Chiudere porti non basta a fermare scafisti. Serve blocco navale (video)

 
Più di 100 clandestini sbarcati a Lampedusa nelle ultime ore, questa volta con il sistema della “nave madre”: una grande nave lascia nei pressi delle coste italiane dei gommoni e dei barchini carichi di clandestini e se ne va. La “chiusura dei porti” non basta per fermare questi spregiudicati scafisti. Serve subito un blocco navale europeo per impedire ai barconi di partire. Basta perdere tempo.
Condividi

6 comments

Skip to comment form

  1. Quant’è che lo dici! Ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Persino Trump ha tirato le orecchie a Salvini perché fa troppo poco, anche sui rimpatri: ne rimpatriano 2 e ne arrivano nuovi 200. Hai perfettamente ragione: l’unica soluzione è il blocco navale davanti alle acque territoriali libiche. Se non arrivano, non c’è il problema dei rimpatri…

      • Bruno on 24 Giugno 2019 at 03:38
      • Reply

      Sono tante le persone a cui si calpestano i piedi e sono anche troppo poche quelle che vorrebbero bloccare le partenze. Rischiano quasi la vita per andarli a prendere, fosse per umanità, li daremmo anche la medaglia, ma lo fanno per “Un pugno di dollari” e qualcuno anche “Per un dollaro bucato”, ma quello che è troppo, è che ci hanno rotto le scatole.

    • Franco Cordiale on 24 Giugno 2019 at 11:11
    • Reply

    Come scrivo ogni volta, qui ed altrove: non si farà mai il BLOCCO NAVALE fino a quando la propaganda catto-comunista, quella pidiota e radicale e insieme quella bergogliana, la più subdola, perché fondata sul RICATTO MORALE, avranno il sopravvento nella stampa e nei social network ! Tale propaganda sfrutta pure e semplici MENZOGNE:
    A). I “migranti” vengono identificati tutti come “PROFUGHI” e comunque si sostiene che sarebbe praticamente impossibile distinguere gli uni dagli altri. In tale prospettiva, i canali umanitari, legittimi e previsti, sarebbero usati per fare entrare CHIUNQUE !
    B) Gli scafisti tutti cattivi. Invece le ONG “buone e misericordiose”, tutte intente a “salvare vite umane”. Coi miliardi di SOROS, con le reti organizzative tipo “Alarm Phone” che coordinano tutto il traffico e connesso BUSINESS. Gli aerei della suddetta A.F. decollano regolarmente da Lampedusa, come fosse una loro base privata ! Peccato che Lampedusa sia territorio italiano ! Anche un bimbo però chiederebbe: come potrebbero agire le ONG buone, se mancasse loro la “MERCE UMANA” che gli scafisti (quelli cattivi) deportano da una costa all’altra del mediterraneo ? Si tratta appunto di una DEPORTAZIONE IN DUE FASI: quella illegale e quella legalizzata e soprattutto giustificata e favoreggiata: vaticano, chiesa cattolica, PD, radicali, ONU, UNCHR, ONG e adesso anche le chiese protestanti, che appoggiano i viaggi delle ONG tedesche con destinazione…ITALIA !
    C) Soccorso umanitario e carità cristiana, affinchè i nuovi venuti si INTEGRINO, progrediscano loro ed aiutino l’Italia stessa a progredire, aiutandola ad uscire dai suoi problemi ? Ma davvero esiste ancora qualcuno che creda ad una simile BUGIA ? Scafisti “umanitari” e ONG e PD e SOROS…protesi al…bene dei migranti e a quello degli italiani ? I loro fini sono certamente ALTRI…E Fratelli di Italia deve innanzitutto lavorare a smascherarli ! Senza il…fuoco di batteria di una propaganda che smentisca i falsi della propaganda catto-comunista…il BLOCCO NAVALE…ve lo dovrete scordare !
    Perdonate la franchezza.

  2. Paole sante, cara Giorgia. Alla luce dei barchini e gommoni che arrivano alla spicciolata, mi chiedo se sia possibile bloccare, col bel tempo estivo che ci aspetta per i prossimi mesi, quanti partono con questi mini natanti e arrivano in un punto qualsiasi delle nostre sterminate coste. Non credo sia facile localizzare questi natanti. A meno che il grosso parta su una nave (ONG o altro), che poi si ferma ai limiti delle nostre acque territoriali, per poi proseguire sui barchini, come sembra stia perlopiù accadendo. In tal caso, bloccare la nave sarà di certo più facile. Puoi daremaggiori dettagli sul reale meccanismo in corso?

    • Gino Cerutti on 24 Giugno 2019 at 16:52
    • Reply

    E soprattutto creare un FRONTE POLITICO con obiettivi comuni: LEGA, FORZA ITALIA e ovviamente Fratelli di Italia ed altre forze minori, penso al Movimento Sovranista Italiano. In gioco é la sopravvivenza del concetto stesso di NAZIONE ITALIANA, di cui lo stesso Piersanti Mozzarella, che dovrebbe istituzionalmente rappresentarla, parla con malcelato distacco e fastidio. Per questa gente evidentemente il lungo, faticoso e sanguinoso processo che si dipana dal primo risorgimento fino alla nascita della Repubblica italiana, conta meno di zero. E figuriamoci quanto importa ai Soros, ai Bergoglio, ai Parolin, ai Galantino e ai Ravasi…per non dire di tutta la ciurma sinistra che ci vorrebbe sradicati ed invasi domattina, se le fosse concesso ! Ma perdere lo Stato Nazionale agli italiani non converrebbe di certo, anche se molti lo riducono solo ad una immensa ragioneria pubblica.Cosa aspettiamo ? Di ritornare nelle condizioni di “Roma città aperta”, in balìa di ogni predatore, vecchio e nuovo ?

    • Pietro Formisano on 25 Giugno 2019 at 14:56
    • Reply

    Sarò breve, molto breve, mi esprimo da Stotico, s……….i se non fate presto, dovrete usare i cannoni, sempre che ne sarete capaci1……….E LI AVRETE ANCORA!
    Ma vi siete accorti, O GRANDI POLITICI (?) DELLA MANOVRA IN ATTO?
    NON C?E’ BISOGNO DELLA ZINGARA PER INDOVINARLA!

Rispondi