Renzi e le pensioni d’oro: tante chiacchiere e pochi fatti

Lo stile di Renzi: tante chiacchiere e pochi fatti. Succede anche sulle pensioni d’oro: da candidato alle primarie del Pd promette di tagliarle per raccogliere qualche voto, ma una volta eletto segretario Pd e diventato Presidente del Consiglio le difende e si schiera con i potenti. E in Parlamento fa affossare la proposta di legge di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale per revocare questa vergogna nazionale e aumentare le pensioni minime. Bugiardo.

Condividi

2 commenti

    • cost il 16 Marzo 2015 alle 19:05

    su questo argomento ho qualche dubbio che il centro destra possa cambiare le cose se mai dovesse tornare a governare.

    • Massimo il 18 Febbraio 2021 alle 05:47

    La vedo dura anch’io circa la attuabilità di questa ipotesi visto che La Casta è saldamente arroccata sulla sua posizione dando strenua battaglia legale senza se e senza ma (e, aggiungo, senza decenza!).
    Ecco, per quanto riguarda Renzi, io lo avrei definito un “farfallone”, ma vedo che il suddetto articolo chiude con una definizione ancora più netta della mia

Rispondi