Mes, Governo imponga stop sottoscrizione trattato folle, UE si occupi di misure comuni per proteggere Europa da coronavirus

Mentre il coronavirus sta paralizzando l’intero Continente gli euroburocrati continuano a premere per l’approvazione del MES, il fondo “salva banche tedesche”. Mi auguro che il Governo italiano abbia la decenza di imporre uno stop alla sottoscrizione di questo folle trattato: per affrontare l’emergenza che stiamo vivendo non dobbiamo nemmeno sentir più parlare di vincoli o trattati economicidi. Abbiamo un’epidemia da fronteggiare e un’economia nazionale da difendere, di fronte ad una solidarietà europea inesistente dove nazioni come Francia e Germania fermano esportazioni di macchinari per la terapia intensiva e requisiscono mascherine e materiali medici, il Governo italiano ha il sacrosanto dovere di pensare solo al bene della Nazione. Si vergognino gli euroburocrati di pretendere in questa fase l’approvazione del MES invece di parlare delle misure comuni per proteggere tutta l’Europa dal virus e dai danni che crea.

Condividi

10 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • Giuseppe il 7 Marzo 2020 alle 23:59

    IL “DUCA” CONTE È APPECORONATO ALLA UNIONE EBETE. PERTANTO IL NOSTRO DESTINO È SEGNATO. CARA GIORGIA, FATE CAOS CONTRO QUESTA CONDANNA CHE, A CONFRONTO, IL CORONAVIRUS E ACQUA FRESCA!!!

    • Giuseppe il 8 Marzo 2020 alle 00:04

    P.S. SI RICORDINO QUESTI “SIGNORI” CHE, UN GIORNO, DOVRANNO RENDERE L’ANIMA, SE CE L’HANNO, AL CREATORE E,DATO CHE SARÀ PIÙ LURIDA DELLE ACQUE DEL POZZO NERO, NOSTRO SIGNORE LE BUTTERA’ NELLA CLOACA A FARNE STERCO PER IL NULLA!!!!

      • Gino Cerutti il 9 Marzo 2020 alle 16:46

      FERMARE ASSOLUTAMENTE LA FIRMA E LA PECORECCIA SUDDITANZA ITALIANA, RIFERITA AL GOVERNO GIALLOROSSO. NESSUN ACCORDO TRUFFA A DANNO DELLA NOSTRA NAZIONE !!

    • Andreas il 8 Marzo 2020 alle 07:21

    Trattato salva banche tedesche? E firmare un trattato salva aziende italiane no?
    Che vergogna!
    Inoltre vorrei informare che nel sito del governo in cui inseriscono le stime del coronavirus ad oggi e’ molto forviante e ‘crea
    Panico’ la modalità’ in cui vengono presentate:
    Ad oggi circa 5061 positivi e qui va bene,
    Poi inseriscono i deceduti 233 , ma cosa significa? Dei 5000 positivi quanti si sono realmente ammalati ? Non l’hanno scritto!!!
    E Poi inseriscono i guariti 580 circa, guariti di quelli ammalati che non hanno stimato affatto!! Essere positivi non significa essere ammalati!!!
    MESSAGGIO FUORVIANTE CHE CREA PANICO e questo e’ il sito più autorevole, che vergogna!!!!

    • Giuseppe il 8 Marzo 2020 alle 09:33

    ALLORA, OGNI ANNO, LA NORMALE INFLUENZA MIETE CIRCA 15MILA VITTIME!! MA NESSUNO NE HA PARLATO, PARLA E PARLERÀ. È UN’INFORMAZIONE VOLONTARIAMENTE FUORVIANTE. COMPLICI ANCHE GLI ” ORGASMICI” GIORNALAI STRILLONI DELLA TV.

    • Marco Giacinto il 8 Marzo 2020 alle 09:57

    Sentir parlare di MES in questi frangenti fa prudere il dito sul grilletto. Invito alla lettura del mio ultimo articolo sul coronavirus, appena pubblicato: http://www.truciolisavonesi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=10085:cprifuoco-20-prove-generali-di-guerra&catid=61:marco-giacinto-pellifroni&Itemid=57

    • Riccardo Crocetti il 8 Marzo 2020 alle 14:22

    Sono pienamente d’accordo con Giorgia Meloni.

    • Curt il 9 Marzo 2020 alle 00:35

    8/3/2020 da una intervista con un britannico che abita a Bahrain (fonte:LBC)
    A Bahrain si ha piu’ paura di quelli che vengono dall’Egitto
    (Bahrain is far more worried from
    people coming from Egypt)
    Curt
    informazione 8/3/2020 radio LBC

    • Pino 007 il 10 Marzo 2020 alle 06:04

    Adesso tutti contro il “Conte”, ma nessuno scese in campo ( come direbbe il cavaliere ) quando costui si autoproclamo’ Dittatore d’Italia ? Tutti educatamente zitti o meglio appecoronati al nuovo BOSS, che tutto dice ma nulla fa. All’ora sarebbe stato necessario dire ” TUTTTI INSIEME ” o elezioni o niente. All’ora andava bloccata l’Italia non ora per il coronavirus.
    Strillate pure per il MES tanto costui ” il conte ” e’ sordo e vi ritroverete dover lavorare il doppio per pagare eventuali necessita’ finanziarie franco/tedesche che useranno i soldi per le loro industrie mentre che le nostre le chiudiamo e compriamo o da loro o dai cinesi. Belle prospettive. Ma non dimenticatevi di mettere da parte qualche soldo per le settimane bianche e i ponti delle madonne.

    • Rebecca il 10 Marzo 2020 alle 10:18

    Cara Giorgia, siete stati fin troppo compresivi con questo governo: ora bisogna esplicitare che – col paese in questo stato di emergenza – non passerano nuovi leggi, decreti, decisioni se non direttamente correlati allo stato economico, sociale e sanitario dovuto all’epidemia diffusi grazie alla loro negligenza e irresponsibilità.
    Sostenendo che non volete discutere su alcuni aspetti di questa crisi esplicitamente, squisitamente politici, per il bene del popolo italiano, correte il rischio di fare ottimo propositi che saranno tutti espropriati da questi banditi, e, passato il picco di crisi, li avrete dato le armi per un successo che li aiuterà per l’ennesima volta ad evitare un ritorno alle urne.
    Ricapitolando: bisogna ricordare tutti i giorni alla mass media l’origine di questa crisi, tenendo questo governo responsabile per tutto. Non lasciate che la gente dimentichi: nel mondo moderno viviamo in una sorte di ‘eterna presente’ , senza riferimenti storici, in cui l’episodio della settimana precedente è presto scordato;
    Bisogna ricordare a tutti la figura che Conte ha fatto fare agli italiani ( in particolare ai nostri medici e infermieri) davanti al mondo, mentre cercava di scolparsi dalle sue responsibilità;
    Sottolineare che nelle ultimi 15 anni – per rispettare le limitazioni di bilancio impostaci dalla CE, è stato ridotto di 42 miliardi la nostra spese sanitaria;
    Non permettete che passino altre leggi, e soprattutto il MES. La gente non sa neanche cosa sia, quindi tocca a voi, in questo momento storico in cui la tua voce è particolarmente ascoltata, essere l’autoparlante della verità.

Rispondi