto una manovra di Sinistra – Sinistra come nemmeno la sinistra avrebbe fatto.
    Si privilegia sempre il falso ceto debole che, sponsorizzato dai falsi sindacati, minaccia rivolte sociali.
    Il ceto medio non è nei radar di qualsiasi governo, non è nelle sue corde scendere in piazza.
    Chi ha un reddito di 35mila un euro, resta sempre fuori, eppure, lavora la mattina per sé ed il pomeriggio per garantire le prebende ai falsi poveri.
    Il ceto debole gode di tutti i bonus e di tutte le esenzioni e, magari, ha diritto pure alla casa popolare.
    Il ceto medio non ha diritto a nulla e per farsi la casa deve pagare il mutuo e pure le tasse.
    Sommando tutte le prebende al ceto debole e togliendole al ceto medio le cose si invertono.
    Però, loro sono sempre poveri e noi sempre ricchi.
    Magari guadagnamo di più perché siamo bravi, perché abbiamo studiato, perché lo meritiamo, perché abbiamo delle responsabilità.
    Ma, non frega niente a nessuno.
    Andremo a goderci la pensione all estero, in quei paesi che la tassano pochissimo.
    Sempre forza Giorgia.
    Saluti.

    • Betty il 24 Novembre 2022 alle 17:48

    Cara Giorgia, ho letto in diversi articoli, che dal 1. gennaio 2023, le sigarette aumenteranno (non ho capito se di 0.20 cts o addirittura 0.70 cts al pacchetto).
    Perché aumentare anche il costo delle sigarette, in un momento dove già aumenta tutto e le persone sono in difficoltà e sotto pressione?
    Ho letto da qualche parte che fumi anche tu, quindi non ti devo sicuramente spiegare nulla su questo argomento;))
    PF non fatelo!

    • XMAS il 24 Novembre 2022 alle 19:20

    VORREI FARE UN RIASSUNTO.
    Prima delle elezioni:
    1)Blocco navale subito e lotta alle ONG e difesa dei confini.
    2)Flat tax, difesa del ceto medio,riforma IRPEF(Salvini)
    3)RDC abolizione immediata e riforma.
    4)Lotta allo delinquenza dei clandestini nelle città
    5)Tetto al prezzo del gas e luce per imprese e famiglie
    Dopo le elezioni:
    1)Sbarchi di migliaia di clandestini giornalieri e ONG che continuano a fare cio’ che vogliono.A 90 gradi con Bruxelles ,Francia e Germania.Confini inesistenti a partire dalla rotta balcanica.Costo rifinanziato annuale x il mantenimento dei multirazza ed ucraini 12 miliardi.
    2)Sembra che il ceto medio sia quello che guadagna 1500 euro al mese mentre tutti coloro oltre questo limite sono considerati ricchi e quindi bastonati.
    3)Reddito di nullafacenza anche detto dei poltronari rinnovato sino a settembre costo 9.5 miliardi annui.
    4)Città invivibili a causa dei multirazza che delinquono giorno e notte,interi quartieri in mano alle varie mafie.I miliari vengono utilizzati in Ucraina e stati limitrofi mentre sarebbe necessario inserirli in ausilio di carabinieri e polizia,
    5)Il pezzo piu’ importante tanto pubblicitato con 20 miliardi che arriveranno quasi tutti alle imprese mentre per i poveri mortali la bolletta rimarrà invariata.La soluzione vera era di riportare il prezzo al 2021 e lo stato accollarsi la differeza come fatto da Spagna,Portogallo e Francia.Morale nulla cambia essendo stata riconfermata la cancellazione degli oneri di sistema.
    6)Bastonata ai pensionati che vengono trattati ,come sempre,come bancomat e alla stregua di aziende che fatturano miliardi.Praticamente la manovra si finanzia con il taglio delle rivalutazioni delle pensioni e con la tassazione degli extraprofitti.Daltronde ,furbamente le rivaluzioni vengono sempre fatte sul lordo senza considerare che con Irpef statale,comunale e regionale e vari anticipi al netto viene quasi dimezzata.I cosidetti ricchi che hanno 2500 euro netti di pensione avranno una rivalutazione del 50%.(il mio caso)Sopra i 2.100 euro lordi, insomma, i pensionati subiranno una perdita secca, per il mancato adeguamento degli assegni all’inflazione, che arriverà a oltre 2.600 euro all’anno per la fascia più alta.
    7)Il secondo bancomat ovvero le sigarette con un aumento di 75 cent.
    8)Accise su benzina e gasolio dimezzate dal 1 dicembre cosi’ che lo stato incassi miliardi per mantenere nullafacenti e clandestini.
    9)Di togliere l’mposta di bollo sui risparmi,eliminare il canone TV tanto decantato dalla bolletta,ridurre l’IVA su determinati beni essnziali(non i pannoloni)ma pane pasta e alimenatari zero.
    Piano piano usciranno fuori tutte le altre tasse nascoste.
    GIORGIA ho creduto in te dandoti il mio voto ma ti sei dimostrata un gioiello falso .Il mio voto NON lo avrai mai piu’.

Rispondi