Sulle macerie di quello eretto dai burocrati nascerà una nuova Europa

Il 9 Novembre 1989 veniva abbattuto il muro che divideva il Vecchio Continente. A 29 anni di distanza i popoli europei si trovano di fronte un altro muro, quello eretto da burocrati e speculatori. Sulle macerie del muro eretto dall’€uropa nascerà una nuova Europa, quella fatta di nazioni, identità e cooperazione. Tenetevi pronti!

Condividi

3 commenti

    • Pino 007 il 9 Novembre 2018 alle 13:21

    Finche ci saranno i comunisti in Italia molti muri non potranno mai essere abbattuti.

    • Ivan G. il 9 Novembre 2018 alle 15:04

    Direi che, più che un muro, quello dell’Unione massoneuropea è una gabbia, nella quale siamo liberi di razzolare come polli.

    • Valeria Labate il 13 Novembre 2018 alle 10:12

    L’Europa assoggettata al materialismo ateo dello stato laicizzato realmente anti-democratico è sempre contro l’onestà è l’integrità etica. E la storia opportunamente occultata ben conosce ne conosce le solite, ridondanti tecniche…

Rispondi