Governo, FdI chiederà istituzione commissione speciale su ingerenze cinesi

Nel prossimo question time di mercoledì 27 novembre alla Camera, Fratelli d’Italia chiederà al Governo una risposta ufficiale sui rapporti dei vertici del M5S con il governo cinese: le cene e gli incontri di Beppe Grillo con l’Ambasciatore di Pechino a Roma; il numero di viaggi e visite ufficiali, e non, da parte di membri dell’Esecutivo in Cina, Di Maio in primis; i rapporti economici tra la Casaleggio Associati ed aziende cinesi. Gli italiani hanno il sacrosanto diritto di sapere o no se l’Italia ha una politica estera decisa da Grillo e Casaleggio e portata avanti da Di Maio ed il M5S. Perché un conto è dialogare con altre Nazioni nei normali contesti istituzionali, altra cosa è andare alla chetichella a farsi dare istruzioni da uno Stato straniero. Pretendiamo chiarezza e per questo Fratelli d’Italia chiederà anche l’istituzione di una commissione speciale alla Camera per far luce sulle ingerenze straniere e, segnatamente, quelle cinesi sul governo italiano. È in gioco la credibilità dell’Italia a livello internazionale e la difesa dei nostri interessi nazionali.

Condividi

2 commenti

  1. Secondo me non c’è da guardar con diffidenza i contatti di un partito italiano con partiti stranieri. Anzi, è un esempio da seguire, qualche buona idea ce l’avranno anche Grillo e DiMaio.

    • Gino Cerutti il 26 Novembre 2019 alle 08:14

    MA NOI ABBIAMO UNA POLITICA ESTERA ? OPPURE CE LA IMPONE OGNI LACCHE’ RUFFIANO DEI POTERI FORTI STRANIERI… DAL MONSIGNOR TORTELLINO AL GRILLO SPARLANTE ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.