Apr 17

Cosa aspetta il Governo a proporre in Europa blocco navale?

Il ministro dell’Interno Salvini dice che il rischio di infiltrazioni terroristiche negli sbarchi è una certezza. Se il Governo è consapevole di questo pericolo per la nostra sicurezza, che aspetta a proporre in Europa l’attivazione di un blocco navale per impedire ai barconi di partire? Sveglia.

Condividi

2 comments

    • Gino Cerutti on 18 Aprile 2019 at 10:37
    • Rispondi

    Gent. Signora Meloni. Al governo sanno bene ciò che fanno. Salvini certo il blocco navale lo vorrebbe ed anche gli italiani. Ormai anche un cretino capisce come le ondate migratorie e le “emergenze umanitarie” siano studiate a tavolino: da un lato un diretto BUSINESS MAFIOSO ITALO-AFRICANO che necessita di disgraziati/e da sfruttare nel lavoro nero, nella droga, nella prostituzione. Dall’altro un più vasto progetto di azzeramento dei popoli e delle economie nazionali, a vantaggio di un unico MERCATO GLOBALE alimentato da precari sottopagati. La grande finanza gestisce il tutto. Siamo tutti “MIGRANTI” : lo dice anche questo papa Bergoglio, in linea perfetta con quanto anzidetto. La Francia scarica il problema-immigrazione addosso a noi: Haftar è suo strumento. Anche Egitto ed Arabia Saudita ringraziano !
    Ma nel governo ci sono anche i CINQUE STELLE, i quali son remoti da ogni vera comprensione politica, ripetendo e ripetendosi a pappagallo gli slogan catto-buonisti, gli unici che la loro cronica INSUFFICIENZA CULTURALE è in grado di recepire. Bastino le parole della “ministra” Trenta, la quale starebbe opportunamente alle Forze Armate, forse come vivandiera o crocerossina, nella migliore delle ipotesi. Finché avremo tale ZAVORRA politica, il blocco navale non si farà! Non crede ?

    • Gino Cerutti on 18 Aprile 2019 at 10:48
    • Rispondi

    Sinteticamente. Il “cinquestelle” è incapace strutturalmente di cogliere le cause reali di questo PIANO di INVASIONE dell’Italia, che si avvale di ogni pretesto ed occasione. Migranti economici spacciati come “profughi” per essere sfruttati e sfruttate sulle piazze degradate delle città italiane, da Torino a Bari, a Palermo. Profughi veri, mescolati a delinquenti e terroristi. Un immenso CAOS, ulteriore cancro sociale per un PAESE SENZA LEGGE quale è l’Italia. Dunque i cinquestelle voterebbero comunque contro l’ipotesi di blocco navale. Ciò sarà, finché il VOTO POPOLARE non ci sbarazzerà della loro incombenza.

Rispondi