Mes, italiani non sono bancomat d’Europa. Il 9 dicembre FdI a Bruxelles per ribadirlo

Fratelli d’Italia non svende la Nazione e faremo quello che potremo per impedire lo scempio del Mes. Il 9 dicembre saremo a Bruxelles per ribadire che gli italiani non sono il bancomat d’Europa, l’11 dicembre saremo in aula con le nostre proposte, con una risoluzione che chiederà a questo governo di non sottoscrivere il trattato così come ci viene proposto.

Condividi

6 commenti

Skip to comment form

    • Marco Giacinto on 3 Dicembre 2019 at 16:18
    • Reply

    Finalmente anche voi vi siete accorti che c’è il MES. E c’è dal febbraio 2012! Io e pochi altri l’avevamo contestato subito, senza nessuna eco dalla politica, terrorizzata dallo spread, che poi si è capito che gioco sporco era. Giustamente avete adombrato il reato di alto tradimento per Conte. Ma, e Mario Monti, che l’ha firmato, mentre gli italiani boccheggiavano? Non contento, ha versato senza batter ciglio e alla chetichella € 2,3 miliardi alla Morgan Stanley, dove aveva lavorato suo figlio e doveva fare bella figura. E Napolitano, che, per i suoi demeriti verso l’Italia l’ha nominato senatore a vita? Ma che combriccola di traditori ci hanno governato; e tuttora si godono privilegi e onori alla faccia dei disoccupati o occupati “a chiamata”, sulle spalle dei nonni pensionati, che da 7 anni non vedono 1 euro di auimento. Ah no, c’è il ricco aumento di € 7 all’anno dal 1° gennaio.. Togliete di mezzo questi traditori/affamatori e governate tu e Salvini, dopo le elezioni in Emilia, che li spazzeranno via per sempre

    • RUGGERO GIGLIOTTI on 3 Dicembre 2019 at 16:44
    • Reply

    Avanti così Giorgia, e testa alta.Vediamo di ricostruire una ITALIA con i suoi valori e con orgoglio.

    • Riccardo Crocetti on 3 Dicembre 2019 at 17:12
    • Reply

    Dobbiamo uscire SUBITO dall’Euro e dall’Unione europea.
    L’unica convivenza possibile è quella del vecchio M.E.C. ( mercato comune europeo), costituito da stati sovrani ed indipendenti, impegnati a facilitare fra di loro gli scambi commerciali ( abolizione dei controlli dogana ,per esempio) e nient’altro.

    • Riccardo Crocetti on 3 Dicembre 2019 at 17:13
    • Reply

    Errata corrige: controlli doganali

    • Federico Puglia on 3 Dicembre 2019 at 18:34
    • Reply

    Noi non siamo il bancomat d’Europa ma, sono molto deluso per la reazione di fronte al fatto di essere usurpati dei loro Diritti da parte dei Giovani e di molte Persone che sono da anni “schiavizzate” da ricatti quotidiani e soprusi, in questo nostro amato Paese. Tu Giorgia ci metti anche l’anima nelle battaglie per i Diritti degli Italiani, degli Ultimi ma, sarebbe anche giunta l’ora che, insieme al Tuo Coraggio e Determinazione, tanta altre Persone comuni, come il sottoscritto, non si limitassero a proteste sterili ma, controbilanciassero le “furbate vigliacche”, perché fatte da Adolescenti, della Sinistra che oggi si chiamano Sardine, Tonni o altri cetacei…. poi passeremo alle piante, magari ai frutti di bosco, etc. Noi Gente da anni violentata nei Diritti, il sottoscritto da quasi bambino perché non aveva un Genitore 1 o 2 (allora si chiamava Padre), poi negli ultimi undici anni dopo un’infarto e quattro interventi cardiaci, mi faccio anche odiare ma dai Social, alle Discussioni mi batto per fare riflettere chi è amico (per convenienza, almeno pensa) di Chi li deruba ma.…. sono spesso solo e questo mi dispiace, non per il sottoscritto che ormai ha oltre 63 anni e perso da 45 giorni sua Figlia causa di un assassino che andava ai 187 orari su statale bagnata…. per le Giovani Generazioni, che sentendo solo “cattivi ed interessati maestri”, diventeranno tra un decennio i servi dei Cinesi o dell’Asse Franco -Tedesco!

    • Gino Cerutti on 3 Dicembre 2019 at 21:58
    • Reply

    UNA ITALIA SVILITA E VENDUTA…UN POPOLO RIDOTTO A “VOLGO DISPERSO CHE NOME NON HA”. MA AI CORTIGIANI PREZZOLATI E VENDUTI COME FAZIO E LA RISMA DEI PENNIVENDOLI DI REGIME CHE DIRIGONO LE PRINCIPALI TESTATE DEL CORO GIORNALISTICO E TELEVISIVO…QUESTO SERVAGGIO E’ MOTIVO DI RICCHEZZA E.DI POTERE. ECCO PERCHE’ TEMONO LA MELONI.ECCO PERCHE’ INVECE SIAMO SEMPRE DI PIU’ A SOSTENERLA !! NON SONO CERTO QUATTRO FESSACCHIOTTI CON LA FACCIA DA SARDINA A SPAVENTARCI !

Rispondi