Immigrazione, dietro tema c’è attacco a sovranità e libertà italiana

Dietro al tema dell’immigrazione non c’è nemmeno più un problema ideologico ma un attacco reale alla sovranità e alla libertà italiana. Quando si violano i confini di una Nazione e parlamentari di quella stessa Nazione vanno ad applaudire, vuol dire che si è perso il lume della ragione. L’Italia deve far rispettare i suoi confini e le sue regole perché altrimenti è morta.

In Europa l’Italia deve cambiare la domanda: le navi della Marina militare o le navi europee non devono servire, come era nella missione Sophia, per andare a raccogliere immigrati in tutto il Mediterraneo e portarli in Italia ma per fare un blocco navale al largo delle coste della Libia. Se andiamo a chiedere questo in Europa, invece di chiedere di distribuire immigrati clandestini, ci sarà maggiore attenzione verso di noi. In ogni caso siamo felici che finalmente il ministro Trenta abbia detto una parola: probabilmente era vacanza mentre intere navi violavano i nostri confini e le regole italiane.

Condividi

4 commenti

Skip to comment form

    • Francesco Carlo BIANCA on 9 Luglio 2019 at 14:06
    • Reply

    Due sole parole dopo aver ascoltato quelle di Giorgia MELONI, una ITALIANA VERA: bisogna qualificare tutta questa gentaglia di sinistra che, per inciso, mangia alle spalle del Popolo Italiano, come dei veri TRADITORI DELLA PATRIA.

    • Franco Cordiale on 10 Luglio 2019 at 11:10
    • Reply

    PRIMO. Tutti gli stati europei, per non dire mondiali, RIFIUTANO E RESPINGONO L’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, basata sull’assenza di qualsiasi controllo e su una evidentissima GESTIONE MAFIOSA E CRIMINALE.
    SECONDO. Gli statuti internazionali prevedono accoglimento e ridistribuzione in parti eque tra gli stati (ad es europei) dei PROFUGHI O RIFUGIATI, i quali siano effettivamente tali. Chi lo ha mai negato ? TERZO. La chiesa di Bergoglio e tutto il clan catto-comunista e radicale, confondono SISTEMATICAMENTE i termini della faccenda, con immagini evocative e letterarie , allo scopo di confondere l’opinione pubblica. “Poveri, disperati, naufraghi, bisognosi…”. Se poi guardiamo la composizione tipo dei “naufraghi” su i barconi, notiamo una maggioranza di giovanotti, i quali hanno sborsato, a quanto risulta, migliaia di euro per essere TRAGHETTATI da una costa all’altra del mediterraneo: questo é il verbo corretto da usare ! QUARTO. I CANALI UMANITARI ANDREBBERO ATTIVATI.PER CHI NE HA DIRITTO. A patto però di sbarrare la via ai TRAFFICANTI. Come fanno TUTTI…SALVO NOIALTRI IN ITALIA !

    • Gino Cerutti on 10 Luglio 2019 at 13:03
    • Reply

    In concreto,però… I COSIDDETTI GOVERNI LIBICI SONO SOLTANTO CRICCHE DI MERCENARI, SOLDATAGLIE CHE VOGLIONO ESSERE PREZZOLATE, SIA PER FERMARE L’INVASIONE DELL’ITALIA, SIA PER SCATENARLA, A SECONDA DI COME LORO CONVIENE…! In Africa e nello specifico in Libia, qualunque MASCALZONE CON UN AK 47 E UNA MIMETICA ADDOSSO SI ERGE AD “AUTORITA’ POLITICA”, ovviamente se circondato da un numero di farabutti elevato e della sua stessa risma.
    BONIFICARE LA LIBIA ? Ma chi potrebbe farlo ? Forse la NATO? Forse gli USA di Trump? Forse la Francia di Macron ? I francesi hanno già dato, abbattendo Gheddafi e foraggiando l’altro mascalzone di Haftar: NO GRAZIE !
    Serve un fronte SOVRANISTA NAZIONALE ITALIANO, il quale realizzi unità di analisi e di intenti, in una drammatica situazione di IMPOTENZA EFFETTIVA DELLA NAZIONE ITALIANA. CACCIARE A CALCI NEL CULO I PIDIOTI TRADITORI E I CINQUESTALLE CIALTRONI E MENTECATTI. E sarà solo l’inizio di un cammino faticoso per non essere ridotti alla DISCARICA EUROPEA DI OGNI IMMIGRAZIONE TORBIDA E NOCIVA: il principio della nostra fine !

    • giacomo on 12 Settembre 2019 at 18:08
    • Reply

    signor gino non si fà un COLPO DI STATO scrivendo sulla carta ne lo si può fare sulla cartabollata, lo si fà con i fatti, sono andato al palazzo di montecitorio a fare la manifestazione comprando tre bandiere e rischiando di tornare a casa neanche con una, questi sono i fatti. Mi avevano scambiato per uno che vendeva bandiere gli disi:- la Bandiera italiana, io la tengo nel Cuore – Questi sono i fatti……..

Rispondi