FdI chiede blocco navale europeo, Italia reagisca prima di rivivere invasione di massa

Continuano gli sbarchi: solo nelle ultime ore uno avvenuto a Pozzallo e un altro a Lampedusa che si sommano a molti altri nell’ultimo mese. La Sea Watch addirittura incita le partenze dichiarando apertamente che “i porti sono aperti”. L’Italia reagisca prima di rivivere la fase dell’invasione di massa che abbiamo già conosciuto. Fratelli d’Italia chiede subito un blocco navale europeo per impedire ai barconi di partire ed evitare le morti in mare e centri sotto controllo in Libia dove valutare le richieste di asilo. Ora basta.

Condividi

8 commenti

Vai al modulo dei commenti

  1. BRAVA. GIORGIA.. SONO CON TE.. DIEGO

    • Franco Cordiale il 9 Giugno 2019 alle 09:53

    Signora Meloni. Mi ritengo tutt’altro che prevenuto o “razzista” contro gli stranieri. Ne ho avuti molti a scuola e ne conosco qualità e limiti, in modo assolutamente paritario rispetto agli italiani. Non sono “xenofobo”, come nemmeno lo siamo noi italiani come popolo. Ma qui il problema è un altro. E’ in corso una vera GUERRA PSICOLOGICA contro l’attuale governo, per saggiarne e logorarne le difese, nell’attesa che si crei prima o poi il NAUFRAGIO catastrofico che permetta di urlare ai quattro venti, BERGOGLIO IN TESTA, che questo governo sarebbe “disumano, fascista, razzista” e quant’altro ! In testa i “benefattori” dei “migranti” tipo Casarini, Strada ed annessa marmocchia…Questi ci stanno provando, strumenti del PIANO MONDIALISTA targato ONU che vuole smantellare l’idea stessa di STATO NAZIONALE. Cominciando da quel “ventre molle” chiamato Italia. Come in guerra serve un’azione preventiva che smascheri e sbugiardi il sordido traffico dei clandestini. Il loro scopo ? Non è aiutare costoro o integrarli, ma usarli come un ariete per DESTABILIZZARE la NAZIONE ITALIANA !! Segnalate l’alternativa dei “CORRIDOI UMANITARI”, ma da riservare solo ai PROFUGHI VERI e non a falsari e parassiti. FATE QUALCOSA, per favore !

    • Pietro Formisano il 9 Giugno 2019 alle 15:59

    < Gntil4 SIGNORA MRLONI, LEI e' una donna di gr5andw imtelligenza, mi stupisco c he lei non abbia recepito che e' Tuitto VOLUTO!
    Vada avanti cfon quanta piu' forza puo': In bocca al kupao e, povera bestia, crepi quanto più presto pio':
    Nio dispiace perf il lupo, ma, e' un modo di dire.
    Stimo più glim animaliu che gòi uomoni!

    • Pietro Formisano il 9 Giugno 2019 alle 16:02

    Chiedo scusa per i ” refusi” ho scritto senza occhialiI

    • Antonio Passaro il 10 Giugno 2019 alle 15:11

    dolcissima deputata Giorgia Meloni , io credo che il 90% degli italiani vorrebbe il blocco navale delle nostre acque italiane e allora perche non presenta lei una PROPOSTA DI LEGGE ? IN MERITO AL BLOCCO NAVALE ? NOI LE SIAMO VICINI FORZA

    • Gino Cerutti il 11 Giugno 2019 alle 09:06

    Serve un fronte compatto- Una vera alleanza Fratelli di Italia, Forza Italia, Lega dei Popoli sul piano dello smascheramento e della demistificazione della narrazione e propaganda immigrazionista. Targata Vaticano, Famiglia Cristiana, PD e satelliti annessi, con cascami e supporti dalla confusione e dall’ignoranza grillina, ben rappresentate dalla citrullina Trenta, la ministra della difesa tutta…pace, amore e musica !

    • Gino Cerutti il 11 Giugno 2019 alle 11:34

    Chiedo quale ruolo svolga la centrale operativa “Alarm Phone”. Travestita da agenzia umanitaria dietro lo slogan “noi salviamo vite umane”, coordina il sudicio traffico dei migranti cosiddetti, su barconi confezionati secondo copione prestabilito. I giovanottoni, con minori non accompagnati e la immancabile squadriglia delle donne incinte. Le viaggiatrici incinte, allegria! Non si potrebbe oscurare il segnale di questi trafficanti, cosi da scoraggiare le partenze e quindi costringendo i mafiosi e soci ad inventarsi un altro imbroglio?

    • Gino Cerutti il 11 Giugno 2019 alle 12:39

    Oscurare ALARM PHONE. NON DOMANI, ORA! COSA NE PENSA FRATELLI DI ITALIA? CONTINUEREMO AD ESSERE I BURATTINI DELLE MAFIE STRANIERE, AFRICANE, ASIATICHE, SUDAMERICANE, ITALIANE…?

Rispondi