Giu 02

FdI mette a disposizione oltre 100 proposte di legge, buon lavoro a Conte e ai ministri

Finalmente l’Italia ha un Governo nella pienezza dei suoi poteri. Buon lavoro al presidente del Consiglio Conte e a tutti i ministri. Fratelli d’Italia mette a disposizione dell’Esecutivo le oltre 100 proposte di legge depositate in Parlamento: ora basta perdere tempo, al lavoro per risolvere i problemi degli italiani.

Condividi

5 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Come si fa a non sostenere FdI con un sorriso così smagliante. Spero solo che ci sia un interlocutore (segreteria o altro) nel caso di un’informazione necessaria e personale.

    • Ewa Wojcikowska on 2 Giugno 2018 at 10:45
    • Rispondi

    Buon lavoro anche a Lei.

  2. buon lavoro a tutti

    • Franco Cordiale on 2 Giugno 2018 at 11:28
    • Rispondi

    Una proposta vorrei avanzarla, forte di molti anni nella scuola di Stato come docente. Chiedo un’inchiesta e un pubblico dossier sulla “scuola dell’autonomia” gestita dal “preside – manager”. E’ diventata ormai una specie di piazza o mercato dove gruppi, associazioni, onlus (più o meno sedicenti) collocano i loro prodotti e li reclamizzano: il tal convegno, la tale conferenza, il tal corso a pagamento, il tal test a crocette o sondaggio, la tale cooperazione con la tal ditta o società o gruppo sportivo o “centro benessere” o associazione “inter culturale”, pedagogica, psicologica, sedicente letteraria, cinematografica, scientifica…Tutto ciò attira PUBBLICI FINANZIAMENTI, di cui una quota tocca, sotto forma di monte ore retribuito a parte rispetto allo stipendio, agli insegnanti coinvolti. Per gli studenti (vedi alternanza scuola – lavoro) il pagamento avviene sotto forma di punteggi per il “credito scolastico” ed il “credito formativo”. A questa logica da CIRCO BARNUM, governata da una complicata burocrazia, gli insegnanti si devono PIEGARE, specie se giovani, non di ruolo od appena entrati in ruolo, trasformandosi da DOCENTI VERI E PROPRI a “collaboratori” e “cinghie di trasmissione” dei “PROGETTI” che piovono sulla loro testa (col beneplatito del dirigente scolastico) nell’ordine di decine e decine ogni anno. E’ questa la Buona Scuola del PD. Ma non avete idea di quanti docenti (che vorrebbero riprendere a “docere”) siano arcistufi di questa declassamento ad inservienti della “socializzazione” di regime “politicamente corretto” che nulla insegna e a nulla serve, se non agli interessi di chi ci mangia sopra.

    • Franco on 4 Giugno 2018 at 19:14
    • Rispondi

    Il regime reagisce brutalmente al nuovo governo. Sinistri rossi di natura e gialli di bile sparano ad alzo zero dalla RAI in combutta con giornalisti in libera uscita dai giornaloni sinistri.
    I quelli indipendenti sono stati estromessi dalla TV.

Rispondi