fbpx

Ott 18

Si consuma paradosso M5s-Lega, se maggioranza vuole evitare figuraccia voti proposta di FdI

Dopo giorni di annunci e proclami, sulle pensioni d’oro si consuma il paradosso dei paradossi targati M5S-Lega: sparisce il ricalcolo sulla base dei contributi versati e rimane un contributo di solidarietà, ovvero la stessa identica proposta del Pd e della sinistra. Se la maggioranza vuole evitare la figuraccia può votare la proposta che Fratelli d’Italia formalizzerà in sede di discussione della manovra: ricalcolo delle pensioni che superano i 5 mila euro netti al mese.

Condividi

2 comments

    • Federico Puglia on 18 Ottobre 2018 at 14:42
    • Rispondi

    Presidente, hai perfettamente ragione! L’errore però di fondo è stato quello di Salvini, di non insistere con maggiore veemenza (quando vuole, ha già dimostrato di esserne capace….), per avere FdI con almeno buona parte delle sei proposte già definite a Marzo, tra le quali quella del raddoppio di quello scempio dei 278€ (2017) per la Pensione di Invalidità. Ora pagherà lo scotto, perché numericamente M5S ha più Parlamentari, dei quali almeno 1/3 sulla linea massimalista del presidente della camera fico (non ho scritto in minuscolo per errore) e, siccome si sta accorgendo che i consensi stanno andando massicciamente per la maggiore concretezza della Lega, ora stanno tentando tutti modi di recuperare (la figura di ieri sera del Leader Di Maio, non ho idea chi la possa avere suggerita ma, è pessima… significa farsi del male doppiamente, facendo riesumare un “morto politicamente” come Renzi, che gli ha dato dell’ignorante, che non capisce quello che firma….). Però, Giorgia il problema sta pure nel Centrodestra; purtroppo, l’ego di Berlusconi è tale che ha investito della sua successione la maggiore “serpe” di F.I., quel Tajani che da sempre vuole un matrimonio come in Europa, con il PD. Quindi e, solo Tu ci riesci a farlo, prendi “per le orecchie” Salvini e, convincilo con le buone o con le cattive di svegliarsi, modificare il modificabile e…. prepararsi alla costituzione di un’Alleanza con FdI, prima delle Elezioni Europee, tra i Partiti di ideali Sovranisti e, di preparare la caduta di quello che diventerà una “tagliola” per Lui, dal giorno delle citate Elezioni se la Lega cresce ancora e M5S scende nei consensi. Rimanere insieme al Governo dopo, vuole solo dire per la Lega di Salvini essere masochisti come l’altro Matteo, capaci di dimezzare i voti, per mancanza di coraggio!

    • Anteo on 18 Ottobre 2018 at 21:39
    • Rispondi

    Certo, se non fanno il ricalcolo, non mantengono la parola.

Rispondi