fbpx

Dic 23

Giustizia, da Pd e Orlando regali a delinquenti, con FdI al Governo tornerà la certezza della pena

Ultimi regali del Governo PD ai delinquenti: niente carcere per chi commette reati con pena fino a 4 anni, solo affidamento ai servizi sociali. Quindi niente carcere per furti, scippi, truffe agli anziani, intrusione in casa e molti altri reati che affliggono gli italiani onesti.

È questa l’ultima trovata geniale contenuta nel testo di riforma dell’ordinamento penitenziario voluta dal Ministro Orlando. Ma la pacchia per i criminali sta per finire, con Fratelli d’Italia al governo tornerà la certezza della pena e la sicurezza degli italiani sarà al centro dell’azione dello Stato.

Condividi

2 comments

    • Franco Cordiale on 23 Dic 2017 at 21:36
    • Rispondi

    Spiegazione: la mafie criminali, specie al sud ma non solo, controllano il territorio e quindi i VOTI. Già Salvemini, socialista e non certo reazionario-fascista come si dice oggi di chi la pensa come lui, aveva capito il CANCRO SOCIALE e MORALE che fa da terreno di coltura alla delinquenza: disprezzo dell’idea stessa di legge e di regola, regola morale ancor prima che giudiziaria. Quell’Italia che campa “truffando, borseggiando e taglieggiando” (arricchita, si fa per dire, da molti stranieri) ha bisogno di una GIUSTIZIA BURLETTA, che però sia inflessibile contro i comuni cittadini. Vedi quelli che vengono condannati a risarcire il delinquente che li aveva aggrediti di notte a casa loro.

    • Franco Cordiale on 23 Dic 2017 at 21:51
    • Rispondi

    E aggiungo: a quando la Destra al completo, distaccandosi dagli IMPOSTORI e TRADITORI del “partito democratico” e dagli ondivaghi adolescenti del “cinquestalle” (finanziati e manovrati…non si capisce da chi…), avanzerà una seria, giusta, efficace proposta di legge che garantisca ai cittadini onesti la LEGITTIMA DIFESA, liberandoli dalle odiose, intollerabili grinfie dei magistrati che oggettivamente favoreggiano i delinquenti ? Oggi é come se la difesa disperata di un padre di famiglia in casa sua o di una donna a rischio di botte e stupro, si potessero mettere sullo stesso piano della violenza canagliesca dell’assalitore, di solito in branco coi suoi pari. Serve una legge sulla legittima difesa: diritto costituzionale che la legge italiana non riconosce MAI o quasi alle vittime dei criminali. Italiani e più spesso stranieri.

Rispondi