fbpx

Feb 10

Era disegno pulizia etnica di partigiani comunisti titini. Dispiace ricostruzione storica parziale di Mattarella

 

Mi dispiace molto anche del Presidente della Repubblica abbia utilizzato la questione dei martiri sul confine orientale per cercare di dare un’indicazione sull’attualità. Quello che è accaduto con le Foibe e con l’esodo Giuliano-Dalmata era un disegno di occupazione militare da parte dei partigiani comunisti del maresciallo Tito.

Era un disegno di pulizia etnica da parte dei comunisti del maresciallo Tito contro gli italiani che volevano conquistare quelle terre, che hanno occupato Trieste per 40 giorni, che hanno fatto scomparire 17 mila persone in 40 giorni e hanno cacciato dalle loro terre e hanno rubato le loro case a 350 mila italiani. Quello non è nazionalismo: è un disegno di pulizia etnica di stampo comunista e le cose vanno chiamate col loro nome. Mi dispiace che Mattarella, che è uomo che dovrebbe mantenere un equilibrio, si lasci portare in un revisionismo storico e sono rimasta molto male anche di vedere una ricostruzione storica molto parziale. Se ha fatto una cosa alla Napolitano? Assolutamente sì. Diciamo che ha fatto una cosa alla Napolitano”.

Lo ha dichiarato nell’intervista video a Libero il candidato premier e presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Di seguito il link:

http://tv.liberoquotidiano.it/video/politica/13307928/foibe-giorgia-meloni-senaldi-mattarella-come-napolitano-revisionismo-storico-sinistra-comunisti.html

Condividi

2 comments

    • Brown on 12 Feb 2018 at 01:54
    • Rispondi

    Innanzitutto non capisco perché ogni volta che apro per leggere i posto della Meloni, Vodafone mi dice che questo può essere infettivo, gli altri post non infettano?….. Poi desidero condividere il suo pensiero non solo sulle foibe ma anche sui nostri ultimi due Presidenti della Repubblica, che dovrebbero essere della Repubblica non dei Partiti (rossi o neri o rosso-neri).

    • emanuel tribbia on 12 Feb 2018 at 19:37
    • Rispondi

    cara Giorgia, forse non hai ancora capito chi è Mattarella…

Rispondi