L. elettorale, Franceschini la smetta di truffare il popolo e si rilegga art. 1 Costituzione

Se c’è qualcuno che in Italia deve ripassare la Costituzione, quello è il Pd. Gente che ha promesso agli italiani di combattere i Cinquestelle ma che poi va è andato al Governo insieme a loro perché aveva il terrore delle elezioni. Dario Franceschini abbia la decenza di tacere, si rilegga l’articolo 1 della Costituzione e la smetta di truffare il popolo per mantenere il potere. La democrazia prima o poi arriverà e gli italiani manderanno a casa questi poltronari.

Condividi

2 commenti

    • Maria Grazia Bielli on 13 Gennaio 2020 at 17:37
    • Rispondi

    E sarebbe anche l’ora. Non ne possiamo più d’essere presi in giro da cialtroni che con la parola Democrazia ci si sciacquano la bocca. Un po’ di dignità non gli è rimasta?? Salutissimi Giorgia

    • Gino Cerutti on 15 Gennaio 2020 at 07:44
    • Rispondi

    POLTRONARI E CIALTRONI CHE SPECULANO SULL’ ANTIFASCISMO, RIDOTTO AD UNA CORTINA FUMOGENA PER IMBROGLIARE GLI SPROVVEDUTI. PD E CINQUE STALLE, GIA’ NEL MODO FAZIOSO E DISTORTO DELLA LORO PROPAGANDA E NELLA MISE ESTERIORE CHE LI CONFIGURA, UN MIX DI PERBENISMO IPOCRITA E DI INSOLENZA VELENOSA CONTRO GLI AVVERSARI, CHE ESSI VORREBBERO DISTRUGGERE, MOSTRANO IGNORANZA E INDIFFERENZA VERSO I REALI INTERESSI DELLA NAZIONE ITALIANA E DEL POPOLO ITALIANO ! I LORO ORIZZONTI, SI FA PER DIRE, SONO LA DILATAZIONE GLOBALISTA DELLA IMMIGRAZIONE SENZA REGOLE, FUNZIONALE A FARE DELL’ ITALIA IL PAESE DI PULCINELLA E LA TERRA DI NESSUNO GRADITA AI SOROS E AI BERGOGLIO, ALLE SARDINE E ALLE SBOLDRINE… I LORO ORIZZONTI SONO LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE FINO ALLO STRANGOLAMENTO…UNA POLITICA ECONOMICA GESTITA DALLE BANCHE, COSI’ COME LA ECONOMIA DELLE FAMIGLIE ITALIANE…UNA SCUOLA PARCHEGGIO DIVENTATA UN VUOTO CHIACCHIERIFICIO CHE NON FORMA NESSUNO..
    UNA POLITICA ESTERA CHE CI ASSEGNA IL RUOLO DI BURATTINI E COMPARSE DA NULLA, NELLA POLITICA INTERNAZIONALE…FRANCESCUZZO PIDDINO…IL POPOLO NON E’ CRETINO !! IL POPOLO NON GIOCA, E FINISCE POI CHE…VOTA !

    .

Rispondi