Manovra, FdI si batterà per cancellare folle norma su cannabis che M5s difende a spada tratta

I grillini difendono a spada tratta la norma che hanno messo in manovra per spalancare le porte alla vendita di prodotti con cannabis a basso contenuto di Thc.  La droga non è mai una cosa leggera e Fratelli d’Italia si batterà per cancellare questa follia.

Condividi

5 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Giuseppe il 16 Dicembre 2019 alle 13:40

    VOGLIONO CHE I GIOVANI DIVENTINO STUPIDI COSÌ SONO TOTALMENTE MANIPOLABILI. SPERO CHE I GENITORI VIGILINO SUI GIOVANI.

    • Ewa Wojcikowska il 16 Dicembre 2019 alle 13:47

    Finalmente una decisione di buon senso. Spero che i negozi relativi saranno chiusi TUTTI !!!

    • Gino Cerutti il 16 Dicembre 2019 alle 15:15

    I GRILLINI APRONO DUE SOLE IPOTESI; O GRULLINI, ALIAS IDIOTI MANOVRATI, O GALOPPINI DEI POTERI FORTI DELLA GLOBALIZZAZIONE. ALLA BASE PREVARRANNO I PRIMI. AI VERTICI I SECONDI. LA MULTINAZIONALE PLANETARIA DELLA DROGA CHE VUOLE RINCOGLIONIRE I POPOLI, HA BISOGNO DI QUESTI E DI QUELLI.

    • rosario il 16 Dicembre 2019 alle 18:23

    Bravissima Giorgia

    • Angelo il 17 Dicembre 2019 alle 04:19

    SONO DACCORDO CON TE!! Noi ti supportiamo sempre in quello che fai e lo faremo sempre, INFORMATEVI sugli effetti che provocano queste sostanze, I prodotti che hanno un basso contenuto di THC non possono in alcun modo essere considerati sostanze stupefacenti; Comunque è gia sbagliato pensare allla canapa come fosse una droga, la pianta della cannabis non viene prodotta solo per i fiori, fumarla è l`utilizzo di stupido.
    Con la canapa si potrebbero salvare ogni anno centinaia di milioni di alberi, produrre ogni tipo di tessuti, fabbricare carburanti, materie plastiche e vernici non inquinanti. Con i semi della canapa si potrebbe colmare la carenza di proteine dei paesi in via di sviluppo. Salvare l’ambiente, produrre la carta in modo non inquinante e senza sacrificare gli alberi, sostituire i prodotti chimici del petrolio (migliorare i conti con l’estero e creare nuovi posti di lavoro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.