Pansa, maestro del giornalismo, ha avuto il coraggio di andare controcorrente

Addio a Giampaolo Pansa, uno dei maestri del giornalismo italiano. Un grande professionista che ha raccontato l’Italia con il suo stile inconfondibile e ha avuto anche il coraggio di andare controcorrente, rileggendo alcune delle pagine più controverse della nostra storia.

Condividi

2 commenti

    • Scattolo on 13 Gennaio 2020 at 11:14
    • Reply

    Ho letto il suo “IL SANGUE DEI VINTI” dove lui giornalista di sinistra racconta le atrocità, le porcate, ( 4500 omicidi) perpetrati dai cosi detti partigiani di sinistra dopo la fine della seconda guerra mondiale nel famigerato triangolo rosso in Emilia e le protezioni che hanno goduto dal PCI facendoli fuggire nella ex jugoslavia .

    • Franco Cordiale on 14 Gennaio 2020 at 07:28
    • Reply

    IL PROBLEMA E’ QUESTO. NELLA “SQUOLA” ITALIANA, SEGNATA DA DIFFUSA E VOLUTA IGNORANZA STORICA (a dispetto dei docenti che vanno controcorrente, destinati all’emarginazione e alla estinzione, per ragioni anche anagrafiche), DEL RESTO IN LINEA CON IL MENEFREGHISMO VERSO LE PROPRIE RADICI, TIPICO DI GRANDISSIMA PARTE DEGLI ITALIANI ( guardatevi un video di Indro Montanelli, di pochi ma interessanti minuti), loro signori DELL’ ANPI HANNO CARTA BIANCA PER FARE PROPAGANDA A GETTO CONTINUO CONTRO IL FASCISMO E NAZISMO INQUADRATI FAZIOSAMENTE QUALE “MALE MORALE ASSOLUTO”, TACENDO OVVIAMENTE DEGLI ORRORI DELLE TIRANNIDI COMUNISTE NEL MONDO. ANCHE I MASSACRI DOVUTI AL FONDAMENTALISMO ISLAMICO NON SONO CERTO ” GETTONATI” NELLA PROPAGANDA DI REGIME. COME SI OMETTE OGNI MEMORIA SU CIO’ CHE PURTROPPO FECERO..
    CERTI PARTIGIANI E NEMMENO POCHI: LA STRAGE DELLA MALGA PORZUS, IL TRIANGOLO DELLA MORTE DI REGGIO EMILIA, ATROCISSIMI EPISODI, COME LO STUPRO E L’ASSASSINIO DI UNA BAMBINA TREDICENNE NEL SAVONESE, A GUERRA FINITA. NELLA “SQUOLA” ITALIANA, RINGRAZIANDO LA CONNIVENTE RUFFIANERIA DI NON POCHI PRESIDI, LA “GIORNATA DELLA MEMORIA” DIVENTA UN MARTELLAMENTO FATTO DI MANIFESTI, LOCANDINE, CONFERENZE E SPETTACOLI A SENSO UNICO. ULTIMO AUTORIZZATO A DIRE LA SUA, PROPRIO IL LIBERO E ONESTO INSEGNANTE, CHE VORREBBE PARLARE DEL TOTALITARISMO DI DESTRA DENTRO UNA ANALISI CRITICA A 360 GRADI E STORICAMENTE MOTIVATA. SUL FASCISMO, SUL NAZISMO. SUL COMUNISMO DI LENIN, TROTSKJI, STALIN, MAO TSE TUNG, POL POT, KIM SUNG, SUL FRANCHISMO, SUL PERONISMO, SUL SALAZARISMO E IL VIDELISMO. SULLA TEOCRAZIA SCIITA DI IRAN, SULL’ OPPRESSIONE ISLAMISTA SUNNITA, SALAFITA, WHABBITA..
    MA NELLA “SQUOLA”, MENO FAI RAGIONARE I TUOI ALLIEVI, PIÙ SEI BRAVO. MENTRE I PROPAGANDISTI COMANDANO..

Rispondi