Fase 2, Meloni: Facciamo ripartire l’Italia tutti insieme, da domani torniamo a sostenere i negozi di vicinato e il made in Italy

Domani molte attività proveranno a ripartire, ad alzare la serranda e a tornare a far rivivere l’Italia dopo il pesantissimo lockdown. C’è chi non ha ricevuto alcun aiuto, chi si è visto chiudere le porte in faccia dalla banca, chi combatte contro l’odioso macigno della burocrazia, chi è inondato da affitti, bollette e cartelle esattoriali, eppure domani proveranno a rialzarsi: i nostri imprenditori sono dei veri eroi. Nessuno al mondo è in grado di eguagliare la loro capacità, la loro creatività e il loro attaccamento alla propria attività, anche per questo il nostro popolo ha sempre vinto le sfide più difficili. L’Italia riparte se riparte il piccolo commercio, chi ama davvero la Patria da domani tornerà a sostenere con ancora più convinzione i negozi di vicinato e il Made in Italy. Facciamo ripartire l’Italia, tutti insieme.

Condividi

5 commenti

Vai al modulo dei commenti

    • antonio velotto il 18 Maggio 2020 alle 04:29

    i francesi che sono degli acerrimi sciovinisti la chiamano:defense nationelle:Noi che abbiamo una storia millenaria dobbiamo essere mille volte superiori:Incominciamo dai cinesi.

    • Pietro Buccilli il 18 Maggio 2020 alle 06:52

    Buongiorno. D’accordo con Antonio, tutto italiano, dal mangiare alle mascherine, ne ho comprate tre lavabili fabbricate in Italia! Ottime.
    Un grande augurio di forza di volontà a tutti. Viva l’Italia!!!!

    • Maurizi Mauro il 18 Maggio 2020 alle 10:06

    buongiorno a proposito di burocrazia… -33% del fatturato bisogna fare istanza per chiedere, perchè lo stato, visto che si fanno le fatture elettroniche non sa che non si è fatturato?
    Sempre a senso unico a sfare del cittadino.
    Buona giornata
    Mauro

    • Giuseppe il 18 Maggio 2020 alle 10:19

    OGNUNO, NEL PROPRIO PICCOLO, PUO FARE MOLTISSIMO CIOÈ:
    1) NON COMPRARE PIÙ NÉ CARNE DI POLLO, NE’ DI BOVINO, NÉ LATTE, NÉ FORMAGGI NEI SUPERMERCATI, SONO FRUTTO DI ALLEVAMENTO INTENSIVO E DUNQUE DANNOSI PER LA SALUTE.
    MANGIANDO LEGUMI, SI SOSTITUISCE MOLTO BENE LA CARNE. IO NE HO AVUTO VANTAGGI, IN TERMINE DI SALUTE E PORTAFOGLIO, ENORMI.
    2) NON COMPRARE PIÙ PRODOTTI SOSTENUTI DALLE MULTINAZIONALI
    3) NON ACQUISTARE PIÙ PRODOTTI MADE IN CHINA
    4) BOICOTTARE COCA COLA E ALTRE SIMILI SCHIFEZZE
    5) RINUNCIARE QUALCHE VOLTA IN PIÙ ALL’AUTOMOBILE. CONSUMANDO MENO CARBURANTE, NON SI ALIMENTANO LE MULTINAZIONALI DEL PETROLIO.
    6) NON ANDARE IN AUTOSTRADA. SI IMPIEGA UN PO’ DI TEMPO IN PIÙ, MA SI RISPARMIA NON SOSTENENDO CHI DETIENE IL POTERE DELLE FAMIGLIE CHE DETENGONO LE CONCESSIONI GOVERNATIVE.
    QUESTE PICCOLE COSE, SE APPLICATE DA TANTE PERSONE, PIANO PIANO DISTRUGGONO DALLA BASE QUESTO SISTEMA NEL QUALE SIAMO DA TROPPO TEMPO INTEGRATI.
    RIFLETTETE!!

    • Mimmo il 18 Maggio 2020 alle 10:51

    Forza Giorgia
    Il punto fondamentale è cercare di eliminare inutili burocrazie
    vedi ponte Genova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.